12-02-2023

Le Radici Experience sulla piana del Sele cucina d’autore tra terra e mare

A Battipaglia, nella fertile Piana del Sele, un fine dining con cocktail bar che prende forma dopo anni di studio. Venite a scoprire la cucina dello chef Matteo Sangiovanni

Lo chef Matteo Sangiovanni

Lo chef Matteo Sangiovanni

Se diciamo Battipaglia proiettiamo automaticamente la geolocalizzazione del gusto in direzione della mozzarella di bufala campana. Conosciamo questo luogo soprattutto per uno dei latticini più desiderati e apprezzati in Italia, e non solo. Siamo nella fertile Piana del Sele, da sempre dedita all’agricoltura grazie ai suoli fertili, di natura vulcanica, ricchi di corsi d’acqua, altro elemento che ha favorito lo sviluppo rurale e degli allevamenti di bufale. Un’ ampia linea di confine, o di congiungimento, tra la costiera amalfitana e il vicinissimo Cilento.

La sala del ristorante

La sala del ristorante

Cittadina di imprenditori agricoli, e proprio in questo settore opera la famiglia Adinolfi, dedita già da tempo, e con successo, alla ristorazione e all’accoglienza. Mancava un fine dining a Battipaglia, così hanno ben pensato di intercettare il grande flusso cittadino costretto ad altre mete per ritrovare questo tipo di servizio. Inoltre, Battipaglia è un crocevia stradale strategico, di grande passaggio di viaggiatori, turisti e imprenditori, un’occasione ghiotta da cogliere.

Il cocktail bar

Il cocktail bar

La felice intesa tra il gruppo Adinolfi e lo chef Matteo Sangiovanni, esperto del territorio essendo originario di Salerno, ha permesso di avviare il progetto Le Radici Experience, con fine dining e cocktail bar. Prende forma dopo anni di studio e viene inaugurato il 7 dicembre 2022. La sala, dal design elegante e contemporaneo, alloggia al piano terra dell’hotel Commercio, facilmente raggiungibile dall’uscita Battipaglia dell’autostrada Salerno -  Reggio Calabria.

L'aperitivo

L'aperitivo

Conosciamo lo chef Sangiovanni, classe 1976,per la lunga collaborazione con il ristorante Tre Olivi di Paestum, dove ha maturato una profonda conoscenza del territorio e delle sue risorse. Concreto e diretto nel carattere come nella cucina, dove spesso i piatti sono declinati su sapori decisi, con precisione e chiara lettura.

Due i menu degustazione, uno di terra, lo chef lo ha chiamato Le Radici, un percorso di sei portate proposto a 80 euro, dove gli ortaggi e le verdure arrivano dal proprio orto.

Tortelli scampi, mela e lime

Tortelli scampi, mela e lime

Noi abbiamo scelto il menu di mare, Da Pioppi a Castellabate, il percorso costiero raccontato in sette portate, a 90 euro. Il benvenuto è già ricco di suo, molto espressivo nel mettere insieme l’orto con il mare, materie povere e ricche in una felice ensemble paritaria nei sapori: ostrica cremosa con caviale sedano e cetriolo; tartelletta con pralina di verza e polpo grigliato; broccolo calabrese e tapioca croccante; alice all’amalfitana; panna cotta ai ricci di mare; finta cozza ripiena di fagiolo di Controne, pomodorini e cozze; stellina di pomodoro; cannolo di patate e carpaccio di tonno.

Gambero, gambero, gambero

Gambero, gambero, gambero

Gambero, Gambero, Gambero è l’elogio al crostaceo rosso di Policastro, presentato in tre versioni: tartare di gambero con insalatina di arancia e finocchio e chips di gambero; gambero su vellutata di mozzarella di bufala con maionese di gambero; cannolo di gambero ripieno di crema di patate e testa di gambero fritta.

Deciso nei sapori che saranno molto apprezzati da chi ama la triglia: Triglia pomodoro, crema aglio, cime di rapa e capperi.

Triglia pomodoro, crema aglio, cime di rapa e capperi

Triglia pomodoro, crema aglio, cime di rapa e capperi

Raffinato e notevole il primo che mette nel piatto la pasta fresca, perfetta nell’esecuzione: tortelli con battuto di scampi, mela annurca e lime.

Anche gli spaghetti giocano su sapori netti e pieni: Spaghettini, zafferano di sala Consilina, asparagi di mare e tartare di scorfano, il suo ristretto e la sua pelle soffiata – notevolissimo.

Spaghettini, zafferano di sala Consilina, asparagi di mare e tartare di scorfano, il suo ristretto e la sua pelle soffiata

Spaghettini, zafferano di sala Consilina, asparagi di mare e tartare di scorfano, il suo ristretto e la sua pelle soffiata

A questo punto lo chef si è giocato una carta golosa assai, il Ristretto di scorfano versato caldo al tavolo con crostoni di pane croccante  - da solo vale il viaggio.

Ristretto di scorfano

Ristretto di scorfano

Ricciola dalla testa alla coda, ogni parte ne viene utilizzata: trancio scottato, purea di carota, carota croccante laccata, puntarella, crocchetta al nero di seppia farcita di ricciola, spicchietto di torta rustica ripieno di mantecato di ricciola con olive e capperi.

Il dessert chiude con leggerezza e semplicità: Lampone mandorle e basilico. Prima di accomodarsi al ristorane, o in uscita, come si preferisce, merita una sosta il bellissimo cocktail bar, frequentabile anche senza passare per il ristorante.

 

Le Radici Experience

Aperto dal mercoledì al sabato a cena – la domenica a pranzo

Indirizzo: Strada Statale 18,54 – 84091 Battipaglia (SA)

Tel 0828 380205   experience@leradici.eu

 


Dall'Italia

Recensioni, segnalazioni e tendenze dal Buonpaese, firmate da tutti gli autori legati a Identità Golose

Marina Alaimo

a cura di

Marina Alaimo

nata a Napoli, è giornalista, sommelier e degustatrice Onaf, oltre che di vini ovviamente. Wine & food writer

Consulta tutti gli articoli dell'autore