14-12-2023

Le pizze di Confine incontrano i grandi formati di Veuve Clicquot

Gli Champagne in formato Magnum sposano pizze speciali per un intreccio di storie di amicizia, cibo e bollicine...Venite a scoprire l'abbinamento perfetto!

La Grande Dame 1990 Magnum di Veuve Clicquot e la

La Grande Dame 1990 Magnum di Veuve Clicquot e la pizza Botox

Francesco Capece, mastro pizzaiolo, poco più che ventenne, e Mario Ventura, classe 1989, maître e restaurant manager, sono due amici di origine campana che hanno deciso di aprire, nel marzo 2023, a Milano, il loro locale Confine.

L'interno di Confine a Milano

L'interno di Confine a Milano

Siamo nel cuore pulsante delle 5 vie. Un luogo dove pizzeria e cantina dialogano in maniera inedita facendo di Confine, in pochi mesi dalla sua creazione, una destinazione imperdibile per chi ama pizza e vini di ricerca. Un connubio tra valorizzazione assoluta di ingredienti ben armonizzata con vini e cocktail.

Una serata memorabile di fine novembre, al tavolo imperiale, nella sala caveau del ristorante, ci ha permesso di viaggiare attraverso le pizze di Francesco, originali e diversificate, abbinate a un percorso al calice dove i formati magnum degli Champagne Veuve Clicquot hanno tracciato una rotta indimenticabile.

Veuve Clicquot - La Grande Dame 2008 Magnum

Veuve Clicquot - La Grande Dame 2008 Magnum

Un’amicizia dei due ragazzi dalle origini scolastiche, erano compagni di banco ma poi hanno percorso strade differenti per poi ritrovarsi.  Nel 2008 Mario arriva a Milano per frequentare un corso manageriale con Campari Academy. Una tappa fondamentale per comprendere la sua anima imprenditoriale e delineare il suo futuro. Nel 2018 con Francesco s’incontrano per progettare quello che poi sarebbe stato Confine, una pizzeria con cantina. Un concetto contemporaneo dove i dettagli sono il valore aggiunto di Confine. Qui, in passato, era presente la storica ferramenta “Meazza” esistente da ben ottantasette anni, un punto di riferimento per la città. Una zona cittadina fatta di abitanti del quartiere ma popolata da business, a due passi da Piazza Duomo. Un nome che riflette le origini del pizzaiolo originario della zona dei monti Picentini, al confine con il centro di Salerno.

Mario Ventura

Mario Ventura

«Ho iniziato a fare la pizza a 19 anni per esigenze personali - chiosa Francesco- non per passione, ma poi non ho mai più smesso perché rendevo felici le persone». Un ragazzo semplice che impasta talento ed energia con farine di tipo 1 di Molino Quaglia, il sale di Trapani fino a raggiungere lievitazioni di oltre 72 ore per realizzare pizza cotta al forno, una versione fritta e ripassata al forno, pizza al padellino al vapore, per citarne alcune.

Francesco Capece

Francesco Capece

Una serata esplorativa di queste varietà Semplice non vuol dire facile farcita con antico pomodoro di Napoli, mozzarella di bufala Campana DOP, Parmigiano Reggiano, olio extravergine di oliva monocultivar “Leccino”, basilico abbinata al formato magnum di Veuve Clicquot Rosé Magnum.

Capece a Buenos Aires 

Capece a Buenos Aires 

Virtuosa la pizza Capece a Buenos Aires con un topping di crema di ceci di Cicerale, porcini spadellati con timo e aglio, fiordilatte, caciocavallo di razza Bruna Alpina stagionato in grotta, salsa chimichurri, olio extravergine di oliva monocultivar “Leccino” dove le note più speziate si sono armonizzate con la monumentale espressione dei calici di La Grande Dame 2008.

Veuve Clicquot Édition 250éme Anniversaire Vintage Magnum 2002

Veuve Clicquot Édition 250éme Anniversaire Vintage Magnum 2002

 Interessanti le consistenze della pizza Pepperoni italoiberica farcita di Pomodoro San Marzano Dop, Manchego, Chorizo Iberico de Bellota accostata al Vintage 2002, una cremosità nel calice in perfetto equilibrio alle note più strutturate della pizza.

Pepperoni Italoiberica

Pepperoni Italoiberica

Un finale dove la tradizione moderna si chiama Botox, la versione di Francesco della sua Quattro Formaggi ossia fiordilatte, fonduta di Caciocavallo stagionato in grotte di Castelcivita, erborinato di bufala, confettura di fichi bianchi del Cilento Presidio Slow Food, chips di Parmigiano Reggiano e basilico. 

Standing ovation per l’abbinamento con Veuve Clicquot La Grande Dame 1990 Magnum, un viaggio nel tempo che svela uno champagne di una freschezza disarmante.

 


Dall'Italia

Recensioni, segnalazioni e tendenze dal Buonpaese, firmate da tutti gli autori legati a Identità Golose

Cinzia Benzi

a cura di

Cinzia Benzi

laureata in psicologia, è stata rapita dalla galassia di Identità Golose. Se lo studio del vino è la sua vita, la vocazione di buongustaia è una scoperta in evoluzione

Consulta tutti gli articoli dell'autore