06-04-2023

Farmacopea Popolare: il primo gin in Italia realizzato con foglie di coca

Spiriti ed Infusi made in Puglia tra sacro e profano

Novità senza precedenti da un'idea del giovan

Novità senza precedenti da un'idea del giovane imprenditore Andrea Santantonio

Ci siamo incontrati in una masseria nel Sud del Salento a Dicembre dello scorso anno: 20 gradi percepiti, un sole quasi estivo e l’assenza di turisti. Insomma, una bellezza già di per sé. A Matino non solo conosco Andrea Santantonio, giovane imprenditore, ma scopro il suo meraviglioso mondo, nonché una piccola realtà artigianale che punta in alto entrando nel mercato dei gin e degli spiriti con una novità senza precedenti: l’utilizzo delle foglie di coca. Farmacopea Popolare è l’evoluzione di un birrificio, fondato nel 2015 da Andrea, dove già produceva la birra con le foglie di coca. Nel 2019  avviene la metamorfosi e l’ingresso dei distillati nella sua vita.

Andrea Santantonio

Andrea Santantonio

Perché utilizzare la coca come ingrediente principale? Molto prima dei cartelli colombiani e molto prima delle serie Netflix, questa pianta rivestiva un ruolo cruciale curativo e mistico presso molte popolazioni indigene. Era considerata sacra e preziosa quanto l’oro ed altri metalli preziosi. La foglia era impiegata durante le cerimonie religiose e si assumeva anche come energetico. Proprio per questo Farmacopea Popolare ha deciso di ridare dignità a questo prodotto della natura selezionando accuratamente solo le foglie migliori direttamente nelle piantagioni in Sud America. Le foglie poi vengono trasportate in un laboratorio spagnolo dove,  sotto la supervisione delle autorità competenti, vengono raffinate per eliminare la molecola della cocaina contenuta all'interno, ottenendo così un prodotto del tutto naturale e al 100% legale che viene successivamente spedito in Italia per essere aggiunto a tutti i distillati.

I due prodotti di punta di questo piccolo brand artigianale sono:

Mentis Bitter – Indispensabile contro il mal di vivere

Un bitter pungente e tagliente grazie al perfetto dosaggio di pepe, zenzero e wasabi. Il sapore amaro e persistente è dato, invece, dalle foglie di coca, mentre l’acqua di mare regala la giusta sapidità che invita alla bevuta. Il colore è rosso intenso e luminoso con sfumature violacee prodotte dalla barbabietola. 

Animus Gin – Contro la peste ed il veleno

E’ il primo gin in Italia con foglie di coca, medaglia d’argento ai World Gin Awards, caratterizzato dall’inconfondibile profumo dell'incenso che si fonde con la morbidezza dei petali di gelsomino e la mineralità delle foglie di combava dando vita a un gin senza tempo, etereo, soave, talcato, autentico. Il colore è perlato e leggermente velato, perché volutamente non filtrato per conservare una maggior concentrazione di aromi e olii essenziali.

La chiara impronta farmaceutica non si evince solo dal nome completo degli spiriti, ma anche dal packaging con bottiglie che rimandano ai flaconi utilizzati nelle farmacie di fine ‘800 ed inizi ‘900 e con la scelta di etichette dal design accattivante e vintage a cura della tatuatrice cremonese Linfa Cremisi.

Farmacopea Popolare è un vero e proprio viaggio mistico tra resine, frutti, spezie e fiori che ci regala degli spiriti di carattere, sensati e moderni. Consiglio di provare Animus a chi vuole assaggiare qualcosa di nuovo senza dover rinunciare alle caratteristiche classiche di un buon gin. Anche in Mentis si riscontra innovazione senza esagerazione, il connubio ideale.

 


Shake & shock

ll mondo dei cocktail e dei bartender raccontati da Identità Golose.

Angela Piazza

a cura di

Angela Piazza

Interprete con un bagaglio a mano di 5 lingue straniere. Copywriter & content creator in 50 sfumature di rosso. Stare davanti allo schermo, scrivere e mangiare bene sono le sue grandi passioni, tanto da aver creato “La Dolce Vita”, un format per riscoprire le meraviglie enogastronomiche del nostro Bel Paese.
Instagram: @langelapiazza

Consulta tutti gli articoli dell'autore