03-06-2024

Soul & Fish a Sorrento: cucina d'autore in uno stabilimento balneare

Per i dieci anni dall’apertura, Fiorenza, Fabrizio e Francesco Gargiulo, con Antonino e Vincenzo Incoronato – appassionati proprietari del Soul & Fish - alzano l’asticella con la cucina di Vincenzo Corcione

Francesco, Fiorenza e Fabrizio Gargiulo con chef V

Francesco, Fiorenza e Fabrizio Gargiulo con chef Vincenzo Corcione

Soul & Fish ha aperto nel 2014: in sintesi, stabilimento balneare con cucina, sulla spiaggia di Marina Grande, a Sorrento. Ma la storia inizia nel 1965, con i nonni degli attuali proprietari e la vecchia insegna “Tony’s Beach”: senza troppi fronzoli, era il classico lido balneare, con proposte semplici e veloci per chi volesse mangiare in spiaggia. La prima accellerrata arriva nel 1995, quando ai genitori subentrano il figlio Cataldo e alcune delle sue sorelle (se non si fosse capito, la famiglia è decisamente numerosa), lo stabilimento diventa “Da Cataldo – Tony’s beach” e dalla cucina arrivano le prime proposte di cucina tradizionale.

Tutto bene, ma nel 2020 si accellera ancora: è il turno della terza generazione, ovvero dei cinque cugini Fiorenza, Fabrizio e Francesco Gargiulo, con Antonino e Vincenzo Incoronato, e il cambiamento si fa notare. Sono ragazzi intrepidi e lungimiranti, viaggiando hanno saputo guardarsi intorno, riportando a casa spunti di riflessione ricchi di modernità (e sono gli stessi proprietari del Vrasa, ne abbiamo parlato qui).

Uno scorcio della sala

Uno scorcio della sala

Inizia, così, la nuova era dello stabilimento di famiglia, l’insegna muta nell’attuale Soul & Fish e, ai lettini in spiaggia, i cinque affiancano l’alta ristorazione, con i piatti di Vincenzo Corcione e tutti gli accessori utili a rendere piacevole l’esperienza a tavola. A parte mare e iodio a portata di tutti i sensi, ci sono un’eccellente carta dei vini ed un servizio snello e professionale.

Tornando allo chef, Corcione è classe ‘92, dal curriculum peschiamo il San Pietro di Positano e il Relais Blu di Massa Lubrense, entrambi con 1 stella Michelin. Più recente la sua esperienza in Belgio, nel 3 stelle Michelin Zilte di Anversa, e poi Svizzera, al The K di Mauro Colagreco (all’interno del Kulm Hotel di Saint Moritz). Oggi, con una sala da 40 posti - ed un patio per l’estate da 30 coperti – Vincenzo Corcione calza a pennello in un contesto di gioventù ossessionata dalla qualità, aggiungendo un contributo di fine-dining che, nell’immediatezza di uno stabilimento balneare, gioca un ruolo per niente scontato.

I nostri assaggi

C’è un menu degustazione da 5 portate (85 euro, vini esclusi) oppure si ordina à la carte. Noi iniziamo con un salume di mare, Ventresca di pesce spada affumicato ai rami di ulivo, alici del Cantabrico con burro al limone e pan brioche fatto in casa. Un benvenuto che si porta dentro il sapore di tante esperienze, consegnando un riassunto di qualità, materica e golosa.

Ventresca di pesce spada affumicato ai rami di ulivo, alici del Cantabrico con burro al limone e pan brioche

Ventresca di pesce spada affumicato ai rami di ulivo, alici del Cantabrico con burro al limone e pan brioche

Ceviche di cernia locale, con gamberi rossi, leche de tigre al passion fruit e arachidi

Ceviche di cernia locale, con gamberi rossi, leche de tigre al passion fruit e arachidi

Tra gli antipasti, segnaliamo Ceviche di cernia locale, con gamberi rossi, leche de tigre al passion fruit e arachidi. Ottima tecnica che, grazie ad uno spiccato senso del gusto, rende la proposta divertente oltre che deliziosa. Proseguiamo con Kebab di polpo: nel piatto arrivano del pane naan, scarola in tre consistenze (stufata, croccante e liquida), pinoli, pomodorini semidry e feta. Si viaggia via mare e assecondiamo con piacere le iniziative a tutto Mediterraneo dello chef.

Kebab di polpo

Kebab di polpo

Abbiamo assaggiato la Pasta mista cotta in un ristretto di pesci di scoglio, con crema di finocchio, pomodorino del piennolo aromatizzato all’arancia, alloro e finocchio di mare. Assodato che sull’argomento si stanno fronteggiando parecchi chef del sud Italia, Vincenzo Corcione riesce a dire la sua, evitando che la minestra proposta, intensa e fresca, assomigli a quella di qualcun altro.

Pasta mista cotta in un ristretto di pesci di scoglio, con crema di finocchio, pomodorino del piennolo aromatizzato all’arancia, alloro e finocchio di mare

Pasta mista cotta in un ristretto di pesci di scoglio, con crema di finocchio, pomodorino del piennolo aromatizzato all’arancia, alloro e finocchio di mare

Plin ripieno di impepata di cozze, salsa bagna cauda e ponzu di pomodoro

Plin ripieno di impepata di cozze, salsa bagna cauda e ponzu di pomodoro

Per lo scalino pasta fresca, propongono Plin ripieno di impepata di cozze, salsa bagna cauda e ponzu di pomodoro. Difficile immaginarli insieme, eppure Corcione continua ad aver ragione. Assaggiamo anche la Spigola farcita con la sua mousseline, capesante, piselli alla menta e limone bruciato. Cambierà la stagionalità e quindi la parte vegetale, ma il piatto c’è e testimonia il sodalizio con i pescatori locali per la proposta legata al pescato giornaliero. Bello e buono il dessert, tutto da sgranocchiare, masticare e godere: Tartelletta di pasta frolla con mango curd, panna cotta al cocco, gel al passion fruit e gelato al mango. Pasta frolla impeccabile, per contenere una giostra di acidità e dolcezza, un dessert vivace.

Spigola farcita con la sua mousseline, capesante, piselli alla menta e limone bruciato

Spigola farcita con la sua mousseline, capesante, piselli alla menta e limone bruciato

Tartelletta di pasta frolla con mango curd, panna cotta al cocco, gel al passion fruit e gelato al mango

Tartelletta di pasta frolla con mango curd, panna cotta al cocco, gel al passion fruit e gelato al mango

Gran bel lavoro quello dei ragazzi del Soul & Fish: Francesco Gargiulo è il sommelier del gruppo, nonché selezionatore delle referenze, alcune delle quali sono vere e proprie chicche. Con lui, in sala, anche Fiorenza e Fabrizio Gargiulo, al contempo impegnati nella gestione dei social media e della contabilità. Insomma, quando si dice, un affare di famiglia.
 

Soul & Fish

Via Marina Grande, 202
Sorrento (Napoli)
+ 39 081 8782170
+ 39 3314572900
Aperto da marzo a ottobre
Aperto tutti i giorni, pranzo e cena
Prezzo medio per 3 portate, 45 euro


Dall'Italia

Recensioni, segnalazioni e tendenze dal Buonpaese, firmate da tutti gli autori legati a Identità Golose

Nadia Taglialatela

a cura di

Nadia Taglialatela

classe 1977. Nata ad Ischia, gli ultimi quindici anni li trascorre a Roma collaborando con le più note scuole di cucina della capitale. Esperta food&wine, collabora con riviste del settore scrivendo di ristoranti, grandi alberghi, prodotti di nicchia ed eroici produttori. Sommelier Ais, attualmente si divide tra Ischia, Napoli e Roma, sempre a caccia di nuove storie da raccontare

Consulta tutti gli articoli dell'autore