18-10-2022

Colazione all'italiana: il nuovo appuntamento della domenica a Identità Golose Milano

Buffet imperiale, protagonisti d’eccezione come Antonio Ziantoni e Christian Marasca, assaggi di Chandon Garden Spritz e l’esclusiva Coffee Experience 1895 by Lavazza. Ecco svelate alcune delle carte vincenti del nostro hub

Ricchi buffet dolci e salati: ecco servito l'a

Ricchi buffet dolci e salati: ecco servito l'appuntamento domenicale a Identità Golose Milano in via Romagnosi 3

La colazione, il pasto più importante della giornata. Da sempre raccomandato dai più esperti specialisti, il primo pasto che pone fine al digiuno notturno (l’inglese breakfast, break fasting, significa letteralmente “rompere il digiuno”) deve essere completo, nutriente, ricco; così almeno dicono.

Ma non si tratta solo di un pasto importante, la colazione è un “momento” importante. Non è un caso se la derivazione latina del termine, collàtio, “raccolta, mettere insieme”, identificava il momento in cui, un tempo, i monaci si riunivano per consumare le proprie vivande in conclusione a una riunione. Un momento dunque di convivialità, che poi ha assunto una connotazione sempre più specifica. La Prima Colazione. Se non altro, “il buongiorno si vede dal mattino”.

Il buffet salato della domenica di Identità Golose Milano

Il buffet salato della domenica di Identità Golose Milano

Per quanto importante però, per forza di cose, la colazione viene molto spesso trascurata a causa di quella frenetica routine che la settimana trascina con sé. Ma c’è un giorno che non vuole scuse: la domenica. Il giorno più pigro della settimana dovrebbe esaltare l’importanza della colazione in quanto pasto e in quanto “momento”. Ecco, Colazione all’Italiana ne è la sua felice concretizzazione. La più che riuscita trovata di Identità Golose Milano celebra il giorno più bramato della settimana e il pasto principe della giornata, ma in chiave innovativa e contemporanea.

No, non la frettolosa colazione “espresso e brioche” e neanche il classico brunch a base di scrumbled eggs, bacon croccante, montagne di pancake affogati da copiose ondate di sciroppo d’acero e tazzoni di Americano. Colazione all’italiana è il frutto della magica fusione tra la tradizionale colazione italiana e un raffinato pranzo gourmet a cura di chef di grande spessore e accompagnata dall’esclusiva Coffee experience 1895 by Lavazza.

Questo nuovo appuntamento della domenica, infatti, punta a ricreare una vera e propria esperienza che potremmo anche definire vincente.

La brigata: Christian Marasca, Martina Pochetti e Antonio Ziantoni

La brigata: Christian Marasca, Martina Pochetti e Antonio Ziantoni

Proprio la scorsa domenica, 16 ottobre, l’Hub di via Romagnosi ha inaugurato la prima Colazione di cui siamo stati diretti testimoni. Ad attenderci, un maestoso buffet che la brigata di Identità Golose ha messo a punto per l’occasione. Lato dolce: soffici torte di mele, muffin alla vaniglia e al cioccolato, delicatissime pinolate liguri, friabili frollini di varie tipologie, deliziose meringhe al caffè, fragranti croissant perfettamente alveolati accompagnati da una moltitudine di confetture Agrimontana, e ancora, vasetti di yogurt, frutta fresca, secca e disidratata, oltre a una piccola selezione di prodotti vegani e lactose free.

Lato salato: pane e focacce, ovviamente artigianali (come tutto, del resto), salmone marinato, selezione di salumi e formaggi. Grandi piatti da portata hanno dunque sfoggiato prosciutto di Parma DOP, prosciutto cotto, bocconcini di bufala, ricotta, caciocavallo e, alcune delle immancabili stagionature di Parmigiano Reggiano DOP.

No, non è finita qui. Chandon Argentina ha allestito uno stand dedicato a una delle sue ultimissime novità: Chandon Garden Spritz. Frutto dell’unione tra lo spumante argentino Chandon, Miglior Spumante Argentino 2020, e il liquore all’arancia amara di produzione della stessa maison, Chandon Garden Spritz è una piacevole e delicata carezza fresca e agrumata. Ideale da degustare pasteggiando le portate salate della ricca tavolata.

Ma il buffet è il rinforzo che accompagna e introduce la coffee experience firmata da 1895 by Lavazza in abbinamento alle tre portate principali create dai primi protagonisti di questo appuntamento: Antonio Ziantoni e Christian Marasca, chef-owner e pastry-chef di Zia Restaurant di Roma (1 stella Michelin). Due grandi interpreti di una cucina che mira a riscoprire i sapori autentici della tradizione attraverso ingredienti semplici e di qualità, con grande tecnica, contemporaneità e quel tocco di personale innovazione che rende unica l’esperienza.

Pane tostato con pancia di maiale

Pane tostato con pancia di maiale

Il primo piatto realizzato dallo chef di Zia è stata una Fetta di pane alla frutta secca tostata con pancia di maiale cotta al bbq e un topping a base di tuorlo d’uovo montato. Un appetizer fresco, gustoso e grintoso che diverte il palato e lo prepara alla portata successiva. Intrigante.

Bavetta di maiale con abbinamento caffè

Bavetta di maiale con abbinamento caffè

Bavetta di manzo servita con crema di nocciola viterbese, salsa di cipolla, aceto e olio di sesamo. Questa la seconda portata proposta da Ziantoni. Il manzo scioglievole, la nocciola evidente ma non coprente, la salsa che avvolge il tutto stuzzicando con la sua piacevole nota acidula. Pochi ingredienti che concorrono a esaltarsi l’un l’altro per definire un equilibrio perfetto. Goloso.

Le prime due preparazioni portate in tavola sono state abbinate a Behati – Ethiopia 1895 by Lavazza. Una miscela monorigine, 100% arabica, proveniente da alcune varietà etiopi che sprigiona aromi fruttati di mango, caramello e camomilla. Servito filtrato in pairing alla prima portata ed erogato con la moka in pairing alla seconda per esaltare i vari sentori e diversificandone l’intensità a seconda del pairing. Perché il metodo di estrazione del caffè fa la differenza.

Brioche sfogliata servita con crema inglese e vaniglia

Brioche sfogliata servita con crema inglese e vaniglia

Come ultima portata, il pastry-chef di Zia, Christian Marasca, ha presentato la sua Brioche sfogliata servita appena calda con crema inglese e vaniglia. Da mangiare rigorosamente con le mani e intingere nella delicata salsa. Uno scrigno di sfoglia che nasconde un cuore estremamente morbido e umido. Una brioche fatta a regola d’arte e perfettamente esaltata dall’esplosione di vaniglia sfoderata dalla crema inglese in accompagnamento. Confortante.

L’abbinamento per questo dessert è lo specialty blend Espresso Petal Storm 1895 by Lavazza, presentato in anteprima per l’evento. Un blend che rilascia aromi floreali e agrumati attraverso caffè di tre differenti origini che, per quanto diversi, riescono a trovare complementarietà creando un perfetto equilibrio nella tostatura (eseguita separatamente per mantenere i rispettivi profili organolettici).

No, non si è trattato solo una colazione, di un pranzo o di entrambe le cose messe assieme. Ma ben altro. Un inno all’artigianalità, alla cura del dettaglio, alla convivialità, all’Italianità. Colazione all’italiana è la prova tangibile di come una “semplice” iniziativa gastronomica possa farsi promotrice di valori quali: tradizione, cultura, ben-essere.

Felici di averne potuto prendere parte, non vediamo già l’ora di scoprire il prossimo appuntamento e le novità che riserverà. Stay tuned.


Identità Golose Milano

Racconti, storie e immagini dal primo Hub Internazionale della Gastronomia, in via Romagnosi 3 a Milano

Federica Lisi

a cura di

Federica Lisi

pugliese, classe 1995. Laurea in Traduzione Specialistica e Master in Food & Wine Communication all'università Iulm, è una globetrotter alla costante ricerca del prossimo piatto da assaggiare e del nuovo posto da scoprire

Consulta tutti gli articoli dell'autore