Francesco Cione

Octavius Bar at The Stage

piazza Gae Aulenti, 4
20154 Milano
+390263793539

È dal settembre 2014 il bar & beverage manager dell'Octavius, il raffinato cocktail bar al The Stage, ristorante della Replay in piazza Gae Aulenti, nella piena Milano contemporanea di Porta Nuova. Classe 1982, stella riconosciuta del firmamento della miscelazione, dopo i primi passi nel bar di famiglia, il Dallas a Verbania, sulla sponda piemontese del lago Maggiore («Dove sono letteralmente cresciuto») è stato protagonista di una folgorante carriera, che lo ha visto lavorare dietro il bancone di american e lounge bar in Italia e all’estero (Svizzera, Regno Unito, Principato di Monaco. Citiamo l'OneApple a Montecarlo), e nelle realtà dell’ospitalità alberghiera extra luxury. Da dietro il bancone dell'Octavius, Cione racconta le storie che ci sono nei cocktail e nelle bottiglie che li compongono. Storie raccolte in una vita trascorsa tra shaker e mixing glass.

Ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti, come il titolo di miglior bartender d’Italia 2015 alla Diageo Reserve World Class. Per Cione l'ospitalità è al centro dell'esperienza del bartending contemporaneo: passione, entusiasmo e sentimenti che rendono un semplice cocktail un'esperienza straordinaria. Ha anche creato la Francesco Cione - Bar & Beverage Consulting.

I suoi maestri? «Ilvano Santini, barman senza tempo, lucido e abile conoscitore di materia e di modi, nella loro più definita accezione. E Carmine Lamorte, che mi ha insegnato a guardare al passato come tesoro per un consapevole futuro». Il suo primo drink? «Quello “della casa” al Dallas, quando ero ragazzino. Si chiamava Houla Houla. Il segreto stava nell’aggiungerci, oltre al curaçao, la stessa quantità di Orange Stock, uno di quei liquori oggi dimenticati ma che all’epoca (primi anni '90) era presente di prepotenza nel display delle bottiglie di un bar che si rispettasse come tale».

Ha partecipato a

Identità Golose


a cura di

Carlo Passera

classe 1974, milanese orgoglioso di esserlo, giornalista professionista dal 1999, ossia un millennio fa, si è a lungo occupato di politica e nel tempo libero di cibo. Ora fa l'opposto ed è assai contento così. Appena può, si butta su viaggi e buona tavola. Coordinatore della redazione di identitagolose.it
Instagram: carlopassera