07-07-2023

Il ristorante Don Serafino e la famiglia La Rosa, ossia 70 anni di pura ospitalità siciliana a Ragusa

Nel 1953 il ventenne falegname Serafino La Rosa si indebitò per aprire un lido tra le sabbie di Marina di Ragusa. Da lì è nato tutto il "sistema" Don Serafino. Così, 70 anni dopo, un party in spiaggia proprio al Lido Azzurro ne ha celebrato il compleanno

Vincenzo Candiano, chef dello stellato ristorante

Vincenzo Candiano, chef dello stellato ristorante Don Serafino a Ragusa Ibla, con patron Pinuccio La Rosa, figlio di quel Serafino che nel 1953 aprì il Lido Azzurro a Marina di Ragusa: fu l'iniziativa imprenditoriale, per molti versi visionaria, dalla quale tutto il "sistema Don Serafino" ha avuto origine. Ora spegne 70 candeline

Nel 1953, periodo del secondo dopoguerra, il ventenne falegname Serafino La Rosa si indebitò per aprire un lido balneare tra le dorate sabbie di Marina di Ragusa: un piccolo bar con cabine, ombrelloni e sdraio a cui i ragusani non restarono indifferenti e, anzi, ne sancirono l’immediato successo. Una storia italiana in un momento di riscatto: «Mio padre era un uomo semplice – ricorda Pino La Rosa – ma aveva l’ambizione di creare qualcosa di nuovo che, in queste zone, non si fosse mai visto e che avesse potuto valorizzare il territorio. Fu un visionario perché immaginò un futuro turistico per questa parte di Sicilia». Pino è figlio di Serafino e, con suo fratello Antonio, ha raccolto l’eredità paterna facendola diventare un piccolo gioiello dell’ospitalità siciliana: «Qualche anno dopo, cominciò a essere attiva la cucina e lo chef catanese scelto da mio padre portò una grande novità in tavola: il pesce. Il prodotto ittico era una novità perché i ragusani erano abituati a una cucina di terra centrata sulle carni. Così, invece, la zuppa di pesce del nostro stabilimento diventò il piatto più ricercato della zona».

Il Lido Azzurro, in poco tempo, si erse a luogo di rinascita e di leggerezza nel periodo post-bellico e, negli anni ’60 e ’70, fu centro di gravità del bon vivre di Trincaria: arrivavano ospiti e artisti famosi, si svolgevano concorsi di bellezza, ma rimase anche un indirizzo dove pranzare in famiglia sul mare les pieds dans l’eau: «Soffiava l’aria di un mondo nuovo, fatto di gioiosa spensieratezza».

Scatti d'epoca al Lido Azzurro 1953

Scatti d'epoca al Lido Azzurro 1953

La stessa spensieratezza che ieri, giovedì 6 luglio, ha animato i festeggiamenti per i 70 anni del Lido Azzurro: una serata in spiaggia in stile anni’50 organizzata per celebrare la famiglia La Rosa e la loro storia di ospitalità d’eccellenza che, insieme anche ad altri protagonisti, ha reso Ragusa una delle destinazioni più interessanti d’Italia per cultura, storia ed enogastronomia.

Ad allietare i palati dei tanti ospiti intervenuti c’erano i piatti firmati degli chef di casa Vincenzo Candiano, alla guida della Locanda Don Serafino da oltre 20 anni, ed Annaclara Cafiso del Lido Azzurro 1953; per l’occasione, hanno dato un contributo ai fornelli con le loro creazioni Tony Lo Coco, chef e patron de I Pupi di Bagheria, stella Michelin dal 2015, e Peppe Giuffrè, toque storica siciliana, con una performance sulla cassata.

Installazioni fotografiche al Lido Azzurro 1953 che ne celebrano i 70 anni

Installazioni fotografiche al Lido Azzurro 1953 che ne celebrano i 70 anni

Don Serafino oggi è un sistema di grande ospitalità, che comprende il ristorante Locanda Don Serafino a Ragusa Ibla, stella Michelin dal 2008, guidato dallo chef Vincenzo Candiano; l’Hotel Don Serafino, ospitalità diffusa a quattro stelle, ricavata da una serie di costruzioni storiche del centro barocco seicentesco di Ragusa Ibla, le nuove Villas Don Serafino a Marina di Ragusa, sette ville di design contemporaneo con piscina e giardino privato; e, a tre km dalle Villas, sempre sul mare, appunto il Lido Azzurro 1953.

RISTORANTE DON SERAFINO,  Ragusa Ibla - Decisamente, uno dei locali più belli e affascinanti d'Italia

RISTORANTE DON SERAFINO,  Ragusa Ibla - Decisamente, uno dei locali più belli e affascinanti d'Italia

HOTEL DON SERAFINO, Ragusa Ibla - Ospitalità diffusa a quattro stelle, ricavata da una serie di costruzioni storiche del centro barocco seicentesco

HOTEL DON SERAFINO, Ragusa Ibla - Ospitalità diffusa a quattro stelle, ricavata da una serie di costruzioni storiche del centro barocco seicentesco

LIDO AZZURRO 1953, Marina di Ragusa - Il luogo dove tutto è partito

LIDO AZZURRO 1953, Marina di Ragusa - Il luogo dove tutto è partito

VILLAS DON SERAFINO, Marina di Ragusa - Sette ville di design contemporaneo con piscina e giardino privato

VILLAS DON SERAFINO, Marina di Ragusa - Sette ville di design contemporaneo con piscina e giardino privato

«Quello che ancora oggi vogliamo offrire agli ospiti del Lido Azzurro, nel rispetto dell’idea originaria – conclude Antonio La Rosa – è la dimensione di un luogo sereno, senza sovrastrutture, ma costruito su grande qualità, ricercatezza ed attenzione: ottimo cibo, servizio personalizzato, natura e bellezza. Questo è la nostra proposta di vita da spiaggia all’italiana».

Così, settanta anni dopo, si festeggia un desiderio di eccellenza: nulla accade se non è preceduto da un sogno.


Dall'Italia

Recensioni, segnalazioni e tendenze dal Buonpaese, firmate da tutti gli autori legati a Identità Golose

Davide Visiello

a cura di

Davide Visiello

classe 1974, sommelier, assaggiatore di caffè e verace uomo del Sud, è alla costante ricerca di sole e cieli azzurri. Nato a Vico Equense e cresciuto a Castellammare di Stabia, ama la cucina quando è innovativa e ha solide basi. Epicureo di cuore e palato, vive e scrive a Palermo, ma mangia e beve ovunque. Collabora con Identità Golose dal 2016

Consulta tutti gli articoli dell'autore