SantoPalato, nel nome della trattoria

Il locale guidato da Sarah Cicolini e Mattia Bazzurri è una delle novità più apprezzate della scena gastronomica romana

11-12-2017
Sarah Cicolini e Mattia Bazzurri, l'anima dell

Sarah Cicolini e Mattia Bazzurri, l'anima della cucina di SantoPalato

E’ stata premiata come "migliore trattoria 2018" dalla guida I Cento di Roma, curata da Federico De Cesare Viola e Luciana Squadrilli, e non è un caso. Stiamo parlando di SantoPalato (Piazza Tarquinia 4, +39.06.77207354), a San Giovanni, trattoria moderna che ha aperto in primavera e sin da subito ha riscontrato un certo successo tra i romani, più o meno "gastrofighetti".

La stessa Luciana Squadrilli, nella Guida ai ristoranti di Identità Golose, a proposito di questo nuovo indirizzo scrive: "Cucina di sostanza, senza inutili fronzoli e orientata ad appagare la pancia e il palato in ugual misura, con una ricerca sincera e appassionata per ricette e ingredienti caduti nel dimenticatoio a cominciare dal quinto quarto meno inflazionato" (qui l'intera recensione).

Alla guida una donna, Sarah Cicolini, cuoca abruzzese, cuciniera giudaico-romanesca, con esperienze da Metamorfosi e Sbanco, che qui ritorna alla tecnica primordiale degli impasti, lieviti e brodi. Una cucina sincera, antica e moderna insieme, dedicata a chi vuole assaporare la tradizione rivitalizzata grazie all’estro di Sarah, coadiuvata da Mattia Bazzurri e dai due osti Giulia Fiorentini e Marco Sorrentino.

Cotica e fagioli

Cotica e fagioli

Qui si viene per assaporare ogni boccone “che riassume in sé una parte di vita, una passione amorosa o un viaggio” e per ritrovare un ambiente famigliare dove la parola d’ordine è convivialità. Da SantoPalato si mangiano pietanze che sanno di casa, fatte di pasta in brodo e stracotti di pecora, cannelloni e trippa alla romana, quinto quarto in chiave moderna, polenta e spuntature e puntarelle della Murgia, cotiche e fagioli, crostate di ricotta e visciole e tiramisù. Piatti cucinati e abbinati in maniera contemporanea, come la pizza bianca con la mortadella con vino e gazzosa, come si faceva una volta, la frittata di regaje di pollo o il pannicolo con agretti e maionese al rafano.

In un quartiere popolare, SantoPalato si candida a rappresentare l’osteria di un tempo, dalle stoviglie alle sedie Milano, con un'insegna al neon, in bella mostra all'esterno, che diventa un manifesto programmatico: “Trattoria”.

SantoPalato
Piazza Tarquinia 4a/b, Roma
Tel. +39.06.77207354
Prezzo medio 35 euro
Chiuso l'intero lunedì, a pranzo aperto solo sabato e domenica


Rubriche

Dall'Italia

Recensioni, segnalazioni e tendenze dal Buonpaese, firmate da tutti gli autori legati a Identità Golose