Identità Digitali: i nuovi contenuti della piattaforma di MAGENTAbureau e Identità Golose

Le video-lezioni, i talk, le masterclass in versione integrale per vivere ancora le emozioni di Identità Milano, e non solo…

24-11-2021
I protagonisti di alcuni dei nuovi contenuti video

I protagonisti di alcuni dei nuovi contenuti video disponibili sulla piattaforma Identità Digitali da mercoledì 24 novembre

Nuova settimana, nuovi video per Identità Digitali, la piattaforma online dedicata al mondo degli chef, della ristorazione e dell’ospitalità.

Per scoprire tutte le nuove tendenze dell'enogastronomia, il contenitore virtuale di MAGENTAbureau e Identità Golose mette a disposizione video, talk, approfondimenti e interviste esclusive rivolte ai grandi protagonisti della scena culinaria italiana e internazionale; si darà voce alle loro interazioni con attori provenienti da ambiti anche molto diversi, a confermare il potenziale della cucina quale efficace veicolo comunicativo.

Come già vi abbiamo ancipato nell'articolo a cura di Marialuisa Iannuzzi, Identità Digitali: da oggi nuove video-lezioni e masterclass, gli utenti potranno seguire in versione integrale i numerosi interventi dei relatori presenti all'edizione XVI di Identità Milano, il congresso internazionale degli chef, selezionando le categorie e i protagonisti preferiti. La piattaforma diventa, inoltre, uno spazio per promuovere tutte le attività e le iniziative speciali firmate MAGENTAbureau e Identità Golose, nonchè un archivio storico che ci consentirà di ricostruire l'inarrestabile evoluzione del pensiero culinario nel tempo.

Ma torniamo al presente, con il terzo rilascio dei contenuti esclusivi di Identità Digitali: quali novità troveremo da oggi?

Il video dell'intervento dello chef Riccardo Camanini del ristorante Lido 84, Gardone Riviera (Brescia)

Il video dell'intervento dello chef Riccardo Camanini del ristorante Lido 84, Gardone Riviera (Brescia)

Oltre ai contenuti presentati nelle scorse settimane, da mercoledì 24 novembre ci sarà l’opportunità di immergersi nel pensiero fine e concreto di Riccardo Camanini, chef del ristorante Lido 84 a Gardone Riviera, in provincia di Brescia. Attraverso un percorso di ricerca degli alimenti dimenticati dell’Alto Garda, Camanini riannoda le fila dei ricordi e riscopre il senso del proprio lavoro, rivolgendosi al lago e al suo circondario. Così, riceve la conferma di «quanto la parte immaginativa possa essere feconda anche nei momenti di crisi».

Sul palco di Identità Milano, tre interpreti del mare italiano, Pino Cuttaia (La Madia, Licata, Agrigento), Moreno Cedroni (Madonnina del Pescatore, Senigallia, Ancora) e Gianfranco Pascucci (Al Porticciolo, Fiumicino, Roma)

Sul palco di Identità Milano, tre interpreti del mare italiano, Pino Cuttaia (La Madia, Licata, Agrigento), Moreno Cedroni (Madonnina del Pescatore, Senigallia, Ancora) e Gianfranco Pascucci (Al Porticciolo, Fiumicino, Roma)

Dal lago ci sposta sul (e nel) mare di Gianfranco Pascucci, Moreno Cedroni e Pino Cuttaia in scena insieme, a Identità Milano, per raccontare la profondità della loro cucina, il valore inestimabile del Mediterraneo nel quotidiano sviluppo creativo: ognuno di loro, quindi, prepara un infuso, tre estratti che diventano, poi, una sola sostanza, ovvero il fil-rouge di una triade di piatti, uno per ciascuno chef. E dal mare al vento sul palco di Identità di Pasta: si chiama infattiVento del Mediterraneo, il simbolo dell’autenticità territoriale di Domingo Schingaro, del ristorante Due Camini a Borgo Egnazia, Fasano. Pasta ci verrebbe da dire, ma siamo davvero sicuri che tale sia, quel gomitolo verde avviluppato sotto un manto di pomodoro Regina?

Il pasticciere romano Fabrizio Fiorani assieme allo chef Ciccio Sultano del ristorante Duomo, 2 stelle Michelin a Ragusa Ibla

Il pasticciere romano Fabrizio Fiorani assieme allo chef Ciccio Sultano del ristorante Duomo, 2 stelle Michelin a Ragusa Ibla

Per i golosi dal “dente dolce”, invece, una deliziosa traccia dalla Pasticceria Italiana Contemporanea, con la leggiadria di Francesca Castignani della pasticceria Belle Hélène di Viterbo: le sue creazioni condensano l’amore per la tradizione, la preziosità del retaggio familiare e una significativa esperienza in Francia al fianco del maestro Pierre Hermé; l’appuntamento con Dossier Dessert e la strana coppia Ciccio Sultano e Fabrizio Fiorani, chef e cuoco del ristorante Duomo, 2 stelle Michelin, a Ragusa Ibla. Insieme ripercorrono la genesi della cucina, che origina da tre semplici ingredienti: grano, sale e olio. Più una rivelazione, semplificata proprio dalla presenza del duo, e dunque, «Solo grazie a grandi cuochi esistono grandi pasticcieri; raccontiamo un dessert, che vuole essere l’omaggio del pasticciere al cuoco».

Lara Gilmore, co-fondatrice della onlus benefica Food for Soul, Fabrizio Nonis, macellaio, giornalista e conduttore TV, e Jessica Rosval, chef del ristorante Casa Maria Luigia, Modena

Lara Gilmore, co-fondatrice della onlus benefica Food for Soul, Fabrizio Nonis, macellaio, giornalista e conduttore TV, e Jessica Rosval, chef del ristorante Casa Maria Luigia, Modena

Sulla scia della golosità, troverete i focus sull’evoluzione del gelato: anti-spreco quello di Marco Pedron, inno alla sostenibilità a base di pane, mentre con il giovane Gianluca Cavi della gelateria Magritte Gelati al Cubo, Fidenza, trionfo assoluto di crema. Proprio alla pasticceria e alla gelateria si ispirano, dopotutto, le conversazioni in tema di accoglienza di Identità di Sala. E poi ancora, Michelangelo Mammoliti, chef del ristorante La Madernassa che ricorre alla neurogastronomia quale personale principio creativo; la "scoperta" della cucina italiana di Jessica Rosval, chef canadese dell'Art Resort Casa Maria Luigia: folgorata dalla qualità degli ingredienti autentici del paniere nostrano, Jessica può ora proporre una nuova e ammirevole versione del Chicken Parmesan. Ma Identità Digitali è anche la pizza d'autore di Pier Daniele Seu dell'insegna romana, Seu Pizza Illuminati Francesco Martucci della pizzeria I Masanielli, a Caserta…

Infine, vale la pena annotarsi, tra i contenuti free (diversi i video disponibili senza necessità di sottoscrizione), il panel che inaugura un confronto inedito tra il mondo della politica, delle istituzioni e quello della cucina, circa l'importanza del comparto enogastronomico per il nostro paese.

Tutti i contenuti di Identità Digitali sono visibili sottoscrivendo un abbonamento annuale (valido per 12 mesi dal giorno dell’acquisto), al costo di 29.50 euro. Gli utenti potranno così usufruire anche delle successive release. Per qualsiasi informazione utile, consultare la pagina dedicata.

Godetevi lo spettacolo!


Rubriche

Primo piano

Gli appuntamenti da non perdere e tutto ciò che è attuale nel pianeta gola