Talento e filiera locale: l'Officina del Gusto di Reggio Calabria

Nel capoluogo si distingue il lavoro dello chef e patron Fortunato Aricò, abile nell'intercettare e preparare le bontà dei piccoli artigiani del luogo

29-08-2022
a cura di Andrea Radic
Fortunato Aricò de L’Officina del Gusto di Re

Fortunato Aricò de L’Officina del Gusto di Reggio Calabria, nell'orto di proprietà

Siamo nel centro storico di Reggio Calabria alle spalle del Teatro Francesco Cilea. Risalendo via Placido Geraci incontriamo L’Officina del Gusto dove Fortunato Aricò ha sviluppato il suo progetto di cucina. Chef e proprietario, Aricò ha scelto di comporre una propria personale filiera che si avvale di un ampio orto che coltiva sulle prime colline, l’allevamento diretto di capi di bestiame per la carne e la scelta di materie prime di eccellenza, provenienti da piccoli artigiani del gusto. Anche il pesce, rigorosamente stagionale, è di provenienza curata e locale. Amore e passione sono le leve che hanno spinto lo chef, autodidatta, a ricercare ed elaborare, proprio come in un’officina, una cucina di matrice concreta e ben definita.

Gli ortaggi compongono gustose entrée, lavorate con cotture essenziali e profumi mediterranei. Da provare il Flan di carote viola con salsa di patate e porri. Un grande classico resta la Parmigiana di Melenzane violetta di Longobardi cotta a vapore delicata ed elegante. In tavola giungono anche e sono di altissimo livello le Polpette cotte al sugo che già al primo assaggio riportano ciascuno di noi in un luogo che tutti possediamo nei nostri ricordi: “a casa” che sia della mamma, della nonna o della zia.

Pesce cotto...

Pesce cotto...

... e crudo

... e crudo

Tra i primi piatti da provare senza indugi i Ravioloni con ripieno di caciocavallo di Ciminà e melanzane Violetta di Longobardi e i Maccheroncini al ferretto con pachino, cacio e 'nduja o quelli con la ventresca di tonno. Dal mare una scelta di “crudi” sontuosa che segue la giornata di pesca, un fritto essenziale, semplice nella forma, ma perfetto per leggerezza e cottura. Il tonno, quando le correnti lo portano, viene scottato e accompagnato dalle cipolle di Tropea caramellate. Non serve altro.

Fortunato Aricò è da tempo un innovatore della proposta gastronomica della città e non smette mai di declinare la sua passione per le materie prime calabresi, con saggezza è solidità. La carne è, come il pesce, proposta a seconda dei tagli e nelle sue accezioni più gustose. In autunno regna il Brasato al Magliocco, vitigno calabrese che dona identità. A concludere sorbetti e semifreddi di livello con sapiente uso degli agrumi locali e delle mandorle. Il ristorante è accogliente con tavoli ampi nella sala interna e un piacevole respiro esterno. Servizi attento e cortese, con un sorriso in più che rende il tutto più allegro.

La cantina di Fortunato è generosa come lui, ampia scelta di vini del territorio e viaggio enologico italiano di bella soddisfazione. Idea interessante: le bottiglie allineate sugli scaffali con indicazione del prezzo, sostituiscono la carta dei vini per rendere più libera la ricerca dell’etichetta preferita.

L'Officina del Gusto
via Placido Geraci, 17
Reggio Calabria
+390965332830
Prezzo medio: 45 euro
Chiuso domenica, aperto solo la sera


Rubriche

Dall'Italia

Recensioni, segnalazioni e tendenze dal Buonpaese, firmate da tutti gli autori legati a Identità Golose