16-05-2022

Cucina e lievitati: il nuovo corso di Aurora Mazzucchelli

Sasso Marconi: da pochi mesi, il ristorante Marconi è diventato Casa Mazzucchelli. Il nuovo format sforna pizze (di 5 impasti diversi) che sono veri e propri piatti

Aurora, Mascia e Massimo di Casa Mazzucchelli, evo

Aurora, Mascia e Massimo di Casa Mazzucchelli, evoluzione del ristorante Marconi, a Sasso Marconi (foto www.casamazzucchelli.com)

Il ristorante Marconi di Sasso Marconi, una delle poche stelle Michelin del Bolognese, ha da poco lasciato spazio a un progetto totalmente incentrato sull’arte bianca e il mondo dei panificati. Aurora Mazzucchelli ha ampiamente esplorato questo mondo grazie a Mollica Forno e Ristoro, inaugurato nel 2016. Qui, nei locali adiacenti a Casa Mazzucchelli, è possibile fermarsi per colazione e per pranzo o per acquisire pane a lievitazione naturale, prodotti di pasticceria e biscotteria.

Casa Mazzucchelli è nata tra le mura che hanno ospitato dal 1990 i tavoli del Marconi, ristorante aperto nel 1983 dai genitori della chef sulla prima zona collinare dell’Appennino Bolognese, a Sasso Marconi, e, come quest’ultimo, è un progetto frutto di una passione di famiglia. Aurora, Massimo, Mascia e Maria da settembre dello scorso anno hanno deciso di intraprendere una nuova avventura, spinti dal desiderio di trasmettere la loro idea di ospitalità “come a casa”.

L’ambiente è rimasto lo stesso del ristorante Marconi: caratterizzato da una proiezione verso l’orto e il giardino grazie alle ampie vetrate, è raffinato, curato, e minimale quanto basta, confortevole così come lo è per eccellenza l’alimento pizza. Farine italiane e solide tradizioni bolognesi e siciliane sono la chiave di lettura del menu di Aurora, che sforna pizze che sono veri e propri piatti: ha cambiato il modo servire i suoi signature dishes che qui si uniscono ai lievitati.

Asino battuto al coltello, focaccia integrale, mandorla, capperi, pomodoro candito e cioccolato 72%

Asino battuto al coltello, focaccia integrale, mandorla, capperi, pomodoro candito e cioccolato 72%

Piccione brasato, focaccia bianca, scamorza affumicata, cavolo nero e saporetto

Piccione brasato, focaccia bianca, scamorza affumicata, cavolo nero e saporetto

Baccalà mantecato, focaccia al mais, ketchup di peperone soffiato di cotenna di maiale e cialda di polenta

Baccalà mantecato, focaccia al mais, ketchup di peperone soffiato di cotenna di maiale e cialda di polenta

Il panificato, infatti, non è solo una base funzionale all’accompagnamento degli ingredienti, ma concorre esso stesso all’equilibrio del piatto, diventa elemento caratterizzante e imprescindibile di ogni ricetta. A ogni pizza, infatti, viene abbinato uno dei cinque tipi di impasto, quello più adatto all’esaltazione delle materie prime.

La carta di Casa Mazzucchelli si divide tra terra e mare, e propone due percorsi degustazione: Attimi di Cucina, sei assaggi a scelta, e Momento Contemporaneo che si compone di sette assaggi a sorpresa e un dessert. Nella cucina di Aurora Mazzucchelli convivono due anime: quella mediterranea legata alla Sicilia, terra di origine della mamma, e quella più piena ed elaborata che caratterizza i piatti della tradizione bolognese, che ha ereditato dal papà cuoco.

Da un lato, quindi, i prodotti del territorio, la tradizione carnivora locale insieme alla ricerca gastronomica e l’esperienza della chef danno vita a pizze come Lumaca di terra, focaccia integrale, pesto di prezzemolo e pomodoro capuliato; Animelle al burro, impasto alla romana, salsa bernese, crema di cavolfiore e la sua infiorescenza in conserva e Quaglia: pancetta di Mora Romagnola, impasto alla romana, crema di Parmigiano Reggiano alla lavanda, noce moscata e mandorle. Poi c’è il mare, con i sapori di Sicilia, come quelli che si ritrovano in Seppia gratinata, focaccia integrale, fonduta di formaggio ragusano e limone e Salmone BBQ, un pane in cassetta multicereali con maionese alla verbena e chutney all’arancia.

Ananas in raviolo con ricotta vaccina, uvetta, pinoli e caviale di caffè Sidamo

Ananas in raviolo con ricotta vaccina, uvetta, pinoli e caviale di caffè Sidamo

Congresso di Identità Milano 2022: Aurora Mazzucchelli riceve il premio "Identità di Cottura". A premiarla Claudio Ceroni e Mario Moretti, amministratore delegato di Moretti Forni 

Congresso di Identità Milano 2022: Aurora Mazzucchelli riceve il premio "Identità di Cottura". A premiarla Claudio Ceroni e Mario Moretti, amministratore delegato di Moretti Forni 

Ad accompagnare la carta di Casa Mazzucchelli, una proposta più classica dal laboratorio di Forno Mollica dedicata ai puristi della pizza che si compone di tre pizze al piatto: Burrata e prosciutto crudo, Pomodoro e fiordilatte e Pomodoro, acciughe e capperi. Si conclude con una selezione di dessert tra cui troviamo alcuni signature del Marconi, come l’equilibrassimo Ananas in raviolo con ricotta vaccina, uvetta, pinoli e caviale di caffè Sidamo.

Il servizio in sala e l’ospitalità è in mano a Massimo e Mascia Mazzucchelli, fratelli di Aurora. Massimo è il trait d'union con la cucina: a lui il compito di esaltarne le creazioni grazie a una cantina che ospita circa 600 etichette.


Dall'Italia

Recensioni, segnalazioni e tendenze dal Buonpaese, firmate da tutti gli autori legati a Identità Golose

Maria Vittoria Caporale

a cura di

Maria Vittoria Caporale

Classe '96, cresciuta dove la tradizione gastronomica è culto: Bologna, la Grassa. Dopo una laurea in Scienze Gastronomiche e un Master in Food & Wine oggi è contributor per la Guida ai Ristoranti e segue come consulente la comunicazione e i progetti di realtà F&W. A tavola è il suo posto preferito: è lì che il cibo si esprime e accadono meraviglie.

Consulta tutti gli articoli dell'autore