Stefano Ciotti rifà il Nostrano (e apre un pop-up all'hotel Excelsior)

Il 48enne romagnolo, impegnato fino a giovedì 4 novembre in via Romagnosi, ci svela i suoi prossimi piani pesaresi

03-11-2021
Stefano Ciotti, 48 anni, chef del ristorante Nost

Stefano Ciotti, 48 anni, chef del ristorante Nostrano, Pesaro, una stella Michelin. E' autore di 3 cene a Identità Golose Milano, dal 2 al 4 novembre. Informazioni e prenotazioni a questo link

“Dopo le chiusure causate dalla pandemia il nostro locale ha ripreso a funzionare molto bene. Proprio per non dar nulla per scontato, dopo 7 anni, io la mia compagna e socia Giorgia abbiamo deciso di rifare i connotati del ristorante. Non abbiamo investitori dietro, è sulle nostre spalle e ricchi non diventeremo, ma che importa?”.

E’ uno Stefano Ciotti molto carico quello che stiamo apprezzando in questi giorni a Identità Golose Milano (ultime 2 di cene 3 cene complessive, questa sera e domani sera, mercoledì 3 e giovedì 4 novembre). Un mestiere sostenuto dalle sicurezze costruite in principio al fianco di maestri del calibro di Alfonso Iaccarino, Luigi Sartini o Gianfranco Vissani e poi in proprio per gli ultimi 17 anni: dal 2004 al Carducci 76/Vicolo Santa Lucia di Cattolica (Rimini) e dall’agosto 2015 al Nostrano di Pesaro, avventura bissata 3 anni dopo in Qatar, ristorante Veritas, contenuto nel Marriott di Doha.

Proprio l’ammiraglia sul lungomare adriatico sta conoscendo in questi giorni di chiusura stagionale importanti lavori di lifting: “Daremo ancora più valore al ferro, al legno e a tutti i dettagli artigianali degli inizi con un progetto firmato dall’architetto Andrea Trebbi, un caro amico di Cattolica. Il ferro arrugginito diventerà ottone, l’insonorizzazione sarà rivista completamente, rifaremo tutti bagni. Ma non fatemi svelare altri dettagli. Di certo saranno cambiamenti importanti, dal punto di vista dell’estetica e della funzionalità. Spero di inauguraro il nuovo assetto entro gennaio”.

Di qui al nuovo anno non se ne starà certo con le mani in mano: “Da metà dicembre a fine gennaio stiamo preparando il temporary di Nostrano: con tutto il nostro staff cucineremo all’hotel Excelsior di Pesaro (5 stelle lusso, ndr), in attesa che il nostro termini i lavori”.

In bocca al lupo. Dopo le anticipazioni di ieri, vale la pena  rinfrescare la memoria sul percorso di 6 piatti che da ieri tiene incollati alla sedia i clienti milanesi. Un menu a prevalenza mare (ma non solo), caratterizzato da cotture calibrate, soluzioni soavemente creative, spirito ludico e intelligenza. I dettagli qui sotto, nelle foto di Chiara Bondì.

Tonno, pistacchio, succo di oliva tenera ascolana

Tonno, pistacchio, succo di oliva tenera ascolana

Gamberi rosa, funghi, patate, tè nero, alloro e tartufo nero

Gamberi rosa, funghi, patate, tè nero, alloro e tartufo nero

Cavoli, frutti di mare e maionese d’ostrica

Cavoli, frutti di mare e maionese d’ostrica

Risotto al pecorino dei Monti Sibillini e verdicchio, crema di zucca, burro alle noci e cioccolato bianco Valrhona

Risotto al pecorino dei Monti Sibillini e verdicchio, crema di zucca, burro alle noci e cioccolato bianco Valrhona

Dessert: la Moretta Fanese

Dessert: la Moretta Fanese


Rubriche

Identità Golose Milano

Racconti, storie e immagini dal primo Hub Internazionale della Gastronomia, in via Romagnosi 3 a Milano