Jeremy Chan, figlio del mondo

Nato a Hong Kong, laurea in filosofia, cucina dai forti influssi africani. Conosciamo lo chef di Ikoyi, protagonista a Identità

11-02-2019 | 12:00
Jeremy Chan, chef di Ikoyi a Londra, una stela Mic

Jeremy Chan, chef di Ikoyi a Londra, una stela Michelin. E' tra i protagonisti del format "Contaminazioni", sabato 23 marzo 2019 a Identità Golose

Jeremy Chan, classe 1987, parla un italiano quasi perfetto – l’avrà imparato lavorando in qualche cucina italiana? Macché, guardando film e leggendo Pirandello e l’Inferno dantesco – e non ha paura di ripetere più e più volte le parole e i concetti che ritiene fondamentali per far capire l’essenza della sua cucina – tra i più frequenti: deliciousness, che tradotto suona pressappoco come “squisitezza”, poi “integrità”, “coerenza”, “non pretenziosità” – evitando gli slogan a effetto.

Ci tiene a non essere frainteso, forse perché gli sta stretta l’etichetta di West African che è stata un po’ sbrigativamente affibbiata alla sua cucina; l’equivoco nasce dal fatto che nel ristorante aperto nel 2017 a Londra, tra Piccadilly e Trafalgar, con il socio e amico d’infanzia Iré Hassan-Odukale – nato a Lagos, Nigeria, nell’elegante quartiere di Ikoyi cui rimanda il nome dell’insegna – Jeremy ha deciso di concentrare le sue sperimentazioni gastronomiche su ingredienti di quella parte del mondo, poco noti ai nostri palati e dunque molto stimolanti per uno chef con l’animo da ricercatore (inteso più alla Isaac Newton che all’Indiana Jones) come il suo. E anche perché è in generale refrattario alle catalogazioni e alle definizioni tagliate con l’accetta.

Per esempio, è stato invitato tra i relatori del congresso per il nuovo format Contaminazioni – in programma sabato 23, in Sala Blu – e di certo non si è tirato indietro, ma ci tiene a specificare: “Non considero la mia una cucina contaminata, per me in questo termine c’è un senso negativo che indica l’inquinare, il distruggere qualcosa. Capisco l’idea della contaminazione gastronomica in prospettiva mondiale alla base del format; ma quello che facciamo da Ikoyi ha più a che fare con la creatività personale, con la mia interpretazione di colori, sapori e consistenze che voglio trasmettere nella maniera più immediata possibile”.

L'insegna londinese (foto Ratensperger)

L'insegna londinese (foto Ratensperger)

Così, mano a mano che parliamo con questo chef con viso da ragazzino e la profondità di pensiero di un vecchio saggio – che, prima di decidere di applicarsi anima e corpo alla cucina, facendo la gavetta con nomi come Rene Redzepi, Claude Bosi e Ashley Palmer Watts nella parte dell’apprendista silenzioso e diligente, si è laureato con lode a Princeton in Lingue e filosofia e ha lavorato come analista finanziario – tracciamo altre linee nere su molte delle parole più usate nelle narrazioni gastronomiche contemporanee.

Per esempio, memoria. “La memoria è importante ma è qualcosa di personale; io ho un grande archivio di sapori e texture nella mia mente, sono piuttosto ossessivo nell’imparare e ricordare e grazie a quello riesco a creare ricette e abbinamenti tra ingredienti che funzionano senza bisogno di fare prove. Ma questo non deve necessariamente trasparire, quello che conta è soprattutto il risultato, il gusto profondo del piatto che viene percepito dal cliente dandogli soddisfazione. Il mio obiettivo è creare un piatto che sia un’esperienza ma in maniera non pretenziosa, mettendo in evidenza la deliciousness dei prodotti che utilizzo senza dover per forza aggiungere complessità”. Notevole, in un mondo dove gran parte degli chef aspira al ruolo di guru gastronomico, e non solo. “Non mi piace l’idea dello chef come un dio del sapore. La cucina per me deve risultare accessibile, immediata; questo è l’obiettivo culturale del cibo”.

Le pur inevitabili influenze dei cibi che ha mangiato e amato nel corso della sua vita – inclusa parecchia cucina italiana – sono difficilmente individuabili nei suoi piatti, così come gl’intrecci genetici sono appena percettibili nei tratti somatici di questo ragazzo del North West inglese. Dunque, non aspettatevi racconti sulla cucina della nonna, avvincenti storie sulla sua infanzia multiculturale o su illuminanti epifanie gastronomiche nigeriane.

Platano, lampone e Scotch Bonnet affumicato (foto Clerkenwell Boy)

Platano, lampone e Scotch Bonnet affumicato (foto Clerkenwell Boy)

“Non amo particolarmente la cucina africana” confessa senza imbarazzo, e non ha sentito la necessità di immergersi in usi e costumi locali o di apprendere i segreti delle massaie di Lagos. Certo, ha visitato il Paese con Irè per assaggiare piatti e prodotti ma i loro studi si sono concentrati soprattutto sui libri della British Library, sugli approfondimenti accademici con il professor James McCann della Boston University – esperto di storia dei cereali e di cucina africana –, sulla collaborazione con l’Umami Information Centre, una piattaforma online fondata in Giappone, sullo studio della pubblicazione medica African Ethnobotany in the Americas.

E Chan si prende pure la licenza di mettere in menu preparazioni tradizionali senza preoccuparsi troppo della loro corrispondenza filologica; come il maafe, ricetta diffusa in tutta l’Africa Centrale e Occidentale che indica uno stufato o una salsa a base d’arachidi, da lui reinterpretato in una salsa di carote rosse della Normandia densa e avvolgente, arricchita dal collagene del brodo di piede di vacca, che, insieme a un’altra salsa di carote dalla consistenza setosa e leggera e dal gusto lievemente acidulo dato dall’aceto di Chardonnay e del frutto disidratato del baobab, accompagna il filetto di manzo appena scottato.

“Non è un maafe, ma mi piaceva l’idea del maafe”, spiega. “A me interessano i prodotti, non il contesto. Non parto da un’idea fissa ma ricerco la mia interpretazione personale che dia vita a sapori oggettivamente buoni; voglio che ogni mio piatto offra un’esperienza a chi lo mangia ma non in maniera pretenziosa. Le mie ricette nascono dai miei sogni, e da una specie di “feticismo” per gli ingredienti, ma la mia interpretazione deve prima di tutto far contento chi lo mangia. Così, per me il platano è un ingrediente e basta, non un ingrediente africano”.

È proprio il platano che apre e chiude il bel menu degustazione proposto in questo momento da Ikoyi (ma cambia spesso, la portata iniziale è l’unica presente sin dall’apertura), una sequenza di piatti all’apparenza semplici ma capaci di giocare su diversi livelli percettivi, mescolando consistenze, acidità, note umami e toni “bruciati” tenendo come filo conduttore la sensazione piccante modulata di volta in volta. Si parte con il platano fritto ricoperto con polvere di lamponi disidratati, accompagnato da una potentissima salsa al peperoncino Scotch Bonnet che suona come una vera e propria sveglia per il palato e attira l’attenzione del commensale sul piatto (e, con lieve sadismo, Chan aggiunge: “Mi piace far soffrire un po’ chi mangia da me, la vita è un insieme di sofferenza e piacere”).

Con il partner Iré Hassan-Odukale (foto london.eater.com)

Con il partner Iré Hassan-Odukale (foto london.eater.com)

Si finisce, invece, con un morbido e rinfrescante gelato al platano surmaturo con rabarbaro marinato e custard al malto. Nel mezzo, tra le altre portate, c’è anche una strepitosa verza prima cotta la vapore fino al cuore, raggiungendo una consistenza quasi cremosa, poi caramellizzata nella padella rovente con del burro alla curcuma, contrastando il cuore fondente con l’esterno croccante e amaro, ma anche leggermente acido – con la crosta creata dal burro che allo chef ricorda un po’ il classico cheese sandwich tostato – e  insieme anche dolce, sapido e umami sottolineato dalla salsa di funghi e arachidi e dall’inserimento di qualche pezzetto di kumquat confit.

“Amo la verza e questo piatto per me è il modo migliore per cucinarla esaltando il suo sapore naturale e il gusto primario, complesso ma diretto, della salsa, creando un’esperienza perfetta in bocca. È un po’ la sintesi di quello che voglio fare: no bullshit, ma con sapore”.

Ikoyi
1 St James's Market
St. James's, Londra
Regno Unito
+442035834660
Menu degustazione: 60 sterline
Chiuso domenica

Leggi anche
La scheda di Ikoyi


Rubriche

Dal Mondo

Recensioni, segnalazioni e tendenze dai quattro angoli del pianeta, firmate da tutti gli autori legati a Identità Golose


Iscrizione alla newsletter

Per iscriversi compilare il modulo sottostante in tutte le sue parti.

Sarà nostro piacere tenervi costantemente informati.






Selezionare la newsletter a cui ci si vuole iscrivere.


Selezionare la categoria in cui vi identificate per lavoro o semplice passione e curiosità.



INFORMAZIONI SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

1) INTRODUZIONE

La società Identità Web S.r.l. (P.I. e C.F. 07845670962), con sede legale in Corso Magenta, 46 - 20123 Milano, informa gli utenti che i dati personali forniti da ciascuno nell’utilizzo del sito web www.identitagolose.it, anche raggiungibile tramite il dominio .com (di seguito, “Sito”), saranno oggetto di trattamento nei termini di seguito descritti che costituiscono la presente Informativa sulla Privacy (di seguito “Informativa”), resa anche ai sensi del Regolamento UE n. 2016/679 (di seguito, “Regolamento”).
La presente Informativa è resa esclusivamente per il Sito e non si applica per eventuali altri siti web che siano raggiungibili dagli utenti tramite link presenti sul Sito.

2) TITOLARE E RESPONSABILE DEL TRATTAMENTO

Titolare del trattamento dei dati personali è la società Identità Web S.r.l. (P.I. e C.F. 07845670962), con sede legale in Corso Magenta, 46 - 20123 Milano (di seguito, “Titolare”), la quale potrà essere contattata scrivendo all’indirizzo e-mail: info@identitaweb.it. Responsabile del trattamento è il soggetto nominato pro tempore dal Titolare, il cui nominativo è consultabile presso la sede legale del Titolare.

3) TIPOLOGIA DEI DATI TRATTATI

Il Titolare raccoglie dati personali individualmente identificabili inviati dagli utenti attraverso l’utilizzo del Sito, ed altri dati non individualmente identificabili raccolti attraverso i Cookies.
Il Titolare raccoglie dati personali dagli utenti che utilizzano il Sito e quindi, a titolo esemplificativo e non esaustivo, dagli utenti che si iscrivono alla newsletter del Sito, dagli utenti che si iscrivono all’area riservata del Sito, anche per l’acquisto di titoli di ingresso ai congressi e alle altre iniziative di Identità Golose. Sempre a titolo esemplificativo e non esaustivo, tali dati personali possono consistere in:

  • nome e cognome dell’utente;
  • indirizzo di posta elettronica dell’utente;
  • indirizzo di fatturazione dell’utente,
  • indirizzo di residenza o di domicilio dell’utente;
  • numero di telefono dell’utente;
  • dati relativi alla carta di credito utilizzata dall’utente;
  • professione o interessi dell’utente.

I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del Sito acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Si tratta di informazioni che non sono raccolte per essere associate a interessati identificati, ma che per loro stessa natura potrebbero, attraverso elaborazioni ed associazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli utenti.
In questa categoria di dati rientrano gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli utenti che si connettono al Sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l’orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server (buon fine, errore, ecc.) ed altri parametri relativi al sistema operativo e all’ambiente informatico dell’utente.
Questi dati vengono utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull’uso del Sito e per controllarne il corretto funzionamento e vengono cancellati immediatamente dopo l’elaborazione. I dati potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del Sito: salva questa eventualità, i dati sui contatti web non persistono per più di sette giorni. 
Il Titolare dichiara che tutti i dati vengono sempre e comunque trattati nel rispetto dei diritti alla riservatezza degli interessi, nonché delle garanzie e delle misure necessarie prescritte dal Regolamento e dai provvedimenti dell’Autorità Garante della Privacy.

4) MODALITÁ DEL TRATTAMENTO

Il trattamento dei dati personali potrà avvenire mediante strumenti elettronici e/o manuali, con modalità compatibili alle finalità dello stesso e nel rispetto di tutte le misure di sicurezza prescritte dalla normativa vigente, al fine di garantire la riservatezza, la sicurezza e l’integrità dei suddetti dati. 
Il trattamento dei dati di navigazione quali i cookie vengono trattati in conformità alla Cookie Policy consultabile al seguente link (http://www.identitagolose.it/sito/it/195/cookie-policy.html), ove sono disponibili ulteriori informazioni, incluse le modalità di disattivazione dei cookie stessi.

5) OBBLIGATORIETÀ DEL CONFERIMENTO DEI DATI – BASE GIURIDICA DEL TRATTAMENTO

Il conferimento di taluni dati personali è necessario, e quindi obbligatorio, per poter dare corso a specifiche richieste degli utenti. 
Gli utenti sono sempre liberi di non fornire i dati personali richiesti ma in tal caso potrebbe essere impossibile per il Titolare soddisfare le richieste ricevute dagli utenti come, a titolo esemplificativo e non esaustivo, inviare le newsletter o portare a termine il processo di acquisto on-line dei servizi offerti sul Sito.
Il conferimento dei dati personali è obbligatorio per le seguenti modalità di utilizzo del Sito da parte degli utenti:

  • l’iscrizione alla newsletter del Sito (sono necessari nome e cognome, interesse o professione dell’utente e suo indirizzo e-mail);
  • la registrazione sul Sito per l’apertura di un account personale (sono necessari nome, cognome, indirizzo e-mail, password, indirizzo di residenza);
  • l’acquisto dei titoli di ingresso ai congressi e alle altre iniziative di Identità Golose (sono necessari nome, cognome, indirizzo, recapito telefonico, e-mail, password, dati relativi alla carta di credito o ad altra modalità di pagamento dei servizi acquistati).

Il Titolare potrebbe richiedere anche altri dati il cui conferimento è facoltativo, per il trattamento dei quali è richiesto il consenso degli utenti, che possono prestarlo o meno. Il consenso può essere prestato attraverso l’utilizzo del Sito, come, a titolo esemplificativo e non esaustivo, nei form per l’iscrizione alla newsletter o per la registrazione di un nuovo account personale, o al momento dell’effettuazione di un ordine di acquisto di servizi disponibili sul Sito.  
I dati il cui conferimento è obbligatorio saranno trattati per le seguenti finalità primarie:

  • consentire l’utilizzo del Sito da parte degli utenti;
  • garantire la registrazione all’area riservata del Sito, ove l’utente può usufruire dei servizi ivi presenti, incluso l’acquisto di titoli di accesso ai congressi e alle altre iniziative di Identità Golose;
  • inviare le newsletter agli utenti che ne facciano richiesta compilando l’apposito form sul Sito;
  • svolgimento di ordinarie attività gestionali, contabili e amministrative;
  • adempimento di obblighi previsti dalla legge, siano essi di natura fiscale, amministrativa, contrattuale o extracontrattuale;
  • tutela dei diritti del Titolare e del proprio personale;
  • elaborazione in forma anonima e/o aggregata dei dati stessi a fini statistici, per il monitoraggio dell’andamento del Sito e per elaborare statistiche anonime e/o aggregate in merito agli interessi degli utenti del Sito.

In tutti i casi sopra elencati, il Titolare non necessita di acquisire lo specifico consenso da parte dell'utente, poiché la base giuridica del trattamento è la necessità di eseguire obblighi contrattuali (la vendita dei servizi disponibili sul Sito) o di adempiere a specifiche richieste dell'utente (l'invio di newsletter e la fruizione dei contenuti del Sito) o di esercitare diritti e perseguire interessi legittimi del Titolare.

6) TEMPI DI CONSERVAZIONE DEI DATI

I dati personali raccolti dal Titolare saranno trattati con supporti elettronici e saranno conservati presso il Titolare esclusivamente fino a quando gli utenti manterranno l’iscrizione alla newsletter del Sito e/o il proprio account personale sul Sito, fatti salvi eventuali tempi di conservazione diversi imposti dalla legge.
Trascorsi tali tempi di conservazione, i dati personali saranno cancellati automaticamente oppure resi anonimi in modo permanente.

7) COMUNICAZIONE DI DATI DI ALTRI SOGGETTI DA PARTE DELL’UTENTE

Gli utenti prendono atto che l’eventuale indicazione di dati personali e di contatto di qualsiasi terzo soggetto costituisce un trattamento di dati personali rispetto al quale gli utenti si pongono come autonomi titolari, assumendosi tutti gli obblighi e le responsabilità previste dal Regolamento. Gli utenti garantiscono sin d’ora che tali dati sono stati acquisiti in piena conformità al Regolamento e si impegnano a manlevare il Titolare da ogni contestazione, pretesa e azione che qualsivoglia terzo soggetto dovesse muovere nei confronti del Titolare medesimo.

8) COMUNICAZIONE DEI DATI A SOGGETTI TERZI

Possono venire a conoscenza dei dati personali di cui alla presente informativa, in qualità di responsabili o incaricati del trattamento, i dipendenti del Titolare, ciascuno limitatamente alle proprie competenze e mansioni e sulla base dei compiti assegnati e delle istruzioni impartite.
Il Titolare ha la facoltà di comunicare i dati personali degli utenti, per le finalità primarie di cui sopra, a qualsiasi soggetto il cui intervento nel trattamento sia necessario per le ordinarie attività gestionali, contabili e amministrative, quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo: 

  • società del gruppo;
  • a terzi fornitori dei servizi richiesti al solo fine di eseguire la prestazione richiesta;
  • a società di servizi postali,
  • a istituti bancari e intermediari finanziari,
  • a studi legali e notarili,
  • a consulenti, anche in forma associata,
  • a società di servizio,
  • nonché ad altri soggetti in ottemperanza a eventuali obblighi di legge.

I dati trattati per le finalità qui indicate potranno essere comunicati, sempre nel rispetto delle specifiche misure di sicurezza, a soggetti terzi, appositamente designati quali responsabili o incaricati, dei quali il Titolare potrebbe avvalersi per servizi vari (servizi postali, assistenza tecnica e informatica, e simili).
In taluni specifici casi i dati personali potrebbero essere anche trasferiti all’estero, presso soggetti aventi sede anche in paesi al di fuori dell’Unione Europea. In tale eventualità, il trasferimento di dati all’estero avverrà adottando le clausole contrattuali prescritte dalla decisione del 5 febbraio 2010 della Commissione Europea, nonché in modo da fornire garanzie appropriate e opportune ai sensi degli artt. 46 o 47 o 49 del Regolamento.
Il Titolare dichiara di non raccogliere dati personali per rivenderli o trasferirli a terzi a fini di marketing. In nessun caso i dati personali oggetto della presente informativa potranno essere diffusi.

9) DIRITTI DELL’INTERESSATO

Gli utenti (o “interessati”, come definiti dal Regolamento) possono in qualsiasi momento rivolgersi al Titolare per esercitare i diritti previsti dagli articoli 15 e seguenti del Regolamento. 
Gli utenti hanno il diritto di ottenere in qualsiasi momento la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che li che riguardino, di conoscerne il contenuto e l’origine, verificarne e chiederne l’integrazione, l’aggiornamento oppure la rettificazione. Gli utenti hanno altresì il diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, la limitazione del trattamento dei propri dati personali, affinché siano unicamente conservati dal Titolare, nelle ipotesi previste dall’art. 18 del Regolamento, la portabilità dei propri dati personali, nonché di opporsi, in ogni caso al loro trattamento. 
L’utente ha anche diritto di proporre un reclamo al Garante della Privacy (autorità di controllo), ai sensi dell’art. art 77 del Regolamento, nonché di revocare il proprio consenso in qualsiasi momento, senza che ciò pregiudichi la liceità del trattamento basato sul consenso prestato prima della revoca, ai sensi dell’art. 7.3 del Regolamento.
Per l’esercizio di tali diritti, o per ottenere qualsiasi altra informazione in merito, le richieste vanno rivolte via email al seguente indirizzo: info@identitaweb.it.

10) MODIFICHE ALLA PRESENTE INFORMATIVA SULLA PRIVACY

Il Titolare si riserva di modificare la presente informativa sulla privacy, comunicandolo agli utenti e richiedendo il consenso ove previsto dalla normativa vigente.

Attenzione!