I ristoranti dell'estate: l'Appennino tra Abruzzo, Basilicata e Puglia

Tredici ristoranti, altrettante tappe golose per accompagnare una lenta discesa verso il Sud Italia seguendo le montagne

31-08-2017
Niko Romito, sul palco di Identità Golose. Con il

Niko Romito, sul palco di Identità Golose. Con il suo Reale Casadonna (e non solo...) è un punto di riferimento assoluto per la ristorazione italiana

In queste settimane su Identità Golose tutti i migliori ristoranti d'Italia nei luoghi di villeggiatura. Oggi proseguiamo la nostra strada sull'Appennino (e dintorni), attraversando Abruzzo, Basilicata e Puglia...

REALE CASADONNA - Castel di Sangro (L'Aquila) - Casadonna, +39.0864.69382, contrada Santa Liberataristorantereale.it 
Quando pensi a Niko Romito, capita di interrogarsi su una questione: dove trova il tempo per fare tutto quello che fa? La creatività del ristorante, le stanze nuove di Casadonna(ora aumentate a 10), la colazione migliore d’Italia, Niko Romito Formazione, Spazio (Milano, Roma, Rivisondoli e in futuro anche oltre i confini), Bomba a Napoli, IN - il progetto di cucina per gli ospedali… Che il ragazzo pensi e disponga anche quando dorme? È possibile. Leggi l'intera recensione di Gabriele Zanatta

ZUNICA 1880piazza Filippi Pepe, 14, Civitella del Tronto (Teramo), +39.0861.91319, hotelzunica.it 
Spingersi sulle montagne abruzzesi per visitare la rocca di Civitella del Tronto risulta sempre una ritemprante esperienza sensoriale. Al riparo dalla frenesia urbana, in uno dei borghi più belli d'Italia, si celebrano gesti e usanze gastronomiche sospese nel tempo. In questa piccola frazione devota alla pace dei sensi, il ristorante di Daniele Zunica protegge da anni un'identità culinaria radicata nella tradizione locale, ravvivata da intriganti spunti contemporanei. Leggi l'intera recensione di Lorenzo Sandano

MAMMAROSSA via Garibaldi, 388, Avezzano (L'Aquila), +39.0863.33250, mammarossa.it 
C'è l'orto contadino e c'è la casa del fuoco dove cuociono il pane e le carni; c'è un bel locale di design (pubblicato da diverse riviste di architettura) e poi ci sono loro, Franco Franciosi e sua sorella Daniela che rappresentano le anime di questo ristorante nato dalla passione di entrambi, provenienti da professioni diverse e folgorati sulla via della ristorazione, ma consapevoli che la complessità di questa attività impone umiltà, aggiornamento continuo e rigorismo applicativo. Leggi l'intera recensione di Massimo Di Cintio

Lanfranco Centofanti, L'angolo d'Abruzzo

Lanfranco Centofanti, L'angolo d'Abruzzo

L'ANGOLO D'ABRUZZOpiazza Aldo Moro, 8, Carsoli (L'Aquila), +39.0863.997429, langolodiabruzzo.it 
Orgoglio contadino, verità alimentare, qualità del territorio, continuità dei sapori. Sono alcuni dei tanti principi che ispirano la conduzione del ristorante della famiglia Centofanti. Potrete leggerli nel menu, vi saranno spiegati, ma soprattutto li troverete in ogni piatto. ValerioValentina e papà Lanfranco hanno scelto di puntare tutto sulla concretezza e sulla genuinità dei sapori. Non un passo indietro, semmai una riflessione sul concetto di creatività e di identità del luogo. Che parla di erbe e verdure spontanee, di salumi e formaggi, di carni ovine e polli nostrani, e soprattutto di funghi e tartufi che, nei periodi consacrati, potranno accompagnare l'intero pasto. Leggi l'intera recensione di Massimo Di Cintio

IL RITROVO D'ABRUZZOcontrada Bosco, 16, Civitella Casanova (Pescara) - Vestea, +39.085.8460019, ilritrovodabruzzo.it 
Lo abbiamo visto crescere, riflettere e ripartire. Cristian Di Tillio è uno di quei cuochi di nuova generazione dai quali tutti si attendono prima o poi la definitiva consacrazione. Perchè gli ingredienti ci sono tutti: fantasia, sensibilità, tecnica, voglia di confrontarsi e quel pizzico di umiltà che non fa mai male. Cosa manca dunque? Poco, forse un lungo viaggio, un'esperienza che lo distacchi dalla quotidianità e che gli consenta di dare solidità alle sue belle idee. Leggi l'intera recensione di Massimo Di Cintio

LA BANDIERAcontrada Pastini, 4, Civitella Casanova (Pescara), +39.085.845219, labandiera.it 
Esistono dei luoghi in cui perdersi magicamente, lasciando fuori la porta l'irruenza della campagna selvaggia e aspra. E' proprio qui che il ticchettio delle lancette si fa lento e silenzioso, perché nulla conta di più che abbandonarsi a un lungo abbraccio materno, caldo e avvolgente. In Abruzzo, il ristorante La Bandiera è la quinta essenza di questo bouquet di emozioni sincere, con una cucina diventata ormai autentica espressione di un territorio tutto da scoprire. Leggi l'intera recensione di Giulia Grilli

I Tinari

I Tinari

VILLA MAIELLAvia Sette Dolori, 30, Guardiagrele (Chieti) - Villa Maiella, +39.0871.809362, villamaiella.it 
Nonna GinettaPeppino e Angela Tinari, poi i fratelli Pascal e Arcangelo. È impegnato in un ricambio generazionale in crescendo, quello che ormai si è affermato come uno dei ristoranti cult dell’Abruzzo. Autentico laboratorio gastronomico di un territorio: l’incontaminato Parco della Maiella. La sua prima regola infatti è la prossimità, anzi meglio l’autoproduzione. Leggi l'intera recensione di Alessandra Meldolesi

FANDANGO CAFEvia delle Querce, 15, Filiano (Potenza) - Scalera, +39.0971.808781, fandangopub.it 
Grazie a Matera e al fascino dei suoi Sassi, la Basilicata si sta scrollando di dosso la sorte di Cenerentola del Sud. Ma la regione non è solo Matera e sono molte altre le perle ancora tutte da scoprire, a cominiciare dal Vulture. Zona bellissima e ricca di storia - qui veniva in villeggiatura Federico II, fermandosi nel bel castello di Lagopesole - anche dal punto di vista gastronomico ha qualcosa da dire; a cominciare dalla pizza, buonissima, di Salvatore Gatta. Leggi l'intera recensione di Luciana Squadrilli

ANTICA OSTERIA MARCONI via Guglielmo Marconi, 233, Potenza, +39.0971.56900, anticaosteriamarconi.it 
Si presenta subito per quello che è, questa casetta con giardino che interrompe il canyon di condomini e cemento tipici di questa archittettura urbana. Un fazzoletto di colore resiliente che interrompe il fluire grigio di una modernità malintesa e mal realizzata che è la cifra architettonica dominante del posto. Dagli anni Novanta l'Antica Osteria Marconi è qui, improbabile presenza, a ingaggiare la sua quotidiana battaglia per raccontare un territorio possibile, una tradizione non spenta né macchiettistica. Leggi l'intera recensione di Giulio Francesco Bagnale

William Zonfa

William Zonfa

MAGIONE PAPALEvia Porta Napoli, 67i, L'Aquila, +39.0862.404426, magionepapale.it 
William Zonfa è uno degli chef più talentuosi d'Abruzzo. Lo dimostra un percorso professionale che in pochi anni gli è valso i riconoscimenti della critica e che oggi gli consente di varcare spesso i confini nazionali come ambasciatore di alcune eccellenze alimentari dell'Abruzzo. Qui a L'Aquila aveva cominciato e qui è tornato un anno dopo il terremoto del 2009 per condurre le cucine di questo elegante relais di campagna della famiglia Serpetti, un vecchio mulino che oggi ospita hotel, ristorante tradizionale dedicato anche agli eventi e ristorante gourmet nel quale William si esprime con spunti notevoli di creatività per esaltare materie prime per gran parte regionali. Leggi l'intera recensione di Massimo Di Cintio

PERCORSI DI GUSTOviale della Croce Rossa, 40, L'Aquila, +39.347.5010544, percorsidigusto.com 
Simbolo della rinascita e della voglia di normalità della città dopo il terremoto che ha colpito la città nel 2009, negli ultimi 6 anni Marzia Buzzanca ha lottato – sempre con il sorriso – contro gli intoppi burocratici per riaprire, prima, e tenere aperto poi, il suo Percorsi di Gusto: ristorante e pizzeria “gourmet” in pieno centro, a ridosso della Zona Rossa chiusa all'accesso. Alla fine, proprio con l'avvio del 2016 si è dovuta arrendere: via Leosini, dove si trovava il locale, è ora un cantiere e lei ha dovuto trasferire il locale – non solo in modo figurato, tutto il mobilio è quello di prima e crea un senso di continuità – poco fuori dal centro. Leggi l'intera recensione di Luciana Squadrilli

Peppe Zullo

Peppe Zullo

PEPPE ZULLO - via Piano Paradiso, Orsara di Puglia (Foggia), +39 0881 964763, peppezullo.it
L'indirizzo è Piano Paradiso. Ed è davvero un angolo di paradiso. Forse per i profumi che si sentono nell'aria, o per i tetti del borgo di Orsara che si stagliano all'orizzonte. O magari per la sorprendente struttura che Peppe Zullo ha creato in questo luogo remoto della Puglia: tra la bellissima cantina, le diverse sale del ristorante, e le camere arredate con pezzi di modernariato. Mentre il miracolo della ristrutturazione di Villa Jamele si trova qualche chilometro più in basso, ma sempre all'interno della suggestiva cornice dei monti della Daunia. Sono tutti frutti del lavolro di Peppe, chef, ristoratore e contadino, che si occupa anche della coltivazione dell'orto e del bosco, nonché dell'allevamento degli animali. Leggi l'intera recensione di Vincenzo Rizzi

MASSERIA BARBERAstrada provinciale 230, km 5.850, Minervino Murge (Barletta-Andria-Trani) - Barbera, +39.0883.692095, masseriabarbera.it 
Tutt'intorno il suggestivo paesaggio collinare dell'Alta Murgia, lì dove la Puglia confina e si confonde con la Basilicata, e al centro una macchia di vegetazione riposante e protettiva, quasi uno scrigno che nasconde un gioiello tutto da scoprire. Il gioiello infatti appare all'improvviso in fondo a un viale, e prende la forma della Masseria Barbera, una struttura bianca, massiccia e restaurata nel pieno rispetto dell'architettura originaria. Anche all'interno, dove i toni rustici convivono con il garbo e la raffinatezza di alcuni dettagli. Leggi l'intera recensione di Vincenzo Ricci


Rubriche

Dall'Italia

Recensioni, segnalazioni e tendenze dal Buonpaese, firmate da tutti gli autori legati a Identità Golose