28-02-2023

Una nobile causa, una cena squisita, i grandi interpreti della cucina italiana: tutto questo è Golosi di Identità

Giovedì 2 marzo, all'Hub, una serata speciale a favore di Fondazione Cotarella: al pass, Andrea Aprea, Davide Oldani, Guido Paternollo e i fratelli Cerea insieme per promuovere una sana e corretta alimentazione

Ci siamo: mancano davvero pochi giorni, poche ore ancora per prenotare il vostro tavolo per un evento che ha tante buone ragioni per essere fissato nelle nostre agende.

Quando? Giovedì 2 marzo alle ore 20.00.

Dove? A Identità Golose Milano, in Via Romagnosi 3, Milano.

Perché? Perchè ospiteremo l’appuntamento Golosi di Identità, l’attesissima cena di raccolta fondi a favore di Fondazione Cotarella, firmata da un parterre di chef, stelle e giovani promesse del panorama gastronomico italiano, insieme, per fare la differenza nella vita delle persone.

La Fondazione, come abbiamo ricordato in diverse occasioni (ve ne abbiamo parlato qui) - a partire dalla sezione dedicata nel corso di Identità Milano 2023 - da anni promuove e sostiene stili di vita, abitudini, studi e cure improntate a un’alimentazione sana ed equilibrata, in perfetta sintonia con la Natura. Sono tante le iniziative portate avanti quotidianamente: da eventi di carattere culturale, a interventi finalizzati alla salvaguardia dell’ambiente, specie le piccole realtà rurali, custodi di equilibri e di saperi semplici; ma soprattutto azioni concrete che originano da una riflessione dinamica, costante, trasversale sul cibo e sull’alimentazione, considerato da un punto di vista spesso trascurato. Alimentarsi di vita, è questo il nome del progetto al cuore della Fondazione; Alimentarsi di vita che vuol dire bussare con la giusta sensibilità e cuore alla vita di chi soffre di disturbi alimentari. Ecco dunque che, grazie al supporto della ricerca scientifica, al sostegno di medici e altri enti coinvolti nel progetto, le fragilità si trasformano in opportunità, in quella preziosa possibilità di intrecciare mondi solo apparentemente lontani e, così trovare soluzioni, portando luce e benessere nella vita delle persone affette da disfunzioni alimentari.

Uno degli scorsi laboratori organizzati da Fondazione Cotarella al ristorante Pipero con lo chef Ciro Scamardella. Foto dal sito di Fondazione Cotarella

Uno degli scorsi laboratori organizzati da Fondazione Cotarella al ristorante Pipero con lo chef Ciro Scamardella. Foto dal sito di Fondazione Cotarella

E forse sembrerebbe un mondo apparentemente lontano anche quello dell’alta cucina che, invece, ritroviamo schierata in prima fila per fare la differenza e compiere una piccola rivoluzione, a partire da questa manifestazione unica di solidarietà: un’occasione per divulgare, soprattutto tra i più giovani, l’importanza di una sana e corretta alimentazione, «il cui valore non va mai dato per scontato», come ha giustamente sottolineato Davide Oldani, tra gli chef coinvolti nella cena in programma il prossimo giovedì 2 marzo. Assieme al deus ex machina del  D’O, due stelle Michelin a Cornaredo, ci saranno anche Enrico e Roberto Cerea (del ristorante Da Vittorio, tre lucenti stelle in provincia di Bergamo), il giovanissimo Guido Paternollo del Pellico 3 al Park Hyatt e Andrea Aprea (dell’omonimo ristorante a Milano), che ha così ribadito l’importanza dell'iniziativa: «Per me la cucina è contaminazione e condivisione di storie ed esperienze; ci aiuta a costruire rapporti con gli altri, a includere culture e, a volte, a sposare cause importanti per aiutare chi è nel bisogno».

In alto a sinistra, Andrea Aprea, in basso Enrico e Roberto Cerea, al centro Guido Paternollo e a destra Davide Oldani

In alto a sinistra, Andrea Aprea, in basso Enrico Roberto Cerea, al centro Guido Paternollo e a destra Davide Oldani

La cena che avrà inizio per tutti gli ospiti alle ore 20.00 è proposta a un costo di 250 euro e prevedrà una entrée ideata dalla brigata di Identità Golose Milano, quattro portate, incluso l’abbinamento vini firmato Famiglia Cotarella. Ma scopriamo ora lo squisito menu pensato esclusivamente per gli ospiti dell’Hub: si inizia con il grande classico di chef Aprea, Caprese dolce salato, per proseguire con il primo piatto a cura di Davide Oldani, Gnocchi di caldarroste, burro nocciola, polvere di sommacco e sciroppo d'acero, dalle tonalità calde e una combinazione di sapori insolita, tutta da scoprire. Sarà poi la volta della Blanquette di vitello moderna, champignon e tartufo nero, elegante creazione dell’ex ingegnere Ducati, alla guida della cucina del Park Hyatt di Milano. E che gran finale con i fratelli Enrico e Roberto Cerea, maestri della golosità che, infatti, ci faranno conoscere i sapori di 100% Cioccolato, ossia bavarese nocciola e cioccolato, spuma al cioccolato, cialda al gruè e sorbetto alla polpa di cacao. 

Per prenotare, consultare il sito di Identità Golose Milano o inviare una mail all'indirizzo prenotazioni@identitagoloemilano.it .

Tutto quello che basta per Alimentarsi di Vita!


Identità Golose Milano

Racconti, storie e immagini dal primo Hub Internazionale della Gastronomia, in via Romagnosi 3 a Milano

Identità Golose

a cura di

Identità Golose