30-05-2024

Risotto, ortica, kefir ed erbette: come una passeggiata nell'alto Molise

È guardandosi intorno, respirando a pieni polmoni la natura che la chef Stefania Di Pasquo - un trascorso nel settore edile e laureata in Studi manageriali - oggi trova il senso della sua cucina a Locanda Mammì, ad Agnone in provincia di Isernia

Risotto, ortica, kefir ed erbette di campo è il P

Risotto, ortica, kefir ed erbette di campo è il Piatto della bella stagione di Stefania Di Pasquo, chef del ristorante Locanda Mammì, ad Agnone (Isernia) 

Questo piatto ci proietta nel pieno dell'estate. 

Nasce, infatti, passeggiando tra i campi dell'alto Molise così ricchi di erbe spontanee. Un risotto che si avvicina ai profumi del territorio, ma che, come la cucina di Locanda Mammì, si allontana dalla necessità di proporre ingredienti locali in modo tradizionale.

La chef Stefania Di Pasquo

La chef Stefania Di Pasquo

RISOTTO, ORTICA, KEFIR ED ERBETTE DI CAMPO
Ricetta per 4 persone

Ingredienti
250 g riso
500 g ortica 
Olio evo q.b.
50 g Parmigiano 
50 g kefir
Erbe aromatiche e spontanee 
Succo di limone q.b.
Cipolla e carote q.b.

La sala del ristorante Locanda Mammì, ad Agnone in provincia di Isernia

La sala del ristorante Locanda Mammì, ad Agnone in provincia di Isernia

Procedimento
Pulire le ortiche e con lo scarto, la cipolla e le carote preparare un brodo vegetale.

Sbollentare le foglie di ortica e ricavare una crema.

Tostare il riso a secco e procedere con la cottura bagnandolo con il brodo vegetale; qualche minuto prima che il riso giunga a cottura, aggiungere la crema di ortiche, mantecare con olio, un po' di parmigiano e qualche goccia di succo di limone.

Suddividere il risotto in 4 piatti, aggiungere il kefir e completare con tutte le varie erbette (noi ne serviamo 15 tipologie diverse).


Ricette d'autore

Stefania Di Pasquo

a cura di

Stefania Di Pasquo

Classe 1983, di Agnone in provincia di Isernia, si laurea in Scienze Manageriali all’Università di Pescara per poi affiancare il padre nella gestione amministrativa della sua impresa edile. Nel 2012, la svolta: Stefania dà spazio alla sua passione di sempre e si iscrive all’accademia di Niko Romito, proseguendo con un periodo di stage proprio al ristorante Reale. Quindi decide di investire le proprie energie nella ristrutturazione di un vecchio casale di famiglia, dal quale sorgerà l’attuale bed and breakfast Colle Marino e il ristorante Locanda Mammì

Consulta tutti gli articoli dell'autore