06-12-2023

Storia del posticino di pesce "giusto" a Pistoia, nato come semplice rosticceria

La famiglia Licitra ne ha fatta di strada con il suo Rosso Veneziano, il ristorante originariamente specializzato in cibo d'asporto di qualità: oggi la sua cucina di mare delizia la città toscana

La grande squadra di sala e cucina di Rosso Venezi

La grande squadra di sala e cucina di Rosso Veneziano, ristorante di pesce a Pistoia della famiglia Licitra

Siamo alle porte del centro storico di Pistoia, al piano terra di un condominio residenziale. Qui, nel 2010, apre per la prima volta le porte al pubblico la piccola rosticceria della famiglia Licitra (origini siciliane), che da subito si distingue in città per la qualità delle pietanze proposte. Con l'arrivo della bella stagione, i clienti dei negozi e degli uffici circostanti, colgono l'occasione di mangiare sul posto quanto acquistato, cosicché, per offrire ai clienti una comodità in più, in rosticceria iniziano a comparire i primi tavolini dove sedersi più comodamente a consumare il pasto.

Oggi, a distanza di oltre 13 anni dall’apertura, Rosso Veneziano (rosso scuro è il colore della facciata del condominio, "veneziano" deriva dal nome della piazzetta adiacente al locale) è un buon ristorante di pesce. In cucina troviamo ancora il patron fondatore dell'attività, Francesco Licitra affiancato dalla giovane chef Meri Spidalieri, supportati da Roque Romero Jonathan e da Gianluca Corneli.

Il timone della sala, invece, è affidato al titolare e maître di sala David Licitra che, assieme a Gianluca Bennati e alla sommelière Giulia Liberatore propongono un servizio informale, ma molto curato.

Un ambiente moderno, minimal chic, il ristorante conta 47 coperti interni più 20 nella veranda chiusa esterna che, durante la bella stagione, si apre completamente.

La cucina contemporanea di mare al Rosso Veneziano affonda le sue radici nella buona tradizione del nostro Paese; si basa su prodotti freschissimi, con un occhio attento alla stagionalità e al rispetto per l'ambiente.

La Catalana di scampi: questi vengono cotti al vapore e serviti con verdure crude e frutta. Un piatto senza troppi fronzoli, che vale la visita

La Catalana di scampi: questi vengono cotti al vapore e serviti con verdure crude e frutta. Un piatto senza troppi fronzoli, che vale la visita

La proposta gastronomica punta su piatti dagli abbinamenti inusuali, che spingono decisamente sul pedale del gusto.

Polenta fritta, calamari ripieni di mousse di gambero, gocce di Roquefort
La frittura della polenta è perfetta, croccante all'esterno e morbida all’interno. Il calamaro si scioglie in bocca e la mousse di gambero e patate, si sposa bene con la delicata fonduta di Roquefort

Polenta fritta, calamari ripieni di mousse di gambero, gocce di Roquefort
La frittura della polenta è perfetta, croccante all'esterno e morbida all’interno. Il calamaro si scioglie in bocca e la mousse di gambero e patate, si sposa bene con la delicata fonduta di Roquefort

Non esiste un menu degustazione vero e proprio, ma il personale di sala non mancherà d'aiutarvi a costruire un percorso su misura dei vostri gusti e delle vostre esigenze alimentari.

Per finire, la carta vini conta circa 120 etichette con ampio spazio dedicato alle bollicine italiane e non; in particolare, per quanto riguarda gli champagne, troviamo ottime referenze, tra grandi blasoni e piccole maison, a prezzi ragionevolmente corretti.

Prezzi
Antipasti dai 15 ai 34 Euro
Primi dai 19 ai 22 Euro
Secondi dai 19 ai 25 Euro
Pesce d'amo del giorno 60 Euro/Kg

 

Ristorante Rosso Veneziano
Via Piero della Francesca, 200
51100 Pistoia
Tel.: 0573 33329

Url: www.rossovenezianobistro.it
Orari: Lunedì – Sabato dalle 19:00 alle 24:00 – Chiuso la Domenica


Dall'Italia

Recensioni, segnalazioni e tendenze dal Buonpaese, firmate da tutti gli autori legati a Identità Golose

Stefano Incerti

a cura di

Stefano Incerti

Classe 1973, milanese di nascita e toscano d'adozione, interprete e traduttore, viaggia per il mondo da quando aveva 14 anni. Appassionato di fine dining, si è seduto al tavolo dei più prestigiosi ristoranti del globo. Nel 2018 crea il suo profilo Instagram @stefanokitchen (perché le sue cene finiscono sempre nella cucina degli chef). Collabora con magazine gastronomici e guide ristoranti in Italia ed all’estero e detesta chi non prende la cucina sul serio

Consulta tutti gli articoli dell'autore