30-11-2023

Italia che splende con Simone Rossi, Director of bar al DarkSide del Rosewood Hotel Hong Kong

Il locale, in posizione #9 nell'Asia's 50 Best Bars 2023, lega l'arte del bere miscelato a quella di piccoli artigiani locali. Protagonista nel nuovo menu, il sottile equilibrio tra le energie opposte Yin e Yang

Simone Rossi è Director of Bars del Rosewood Ho

Simone Rossi è Director of Bars del Rosewood Hotel di Hong Kong e di DarkSide, cocktail bar attualmente 9° nell’Asia’s 50 Best Bars 2023

L’ultima edizione della World’s 50 Best Bars ha confermato e premiato cocktail bar esteri, le cui redini sono tenute da ottimi professionisti italiani sottolineando un dato di fatto in vari settori. È in terra straniera, infatti, che i nostri connazionali trovano le occasioni e la fiducia necessarie per mettere a frutto talento e creatività.

La bar industry non è da meno e sono due le mete che segnano un curriculum e determinano la carriera di un barman. La prima è in Europa ed è Londra: palestra indiscussa di tutti i migliori bar manager al mondo; la seconda è l’Asia e le sue catene alberghiere di lusso dove ospitalità, unicità e innovazione sono le parole d’ordine.

Tutte caratteristiche presenti nella carta d’identità professionale di Simone Rossi, trentenne grossetano, dalla brillante carriera e, da cinque anni, Directors of Bars del Rosewood Hotel di Hong Kong e di DarkSide, cocktail bar attualmente 9° nell’Asia’s 50 Best Bars 2023, ma con un palmarès di tutto rispetto tra cui anche Best International Bar Team e Hotel Bar per Tales of Cocktail Spirited Awards 2020.

La formidabile squadra di DarkSide al completo

La formidabile squadra di DarkSide al completo

A bordo sin dalla sua inaugurazione, Rossi è riuscito a scalare le classifiche in pochi anni e a trovare la formula perfetta per un cocktail bar d’hotel sofisticato nell’offerta e nel concept. Marmi italiani e vetri soffiati di Murano caratterizzano il locale, dominato dalle enormi clessidre in vetro di Mussat appese al soffitto, a indicare the romantic presence of today and the romantic passing of the time. Il tempo, infatti, è una caratteristica importante di DarkSide e viene celebrato in molteplici aspetti. Ogni serata è scandita da musica jazz live, che intrattiene gli ospiti attorno all’imponente bancone a ferro di cavallo dove il team di Rossi realizza drink con spirits selezionati e ispirati alla cultura locale.

DarkSide è però noto agli appassionati per la collezione di distillati, i “dark” spirits, tra cui spiccano etichette come Grand Champagne Cognac Pierre Ferraud - invecchiato in botti di Sauternes -, selezioni di whisky pregiati di lungo invecchiamento, rhum, porto da abbinare a sigari pregiati e una selezione di cioccolati di varia provenienza.

La libreria di whisky del DarkSide

La libreria di whisky del DarkSide

Grazie a un team di collaboratori, Simone Rossi lavora alla realizzazione dell’annuale drinklist di signature cocktail, che comporta oltre 3 mesi di progettazione e che può essere definita una vera e propria opera artistica.

Proprio oggi, DarkSide saluta il precedente menu Mah Jong e dà il benvenuto a Yin e Yang, studiato insieme all'italiana Panglossian Studio e realizzato grazie al coinvolgimento di artigiani locali sia nella produzione dei bicchieri, sia della scatola in legno che custodisce i segreti dei due elementi, Yin e Yang appunto, i quali, secondo la tradizione cinese, governano il mondo e l’esistenza.

La nuova lista di signature risponde a una visione più ampia dei Rosewood Hotel, ossia la valorizzazione e il senso di appartenenza culturale al territorio che li ospita.

Il precedente menu Mah Jong ha voluto celebrare un antico gioco da tavola basato su combinazioni da realizzare con 144 tessere diverse. Rossi ne ha selezionate otto per raccontare i sapori di Hong Kong

Il precedente menu Mah Jong ha voluto celebrare un antico gioco da tavola basato su combinazioni da realizzare con 144 tessere diverse. Rossi ne ha selezionate otto per raccontare i sapori di Hong Kong

Già il precedente menu ha voluto celebrare un antico gioco da tavola basato su combinazioni da realizzare con 144 tessere diverse. Rossi ne ha selezionate otto che hanno un valore simile al jolly nelle nostre carte e raccontano i sapori di Hong Kong. Anche qui, coinvolgendo degli artigiani dell’ex colonia britannica, è stata realizzata una scatola in legno dotata di otto tessere in ceramica - 4 dedicate alle stagioni, 4 legate a piante e fiori cinesi - tra cui gli ospiti potevano scegliere tirando i dadi o facendosi guidare dalle proprie preferenze.

Oggi il DarkSide sfida nuovamente i clienti dando una propria interpretazione degli elementi fondanti la filosofia e spiritualità cinese. Yin e Yang sono le due energie opposte che, opportunamente dosate, spiegano l’equilibrio su cui si regge il mondo e il benessere della persona e della sua esistenza. È l’interazione tra giorno e notte, caldo e freddo, bene e male.

Il nuovo menu di DarkSide, dedicato alle due energie opposte dello Yin e dello Yang

Il nuovo menu di DarkSide, dedicato alle due energie opposte dello Yin e dello Yang

Nel caso di DarkSide, lo stesso cocktail bar e il luogo in cui sorge rappresentano l’equilibrio tra luce e tenebra, proprio perché collocato su quella terraferma che i locali chiamano Kowloon quindi lo Yin, la parte oscura aldilà del canale, colonizzata dagli inglesi solo in parte. Diversamente, Hong Kong Island rappresenta lo Yang, la parte più luminosa, che nei secoli ha visto il fiorire di una città, ancora oggi tra le più ricche al mondo.

I drink Yin

I drink Yin

Ancora una volta il menu si compone di 8 drink, caratterizzati da quattro ingredienti Yin e da altrettanti rappresentativi dell’elementoYang, costruendo così quattro coppie contrapposte nei sapori, nella realizzazione e nella presentazione. Sole e luna, cielo e terra, fiume e montagna… sono il percorso in cui ogni ospite è chiamato a trovare il proprio equilibrio o affidandosi alle proprie inclinazioni, oppure tirando a sorte aprendo una scatola, costruita con un effetto specchio per lo Yin e lo Yang, nonché la riproduzione dei due territori di Hong Kong. L’ospite gira una ruota e lascia che sia il caso a dettare per lui il cocktail.

I drink Yang

I drink Yang

Gli elementi opposti sono valorizzati nella ricettazione con uno studio approfondito, svelando tecniche e ingredienti, un po’ come se il drink fosse una matrioska che sorprende strato dopo strato. Ad esempio Moon - che appartiene alla sezione Yin - è ispirato alla festa cinese di metà autunno che celebra la luna. Rossi e il suo team hanno selezionato alcuni ingredienti chiave dell’elemento Yin come il pomelo e il e li abbina a un dolce-simbolo della ricorrenza, la Moon Cake, in abbinamento al rhum Matusalem invecchiato 15 anni, Bitter Fusetti, yuzu, Marsala secco, kumquat sotto sale, osmanto e latte.

Il cocktail Moon

Il cocktail Moon

Realizzato in stile milk punch con sentori floreali, dolci, ma stemperati dall’amaricante dell’agrume, il signature viene presentato in un tumbler con al centro una sfera perfetta di ghiaccio cristallino a simboleggiare la luna piena.

Il cocktail Sun

Il cocktail Sun

Al suo opposto Yang, punta su ingredienti più “caldi” come nel caso di Sun, un cocktail dai sentori tropicali, a cui si aggiunge tutta l’intensità di Michter’s Bourbon Whiskey, la dolcezza e le note di mandorla e noce dell’Adriatico, amaretto, cocco e zucca speziata al curry. Anche qui Rossi non lascia nulla al caso e ha voluto apportare un tocco artistico facendo realizzare da Soekjing Studio una ciotola in ceramica che evoca i colori e l’energia del sole, mentre i bicchieri in 3D sono realizzati dall’azienda italiana 3D Vault.

La dicotomia di opposti, che da oggi sarà possibile vivere da DarkSide, è sicuramente quanto di più rappresentativo della vicinanza tra Occidente e Oriente: già se ne aveva traccia nella filosofia con Platone, nella spiritualità con Confucio, ma anche nella psicologia moderna con Jung. Oggi temi così importanti vengono resi una forma di “intrattenimento”, portando con sé il valore e lo studio di una professionalità e ricerca di Simone Rossi, coltivate nel tempo e maturate in esperienze formative importanti.


Shake & shock

ll mondo dei cocktail e dei bartender raccontati da Identità Golose.

Claudia Orlandi

a cura di

Claudia Orlandi

sceneggiatrice e scrittrice, dalla scuola di giornalismo enogastronomico del Gambero Rosso è approdata a Identità Golose

Consulta tutti gli articoli dell'autore