La ricetta 2017 di Michele Biagiola

Il cuoco del ristorante Signore te ne ringrazi a Montecosaro ci presenta una pasta pensata per la stagione invernale

10-02-2017
Da qualche mese Michele Biagiola ha aperto un nu

Da qualche mese Michele Biagiola ha aperto un nuovo ristorante nelle Marche. Si chiama Signore te ne ringrazi ed è a Montecosaro, in provincia di Macerata. Ecco la sua ricetta per il 2017

Da sempre gli spaghetti sono uno dei mie ingredienti preferiti. Negli ultimi anni ho dedicato loro particolare attenzione perché penso che possano essere un piatto comprensibile a una larga fetta di persone e, allo stesso tempo, rappresentano una base perfetta su cui sperimentare ogni forma di condimento. In questo caso ho pensato al pinzimonio, uno degli intingoli più intriganti della nostra tradizione gastronomica, provando a far convivere gli spaghetti con un condimento freddo, preservando il calore della pasta. Ho anche allargato il pinzimonio a erbe che normalmente non sono contemplate in questo tipo di ricette. Ecco il modo estremamente semplice in cui sono nati i miei Spaghetti al pinzimonio d’inverno.

Spaghetti al pinzimonio d’inverno 

Ricetta per 4 persone

INGREDIENTI

Per il pinzimonio (i vegetali si intendono mondati)

4 rosetta tenera di crespigna
4 piantine novelle di cicoria
8 foglioline di levistico
8 bastoncini ottenuti dai gambi centrali privati delle cime di rapa
2 ravanelli tagliati a metà e scavati internamente
4 bastoncini di carote pelate
8 broccoletti di cime di rapa
4 bastoncini di topinambur
8 foglioline tenere di radicchio trevigiano
8 bastoncini di finocchio, privilegiando la parte interna
olio evo 
pepe di molino

Per la mentecatta

20 foglie di pepe
2 carote di media grandezza centrifugate

Michele Biagiola

Michele Biagiola

PROCEDIMENTO

Cuocere gli spaghetti in abbondante acqua salata. Scolare la pasta al dente, rovesciarla in un’ampia padella con un filo di olio evo e due mestoli di acqua di cottura.
Saltare gli spaghetti a fuoco medio, versando di volta in volta la carota liquida fino ad ottenere la mantecatura desiderata, aggiungendo solo alla fine le foglioline di pepe. Infine, aggiustare di sale.
Condire tutti i vegetali, eccetto i ravanelli, con olio, sale e pepe. Riempire i bicchierini di ravanelli con olio condito al pepe, porzionandoli su 4 piatti diversi. Impiattare gli spaghetti disponendo sulla loro superficie i vegetali.
 


Rubriche

Ricette d’autore