Ecco come sarà la nuova, avveniristica sede del GOe, centro di ricerca per la gastronomia del futuro

Sorgerà a San Sebastián, sarà pronto entro il 2024, ne avevamo parlato a Identità Milano 2022, ora è stato ufficializzato il progetto vincitore del bando internazionale. «Sarà uno spazio in cui convergono talento, studio, innovazione, imprenditorialità»

14-05-2022
a cura di Identità Golose
Un rendering dell'avveniristico progetto Olatu

Un rendering dell'avveniristico progetto Olatuen bidea - Camino de las Olas (si può tradurre in “Percorso delle onde”) dello studio di architettura danese Bjarke Ingels Group, dichiarato vincitore della gara internazionale indetta dal Basque Culinary Center per la realizzazione dell'edificio GOe – Gastronomy Open Ecosystem a Donostia-San Sebastián, Paesi Baschi, Spagna

La proposta Olatuen bidea - Camino de las Olas (si può tradurre in “Percorso delle onde”) dello studio di architettura danese BIG (Bjarke Ingels Group) è stata dichiarata vincitrice della gara internazionale indetta dal Basque Culinary Center per la realizzazione dell'edificio GOe – Gastronomy Open Ecosystem a Donostia-San Sebastián, Paesi Baschi, Spagna. Del concorso e dell’imminenza dell’aggiudicazione ci aveva parlato ampiamente il direttore stesso del Basque Culinary Center, Joxe Mari Aizega, tra i relatori a Identità Milano 2022, leggi Joxe Mari Aizega: ecco come sarà GOe, il Gastronomy Open Ecosystem. Questo nuovo spazio, nelle intenzioni di committenti e progettisti, incarnerà la fusione tra gastronomia, talento, scienza, innovazione, imprenditorialità e città.

Joxe Mari Aizega con Paolo Marchi a Identità Milano 2022, mentre spiegava il progetto GOe

Joxe Mari Aizega con Paolo Marchi a Identità Milano 2022, mentre spiegava il progetto GOe

Particolare di un grafico mostrato da Aizega a Identità Milano

Particolare di un grafico mostrato da Aizega a Identità Milano

L'altissima qualità di tutti i progetti presentati ha suscitato un'intensa riflessione da parte della giuria. Alla fine è stata presa una decisione e questo particolare progetto è stato scelto per le sue qualità architettoniche uniche, la sua integrazione organica nell'ambiente circostante e perché migliora gli spazi pubblici circostanti, generando così nuovi spazi per l'interazione della comunità. Il design di BIG riflette chiaramente la missione di GOe, che è quella di innovare ed esplorare i limiti della gastronomia con l'obiettivo di aprire al settore nuove strade.

Ispirandosi all'essenza di GOe, Bjarke Ingels Group ha progettato un nuovo tipo di edificio: una metafora che simboleggia come la ricerca gastronomica, l'innovazione e l'imprenditorialità crescano dalla terra, in uno spazio radicato nella città e nutrito dalla sua storia e dalle sue tradizioni. Questo edificio intreccerà le relazioni tra talento, creazione e conoscenza. Mira a fungere da luogo di ritrovo per la comunità offrendo nuovi contesti per la vita sociale, la cultura, la ricerca e la gastronomia.

 

Olatuen bidea - Camino de las Olas
Il progetto Olatuen bidea - Camino de las Olas, chiamato per la sua silhouette esterna unica, è stato selezionato in base alla sua integrazione organica nell'ambiente, alla sua sostenibilità e ai suoi spazi versatili e funzionalità. Questo edificio sarà in grado di adattarsi alle mutevoli esigenze che coesistono in GOe. Pensato per ospitare attività di ricerca, innovazione, sperimentazione, imprenditorialità e formazione post-laurea nel vasto settore della gastronomia, GOe riunirà una concentrazione unica di talenti. L'edificio presenta anche la sostenibilità e il paesaggio come valori fondamentali. «Abbiamo avuto il grande piacere di collaborare con una delle menti più brillanti della gastronomia moderna con il nostro progetto per il Noma di Rene Redzepi nella nostra nativa Copenaghen - ha affermato Bjarke Ingels, fondatore e direttore creativo di BIG - Siamo più che entusiasti di portare la nostra esplorazione architettonica del mondo della gastronomia a un livello superiore con il lavoro per GOe - Gastronomy Open Ecosystem del Basque Culinary Center di San Sebastián. Concepito come un'estensione architettonica del paesaggio naturale e urbano della città, il nostro progetto libera il terreno e prevede parchi sul tetto per coinvolgere la comunità ad avvicinarsi all'arte e alla scienza della gastronomia. Cibo e tecnologia, città e paesaggio, edificio e parco: crediamo che questa fusione architettonica abbia il potenziale per diventare una destinazione a sé stante per i pellegrini culinari di tutto il mondo, proprio lungo il Camino de Santiago.

L'edificio sorgerà nel quartiere di Gros su un terreno in pendenza; questa caratteristica sarà utilizzata per modellare la costruzione. Creerà una nuova piazza pubblica che fungerà da luogo di ritrovo dove la gastronomia e la città possano incontrarsi e interagire. Inoltre, le “onde” dell'edificio creeranno terrazze aperte che collegheranno l'attività interna con l’esterno.

Una delle caratteristiche più importanti di Olatuen bidea - Camino de las Olas è la sua capacità di integrare in modo completo l'edificio nel suo ambiente naturale e culturale, rispettando il contesto della città e incorporando i materiali da costruzione caratteristici della regione. Ad esempio, la geometria e i materiali che danno forma alla struttura fanno riferimento al già citato Camino de Santiago, ma anche alle famose sculture di Eduardo Chillida a San Sebastián e alle formazioni rocciose “flysch” tipiche della zona. Allo stesso modo, il tetto panoramico fungerà da estensione delle montagne che circondano la città; mentre le varie terrazze mantengono la sensazione di parco dell’intera trama.

Un altro elemento essenziale di questa costruzione, vera e propria spina dorsale dell'edificio che collegherà i vari spazi, sarà un mercato simbolico sulla piazza che illustrerà il concetto “farm to table”. I prodotti locali saranno presentati qui e poi utilizzati in modo innovativo nelle cucine, nelle aule e nei laboratori-vetrina in tutto l'edificio, e infine serviti al ristorante.

Il cantiere del Goe inizierà nel marzo 2023, si prevede che la costruzione sarà completata entro la fine del 2024.

Commenta Joxe Mari Aizega, direttore generale del BCC: «GOe - Gastronomy Open Ecosystem rappresenta la strategia futura del Basque Culinary Center, consolidato nella visione Gastronomy 360. È uno spazio in cui convergono talento, ricerca, innovazione e imprenditorialità con l'obiettivo di diventare un punto di riferimento internazionale che esplorerà i limiti e il futuro della gastronomia. Olatuen bidea - Camino de las Olas" rappresenta lo spirito aperto, collaborativo e partecipativo di Goe: un edificio che non solo si integra nella città, ma genera anche nuovi spazi di dialogo e connessione. Il progetto, grazie alla collaborazione tra pubblico e privato, rafforzerà il posizionamento di Donostia-San Sebastián come territorio dove si immagina e si crea il futuro della gastronomia».


Rubriche

Dal Mondo

Recensioni, segnalazioni e tendenze dai quattro angoli del pianeta, firmate da tutti gli autori legati a Identità Golose