Postrivoro 2016, si riparte

L'evento gastro-immaginifico di Faenza torna il 27 e il 28 febbraio, con due protagonisti italiani

26-01-2016
Claudio Catino, chef de cuisine e pasticcere del R

Claudio Catino, chef de cuisine e pasticcere del Ristorante Berton di Milano, sarà il protagonista in cucina del prossimo Postrivoro di Faenza, organizzato per il 27 e 28 febbraio. Con lui ci sarà il maitre di S'apposentu di Casa Puddu, Domenico Sanna. Le prenotazioni per i 20 posti disponibili per la cena e il pranzo di questo nuovo appuntamento si apriranno alle 15.00 di mercoledì 27 gennaio

Postrivoro è un appuntamento ricorrente dedicato ai gastropellegrini, che dal 2012 si dimostra, edizione dopo edizione, una gioiosa idea per poter realizzare piccoli irripetibili incontri tra sous chef, maitre, sommelier, artisti e designer. Postrivoro sorge e muore nel giro di un weekend e ogni volta è sempre diverso. Per aprire al meglio il 2016, l'evento ritorna il 27 e il 28 febbraio a Faenza negli spazi della Chiesa della Commenda (Piazza Frà Sabba, 5) con Domenico Sanna in sala e Claudio Catino in cucina.

Partendo dalla cucina, diciamo che Claudio Catino nasce nel 1984 a Terlizzi, in provincia di Bari. Dopo aver frequentato l'istituto alberghiero di Molfetta, dove si diploma a pieni voti, inizia la sua gavetta a Bisceglie per poi prendere il largo verso le Isole Eolie dove si cimenta nelle cucine di importanti hotel di lusso quali il Raya di Panarea. A 20 anni inizia a bussare alla porta dei migliori ristoranti d'Italia che scopre grazie alla famosa "guida rossa” ed è un susseguirsi di ristoranti stellati: L’Erba del Re di Modena, Joia a Milano, Il Canto a Siena, Trussardi alla Scala a Milano.

Arricchito dall'esperienza al Trussardi vola in Francia da Jean-Luc Rabanel, primo chef “bio” in Francia, ma alla prima telefonata di Andrea Berton che lo invita a lavorare come sous chef nella sua brigata al Trussardi molla tutto e rientra in Italia. Il legame tra Catino e Berton va oltre l'esperienza del Ristorante in Piazza della Scala: nel 2013 inizia a prendere forma un nuovo progetto che porta all'inaugurazione del nuovo Ristorante Berton a Milano, dove Claudio attualmente ricopre il ruolo di Chef de Cuisine e Pasticcere.

Domenico Sanna

Domenico Sanna

Domenico Sanna invece è nato a Villamar, un paese in mezzo al grano e un po’ al nulla della piccola Marmilla, da dove scapperà, dirigendosi verso la città e verso l'ambizione di laurearsi in Filosofia con una tesi sull'Utopia. Dopo alcune esperienze nel campo della formazione, terreno non proprio utopico, Domenico rientra in Marmilla per seguire un corso dell’Accademia di Cucina di Roberto Petza.

E lì, un po’ come un elemento d’arredamento, è rimasto incastrato, nelle stanze eleganti di quella splendida villa al centro di Siddi dove si trova S’apposentu di Casa Puddu. Nel ristorante di Petza guida la sala in modo impeccabile, e si occupa anche dei molti eventi di promozione del territorio che organizza lo chef sardo.

Un'immagine della tavola apparecchiata per la cena del più recente appuntamento di Postrivoro

Un'immagine della tavola apparecchiata per la cena del più recente appuntamento di Postrivoro

Questi due percorsi personali e professionali si incontreranno in un luogo che non esiste se non per 48 ore, per dare vita a un’esperienza riservata a 20 partecipanti per la cena di sabato 27 e 20 partecipanti per il pranzo del 28 febbraio. Due occasioni per assaggiare un menu che resterà segreto fino all'ultimo momento, svelato solo a chi avrà la fortuna di accomodarsi a tavola.

Le prenotazioni apriranno il 27 gennaio alle 15.00 e si potranno effettuare direttamente dal sito www.postrivoro.it. Gli eventi sono riservati ai soci dell’associazione RAW Magna e hanno una quota di partecipazione individuale di 95 euro. La location è la sede di Borgo Durbecco di Faenza, in Piazza Frà Sabba, 5.


Rubriche

Dall'Italia

Recensioni, segnalazioni e tendenze dal Buonpaese, firmate da tutti gli autori legati a Identità Golose