03-07-2024

OLTRE: Simone Corsini a Viareggio celebra l’inclusività nell’alta mixology

Al Grand Hotel Principe di Piemonte il barman presenta la nuova cocktail list, nata da un progetto con l’associazione AIPD Versilia

Il cocktail 102, pilastro della nuova cocktail lis

Il cocktail 102, pilastro della nuova cocktail list, è disponibile anche in bottiglia

Il lungomare con la sua brezza marina, la cornice delle Alpi Apuane, lo storico carnevale, la cucina del bistellato Piccolo Principe e da qualche anno i superbi cocktail di Simone Corsini al Grand Hotel Principe di Piemonte. Viareggio può vantare una piacevolissima lista di cose che la rendono una delle mete numero uno dove trascorre dei giorni durante tutto l’anno.

Ed è proprio la parte di mixology, a cura del preparato Simone, che nell’ultimo periodo merita un racconto speciale. Anche quest’anno, infatti, in piena sinergia con Davide Macaluso (direttore F&B del Grand Hotel Principe di Piemonte), è riuscito a sorprendere mettendo non solo la sua bravura, ma anche tutta la sua umanità nella nuova cocktail list presentata da poche settimane.

Questo perché, dopo il successo del cocktail 101 creato in occasione dell’anniversario “dei 101 anni” del Grand Hotel Principe di Piemonte di Viareggio, il bar manager, tra i più accreditati protagonisti della mixology contemporanea toscana, propone OLTRE, una nuova cocktail list che celebra non solo la mixology di alta qualità, ma anche l’inclusività.

Il Team del Grand Hotel Principe di Piemonte si prodiga da tempo in attività a sostegno delle problematiche sociali e anche in questo caso, crea un progetto corale dedicato alla valorizzazione di ogni singolo individuo inteso come bene prezioso per guardare oltre alla standardizzazione.

Simone Corsini

Simone Corsini

In un gioco di creatività e immaginazione, Simone e Davide hanno coinvolto l’associazione AIPD Versilia e i soggetti down che ne fanno parte, per dare vita ad un progetto inserito nell’ambito della miscelazione, atto a sottolineare che ognuno di loro, come ogni essere umano, è diverso, con propri obiettivi, sogni, idee.

“Volevo che questa cocktail list mi desse la possibilità di fare qualcosa per gli altri innanzitutto e poi per la città di Viareggio, il mio obiettivo era quello di aiutare questi ragazzi nella loro battaglia contro gli stereotipi” dice Simone Corsini. Uno che riesce ad essere un maestro nel suo lavoro non solo a livello tecnico, ma anche in qualcosa di fondamentale in questo campo, ovvero in empatia, ospitalità e cura del cliente.

L’associazione AIPD Versilia (Associazione Italiana Persone Down), in una toccante lettera che ha ispirato Simone e Davide, racconta la storia di Cinzia, ragazza con sindrome di Down, che desidera diventare pasticcera.

Questa è la storia di una ragazza di nome Cinzia, che ascolta la musica mentre prepara dei buonissimi dolci. Cinzia ha 25 anni, abita con la sua famiglia e ha la sindrome di down. Il suo sogno nel cassetto è diventare una pasticcera. […] Cinzia quando fa le attività con i suoi amici si sente bene, perché può essere ciò che vuole, ciò che si sente. Invece, quando Cinzia vive il mondo fuori dalle mura dell’associazione […] Tutto scompare, ciò che le piace, ciò che non le piace, ciò che vorrebbe, e resta solo una maschera. […] Cinzia quella maschera non la vuole, perché pensa che ognuno abbia il diritto di indossare, giorno per giorno, la maschera che preferisce, ma soltanto se è lui a volerlo: se il carnevale durasse tutto l’anno, non sarebbe poi così bello.

OLTRE è formata da un cofanetto contenente 9 cocktail rappresentati ciascuno da una maschera diversa, ispirata a storie, caratteristiche, gusti e passioni dei ragazzi dell’associazione AIPD Versilia. Il tema principale che unisce queste “piccole opere” è proprio quello della diversità, intesa come ricchezza e valore aggiunto. All’atto pratico, i ragazzi hanno scritto dei racconti che poi sono diventati dei disegni e successivamente sono stati tradotti in piccole maschere preziose dal design unico. La maschera oltretutto è un tema caro a Viareggio, nota al mondo per il suo celebre carnevale, ed è in questo ragionamento tra varietà, soggettività, sogno, immaginazione e autenticità che prende vita OLTRE.

La cocktail list rappresenta quindi la storia di Cinzia, così come la storia dei suoi amici dell’AIPD Versilia, e narra la volontà di questi ragazzi di andare oltre alla loro fisicità, per esprimere la loro vera essenza, quella di ragazzi con passioni, ambizioni e obiettivi diversi; per questo ognuno dei 9 cocktail che compongono questa nuova carta, porta il nome di uno dei ragazzi dell’AIPD Versilia coinvolto nel progetto.

“La realtà del Grand Hotel Principe di Piemonte si è sempre impegnata nel sociale e anche questa volta siamo rimasti coerenti alla filosofia dell'azienda creando un progetto che potesse coinvolgere una realtà del nostro territorio come AIPD Versilia”, ci spiega ancora Davide Macaluso.

Le 9 proposte:

102 - CINZIA
A fare da pilastro alla cocktail list ci sarà il nuovo cocktail 102, con il quale Simone ripropone il Negroni, ovvero lo stesso filo conduttore del precedente 101, con basi di Vecchia Romagna 3 botti, Vermouth Rosso Chazalettes, Select Bitter, tintura Caffè e Cocco, l’elemento essenziale del cocktail 102, che si propone come “sveglia sociale” ricordando che i ragazzi con sindrome Down hanno i propri sogni e la propria personalità. Il cocktail 102, che prende ispirazione dalla storia di Cinzia, oltre ad essere inserito nella cocktail list, è disponibile anche in bottiglia.

ANNA GIULIA
La maschera di Anna Giulia è femminile ed elegante, come la sua personalità e le sue passioni: i fiori, la danza e la ginnastica ritmica.
Ingredienti: Casamigos Tequila Blanco | Rosa | Umeboshi | Mela | Vaniglia

BAMBI
Bambi è dolce e simpatica, le piace la musica, ama il mare. Il suo colore preferito è il blu che caratterizza la maschera: un polpo che avvolge delicatamente il viso, con tentacoli danzanti che ricordano le onde del mare.
Ingredienti: Tanqueray No. TEN | Anguria | Basilico | Tonica

VALERIO
La maschera di Valerio è la maschera della gentilezza: le mani rappresentano i gesti gentili: una carezza,
un gesto di aiuto, un supporto. Le due mani si uniscono al centro del viso e fra le dita sboccia un piccolo cuore.
Ingredienti: Vodka Beluga Noble | Select | Fragola | Timo | Metodo Classico

GABRIELE
La maschera di Gabriele racconta di tropici, frutta e farfalle colorate. Un mix tropicale tra flora e fauna da indossare sul viso.
Igredienti: Rum Flor De Caña 12 yo |Frutta Tropicale |Pimento | Maraschino Button | Angostura | Lime

GABRIELA
La maschera di Gabriela ci parla di timidezza e riservatezza: un elmetto d’oro che protegge la preziosità dell’anima. Si può indossare sugli occhi o sulla bocca, ciascuno può deciderlo.
Ingredienti: Amaro Montenegro | Mezcal 400 Conejos Joven | Banana | Popcorn

JONATHAN
Jonathan è un appassionato di calcio. La sua maschera è un incrocio dinamico di forme e colori: l’energia sprigionata dal dare un calcio ad un pallone.
Ingredienti: Bulleit Bourbon Whiskey | Frutti di bosco | Zenzero Ginger | Carbone vegetale

MIRKO
Mirko parla di felicità e tristezza, di malinconia e allo stesso tempo di musica e energia. La sua maschera richiama la classica maschera da teatro con la faccia divisa in due espressioni: quella triste e quella felice.
Ingredienti: Tanqueray 0.0 | Tropical Blu Fabbri | Tonica Mediterranea

JESSICA
A Jessica piacciono i dolci e fare merenda, le piace chiacchierare e stare in compagnia. La sua maschera è una grande bocca che si indossa sul viso e che simboleggia il senso del gusto e le sue passioni.
Ingredienti: Everleaf Marine NON-Alcoholic | Lime | Butterfly Pea Tea | Rosa


Shake & shock

ll mondo dei cocktail e dei bartender raccontati da Identità Golose.

Norma Judith Pagiotti

a cura di

Norma Judith Pagiotti

Giornalista pubblicista a cui piace raccontare cibo e viaggi come parte fondamentale della vita. Collabora con diverse testate nel mondo enogastronomico e culturale e lavora nella comunicazione digitale di aziende del settore. Laureata in Lettere moderne e immersa nei racconti e nei libri da sempre. Un'apprendista sommelier italo-messicana con la voglia di imparare sempre qualcosa di nuovo

Consulta tutti gli articoli dell'autore