02-06-2024

I Maestri del Gusto: all'Hub la Campania (e la pizza) di Giuseppe Mancino e Lorenzo Sirabella

Nuovo appuntamento con il ciclo Acqua Panna/S. Pellegrino che lega pizza e alta cucina italiana: giovedì 6 il mestiere combinato di due maestri

Giuseppe Mancino, (Il Piccolo Principe del Princip

Giuseppe Mancino, (Il Piccolo Principe del Principe di Piemonte, Viareggio, 2 stelle Michelin) e Lorenzo Sirabella (Dry, Milano), protagonisti della cena del ciclo "I Maestri del Gusto" aIdentità Golose Milano, giovedì 6 giugno

S.Pellegrino e Acqua Panna celebrano l’eccellenza culinaria con un nuovo ciclo di cene speciali all'Hub di Identità Golose Milano. Appuntamenti irripetibili, in cui l’arte della pizza d'autore si fonde con l’alta cucina, viaggi alla scoperta di sapori inediti, risultato dell'incontro tra diverse esperienze, stili e tradizioni gastronomiche.

Il quarto appuntamento del ciclo, giovedì 6 giugno, ha per protagonisti due grandi interpreti della cucina italiana e campana: Giuseppe Mancino, chef salernitano di Sarno, da tempo al comando del ristorante Il Piccolo Principe del Principe di Piemonte di Viareggio (2 stelle Michelin) e Lorenzo Sirabella chef pizzaiolo napoletano di Dry a Milano, locale che ha rappresentato e rappresenta una golosa e raffinata innovazione nel dialogo tra pizza e cocktail.

Giuseppe Mancino, classe 1981

Giuseppe Mancino, classe 1981


Classe 1981, Giuseppe Mancino è uno chef costante e coerente con se stesso, come pochi se ne trovano, da quasi 20 anni alla guida dell'offerta fine dining del Grand Hotel Principe di Piemonte. La prima stella Michelin arriva nel novembre 2008 e lui continua ad alzare l'asticella, con il secondo riconoscimento che brilla sulla sua giacca dal 2014. Mancino unisce le specificità del territorio versiliese e dalle sue radici campane, nel risultato di una cucina di mare mediterranea, che lascia trasparire grande ricerca e rispetto per la materia prima. Il suo punto di riferimento? L'icona mondiale Alain Ducasse.

Lorenzo Sirabella è invece dal 2018 al timone di Dry, ai margini di Brera, Milano, una storia scritta con esperienze importanti prima, al Califfo a Ischia e a La Notizia di Enzo Coccia. Quando aprì, nel 2013, Dry era precursore nell’intreccio allora inedito di due elementi: pizza e cocktail. Oggi, grazie al pizzaiolo napoletano, è un locale sempre più attento alle nuove tendenze, con due certezza: la digeribilità degli impasti e il gusto del condimento, sempre maiuscolo.

Lorenzo Sirabella, classe 1993

Lorenzo Sirabella, classe 1993


Il menu della serata sarà composto da quattro portate più una entrée, al prezzo di 65 euro, S.Pellegrino e Acqua Panna incluse, altre bevande e coperto esclusi. Orario unico di prenotazione, ore 20. Per prenotare, clicca qui.

Montanara “come un’insalata di rinforzo”

Cubotto Fagioli Schiaccioni di Pietrasanta, cozze e cotiche

Focaccia al padellino "Tonno Tonnato

Pizza "Triglia alla pizzaiola"

Velo croccante di pizza dolce, terrina di fegato d'oca e miele al tartufo


Identità Golose Milano

Racconti, storie e immagini dal primo Hub Internazionale della Gastronomia, in via Romagnosi 3 a Milano

Identità Golose

a cura di

Identità Golose