Estremamente Franciacorta

Racconto di una verticale di Palazzo Lana Extrême Berlucchi, dal 2005 al 2008. Una perfetta esaltazione del Pinot Nero

25-01-2019

Una vera celebrazione del Pinot Nero di Franciacorta della famiglia Ziliani, anima della Guido Berlucchi di Borgonato, incarnata da Arturo Ziliani, fratello di Cristina e Paolo, erede indiscusso del padre Franco, colui che ha creato la bollicina italiana di questo territorio.

Palazzo Lana è l’elegante dimora in cui Guido Berlucchi incontrò Franco Ziliani, allora giovane enologo con una grande idea nel cassetto: elaborare il primo Franciacorta. Ciò accadde proprio nel 1961 e da allora i progetti subirono evoluzioni sempre nel segno della perfezione.

La famiglia Ziliani

La famiglia Ziliani

Arturo Ziliani, enologo, afferma: «La Franciacorta è nota in tutto il mondo per le uve di Chardonnay e, marginalmente anche di Pinot Nero. La nostra scelta di dedicare alcuni ettari selezionati al solo Pinot Nero ci ha portato a valorizzare il vigneto Brolo, terreno adatto a produrre uve a bacca nera, fresche e con una buona acidità. Certamente i francesi lo definirebbero un “Clos”, noi ci limitiamo a curarlo con attenzioni maniacali, basti pensare che abbiamo una densità di 10mila piante per ettaro. L’altro vigneto è in collina: Quindicipiò. Questi sono tutti elementi che ci hanno dato la forza di credere e ricercare quello che Palazzo Lana Extrême oggi offre nei calici. Un vino che nasce in cantina con tante prove per raggiungere quello che per noi rappresenta una grande espressione di questo territorio».

Arturo Ziliani a Identità Golose Milano presenta la verticale di Palazzo Lana Extrême

Arturo Ziliani a Identità Golose Milano presenta la verticale di Palazzo Lana Extrême

La prima annata di Palazzo Lana Extrême Riserva è stata la 2004 con protagonista assoluto questo Pinot Nero di Franciacorta, un extra brut con un dosaggio di zuccheri pari a 3,5 grammi/litro e un affinamento di 125 mesi sui lieviti e 38 mesi dopo la sboccatura.

Specifica Ziliani: «Il 2004 fu una grande annata, generosa e con una temperatura ideale a conservare le grandi potenzialità di questo vitigno con una produzione di 5183 bottiglie. Oggi presentiamo il 2005, 2006, 2007 e l’ultima annata in commercio, il millesimo 2008».

Degustazione di Palazzo Lana Extrême a Identità Golose Milano

Degustazione di Palazzo Lana Extrême a Identità Golose Milano

Il perlage, in tutte le annate, è ugualmente finissimo, con una gamma di colori paglierini e qualche sfumatura ramata per le annate meno recenti. Il miele di tiglio si ritrova al naso in ogni calice, alternato a sentori di pesca e albicocca. I millesimi più recenti evidenziano maggiori note balsamiche, canditure di frutta gialla, con un grande equilibrio gustativo lievemente disatteso dai millesimi 2007 e 2005.

Il 2006 si rivela un fuoriclasse. Palazzo Lana Riserva Extrême 2006 esprime grande freschezza, sapidità, persistenza: 85 mesi sui lieviti e 67 mesi dopo la sboccatura hanno trasformato questo Millesimo per un abbinamento impeccabile a tutto pasto.

Palazzo Lana, Sala del Caminadù

Palazzo Lana, Sala del Caminadù

Una degustazione memorabile che ha portato all’Hub di Identità Golose Milano di via Romagnosi 3 una visione assolutamente “estrema” del progetto di casa Ziliani, con tante belle riflessioni su quanto questo territorio, alle porte di Milano, offra agli amanti delle bollicine italiane di alta qualità un prodotto assolutamente longevo.


Rubriche

In cantina

Storie di uomini, donne e bottiglie che fanno grande la galassia del vino, in Italia e nel mondo