Venti libri per Natale/2

Altri 10 titoli per nutrire la mente durante le vacanze di fine anno, dalla pizza a Leonardo

22-12-2015

Apparentemente semplice
Niko Romito con Leopoldo Sgabarro, Sperling & Kupfer, 228 pagine, 17,90 euro (15,22 in Amazon)

La semplicità non è affatto semplice, lo ripetono in tanti perché è vero. Un conto è fare grandi cose con apparente semplicità, e un altro è essere dei sempliciotti che non vanno oltre l’abc. Niko Romito, oggi un tre stelle con una visione sconfinata, non era predestinato a una carriera da chef e da imprenditore della ristorazione. Studiava economia a Roma, poi morì suo padre e dovette decidere cosa fare: seguire la sua strada o quella di papà cuoco? Bene la seconda. Solo apparentemente semplice…
Paolo Marchi

Dove mangiano i grandi chef
Joe Warwick, Phaidon – L’ippocampo, 976 pagine, 19,90 euro (16,92 qui)

Ofelè, fa el to mestè si dice a Milano, Pasticciere, fa il tuo mestiere, cosa oggigiorno sempre più difficile perché tutti si sentono capaci di fare tutto. E allora ecco che alla Phaidon hanno pensato bene di chiedere agli chef, 630 di 70 nazioni diverse, quali sono i loro locali preferiti raccogliendo alla fine 3250 suggerimenti. Nella prefazione il coordinare dell’operazione, Joe Warwick, spiega perché non è stravagante snobbare i critici. Risposta: per il grande impatto mediatico degli chef stessi.
pm

Food marketing
Carlo Meo, Hoepli, 148 pagine, 17,90 euro (15,22 nel sito Hoepli)

“Creare esperienze nel mondo dei foodies”, sempre più vasto e pesante tanto che ci viene ricordato come il food sia diventato la nuova religione di consumo, l’argomento mediatico vincente, Expo incluso. Però è anche un settore molto più complesso di quanto non si creda, da qui 10 capitoli “scritti per mettere ordine in una materia nuova, vasta, viva”, un manuale di marketing che da una parte analizza l’agire dei foodies e dall’altro fornisce alle aziende le conoscenze per non prendere fregature.
pm

Gli sbafatori
Camilla Baresani, Mondadori, 134 pagine, 16,90 euro (14,36 online)

“La storia di una generazione che prova a intrufolarsi nel banchetto collettivo. A sbafo”. Questa l’ultima fatica di Camilla Baresani, scrittrice che conosce bene il mondo della critica gastronomica a cui appartiene, mondo che mette alla berlina attraverso due personaggi che sommano tutti i difetti della categoria, la blogger Rosa Bacigalupo e il critico Guidobaldo V. Barini, 27 anni lei e 58 lui. Si conosceranno al Gritti di Venezia, si ameranno e si ritroveranno nello stesso hotel superlusso ai titoli di coda.
pm

Il cuoco universale
Andrea Grignaffini e Bob Noto, Fondazione Cologni Marsilio, 246 pagine, 38 euro

Il cuoco universale ovvero La cultura nel piatto, saggio che arricchisce la collana Mestieri d’Arte della Fondazione Cologni, una di quelle pubblicazioni che non scalerà mai le classifiche dei libri più venduti perché chi lo ha curato, su tutti il gastronomo Andrea Grignaffini e il fotografo Bob Noto (e nella loro scia la giornalista Alessandra Meldolesi), non strizzano l’occhio a social e popolo di Masterchef pur se sanno che esistono. In una trentina di capitoli tutto quanto a comporre la cucina contemporanea.
pm

La pizza di Napoli
Gino Sorbillo, Edizione dell’Ippogrifo, 144 pagine, 35 euro

Guardi Sorbillo e ti viene in mente la pizza: quella buona e genuina, ma soprattutto quella vera, fatta nello storico quartiere di via dei Tribunali. Il libro, scritto con il contributo di Angelo Cerulo, Francesco Aiello e con le fotografie di Pietro Avallone, narra la storia di Gino e della sua famiglia. Tra le pagine si intersecano racconti personali ed elementi storici di una città che, ben prima di ogni moderno fenomeno di globalizzazione alimentare, ha dato al mondo uno dei piatti più conosciuti e apprezzati.
Barbara Giglioli

Leonardo non era vegetariano
Autori Vari, Maschietto editore, 188 pagine, 19 euro (16,15 euro su Ibs, a questo link)

Il sottotitolo di questo bel volume che vanta la prefazione di Oscar Farinetti è: “Dalla lista della spesa di Leonardo alle ricette di Enrico Panero”. Si tratta, in sostanza, di un’interessante carrellata su tutto quello che unisce il genio di Vinci e la cucina: Alessandro Vezzosi e Agnese Sabato raccontano cosa ha detto e fatto Leonardo in materia di cibo; Panero ne interpreta il gusto attraverso 15 ricette moderne; Davide Paolini conduce alla scoperta dell’arte della cucina dal Rinascimento ai giorni nostri; Cristina Acidini guida attraverso le portate dell’Ultima Cena…
Carlo Passera

Racconti di cucina
Angela Frenda, Rizzoli, 280 pagina, 19,90 euro (12,90 nello store del Corriere)

Non c’è quotidiano che non dedichi ampio spazio a cucina, vini e ristoranti. Ognuna sceglie il suo taglio e quello del Corriere della Sera ha qualcosa di diverso: nelle sue pagine non troverete la critica ai locali, ma sempre tanti personaggi, curiosità, scorribande e ricette. Taglio che strizza l’occhio al lettore comune, che ha scoperto gli chef più grazie a Masterchef che alla Michelin. E Angela Frenda è la loro cuoca di fiducia, rassicurante come con queste “90 ricette perfette della cucina di casa”.
pm

XXL, 50 piatti che hanno allargato la mia vita
Paolo Marchi, Mondadori, 192 pagine, 16,90 euro (14,36 in rete)

L’autore non si stancherà di ricordare che nelle pagine di XXL non ci sono i 50 piatti più buoni della sua vita e nemmeno i 50 chef più bravi. Non vi sono nemmeno 50 ricette perché sono la metà, 25, troppo elaborate e difficili da replicare a casa le altre per riportarle. Marchi racconta 50 momenti decisivi per la sua vita, da ragazzino che avrebbe voluto fare prima il fotografo e poi il cuoco fino a ritrovarsi giornalista sportivo e dopo i 40 anni critico gastronomico e ideatore di Identità Golose.
IG

100 Chef x 10 Anni
Annalisa Cavaleri, Paolo Marchi e Carlo Passera, Mondadori, 416 pagine, 44 euro (37,40 online)

Dieci anni di Identità Golose a Milano, dal debutto nel 2005 all’edizione numero 11 del 2015, hanno visto passare i più grandi chef, pasticcieri e artigiani del pianeta. A cento di loro, tutti italiani, magari non di nascita ma di adozione come per Heinz Beck e Matias Perdomo, è dedicato questo volume che racconta “I 100 chef che hanno cambiato la cucina italiana”. I loro ricordi e i loro percorsi, i piatti più amati e quelli che venivano preparati in casa da mamma. La prefazione è di Massimo Bottura.
Luisa Acciarri


Rubriche

In libreria

Pubblicazioni e novità editoriali del pianeta gola