DaZero, tutto ebbe inizio con un forno per il pane

Tre soci, quattro pizzerie con Milano e la novità di Matera, ma le radici sono a Vallo della Lucania grazie a una nonna speciale

22-06-2018

Fino e contraffino, si chiama così la pizza più richiesta DaZero a Vallo della Luciania in Cilento: Mozzarella nella mortella Le Starze, pomodoro giallo Finagricola, crema di ‘nduja di Spilinga e basilico

Ancora pochi giorni e domenica 1 luglio i tre soci del progetto DaZero, Paolo De Simone, Giuseppe Boccia e Carmine Mainenti, apriranno a Matera, in via Madonna delle Virtù, la loro quarta pizzeria, indirizzo dove da poco tempo Vitantonio Lombardo, lasciata Gaggiano, ha trasferito il suo ristorante. Tutto ebbe però inizio nel 2010 a Vallo della Lucania, in provincia di Salerno, e con un forno. Paolo De Simone è anima e motore di Storie di Pane, nasce panificatore raccogliendo l’eredità di una nonna, tradizione di famiglia lasciare cadere dai genitori.

Quattro anni e nel luglio 2014 ecco DaZero che ha due richiami espliciti: la farina e il kilometro, zero la prima e zero il secondo. E non hanno mai deviato dalla via scelta, quella di valorizzare le eccellenze del Cilento, sempre e ovunque, vino compreso. Vallo è l'inevitabile punto di partenza così come è ovvio che un bis coinvolgesse Agropoli sul mare (apertura luglio 2016), Milano va affrontata

con attenzione perché tutto costa di più, mediamente del 25%. Sono in via Luini da maggio 2017 con meritato successo. Tutti colgono la qualità elevata e la sincerità di quello che viene proposto. Facile parlare di orticello e dello zio contadino, meno far corrispondere la realtà alle storie raccontate.

Vallo se ne sta in collina, 380 metri, alle spalle di Ascea, oltre Paestum e Agropoli, prima di Palinuro. Quello che è in carta qui, lo è pure a Milano solo che se sei vicino al Duomo andrai in via Luini, se invece lavoro e vita ti hanno portato sul mare cilentano punterai sulla casa madre percorrendo una superstrada larga e comoda. DaZero è a inizio paese, dopo le prime curve. Parcheggio comodo e grandi vetrate sul verde che sfuma all’orizzonte in direzione Tirreno.

Armatevi di pazienza, non ne servirà nemmeno molta perché tutto quello che arriverà nei piatti è così fatto bene che presto non baderete più ai bambini che scorazzano in giro. DaZero è una autentica pizzeria di paese, nessuno che se la tiri, tutti lì per gustare delle signore pizze, coppie, amici, nonni con nipote, famiglie e inevitabilmente bambini e ragazzini. Per chi vive come me a Milano, un luogo altamente disintossicante.

Dopo un tagliere di salumi e formaggi, i fritti: Crocché di patate, Crocché cilentano, più ricca per via di soppressata e provola, Arancino rosso, Frittatina di bucatini, tre differenti piccole pizze fritte dalla classica con pomodori e cacioricotta a una col tonno e olive denocciolate passando per l’abbinamento alici, burrata e pomodori gialli. E chi serve a spiegare bene ogni singolo prodotto come le Alici di menaica, così chiamate perché pescate a Marina di Pisciotta usando una particolare rete, la menaica.

Due a cena quindi due pizze, una piccante e una troppo piccante. La Diavola, nome confermato fin dal primo boccone, è dominata dalla salsiccia piccante artigianale della macelleria Umberto Luongo di Vallo della Lucania, se il palato non è abituato è fuoco ardente. Tutt’altro riscontro con la Fino e contraffino, la pizza più richiesta al punto da essere stata scelta come password del wifi: Mozzarella nella mortella Le Starze, pomodoro giallo Finagricola, crema di ‘nduja di Spilinga e basilico, con il vigore del peperoncino domato dalla dolcezza del pomodoro, in un gioco a cercare un intenso ma non eccessivo equilibrio tra loro.

Guai in chiusura rinunciare al babà, ben lontano da quei paciughi rovinati da rhum di quarta serie.

I bambini sono così graditi DaZero a Vallo della Lucania che nel bagno per le signore i servizi sono doppi: per adulti e per babies

I bambini sono così graditi DaZero a Vallo della Lucania che nel bagno per le signore i servizi sono doppi: per adulti e per babies

 DaZero, pizza e territorio
Via Rubino 1/13
84078 Vallo della Lucania (Salerno)
Telefono: +39.0974.717387
E-mail: info@cominiadazero.com
Prezzi medi: taglieri 12 euro (per 2 persone); fritti 3,50; pizze classiche 6; pizza e territorio 8,50 e pizze speciali 8.