Kappou Ninomiya, novità giapponese a Milano

Ha aperto in zona Gambara, periferia ovest, il nuovo ristorante di chef Yoshikazu. Cucina tradizionale ben fatta per chi cerca uno spartito diverso

01-03-2022
a cura di Chiara Nicolini
Il bancone di Kappou Ninomiya, ristorante giappon

Il bancone di Kappou Ninomiya, ristorante giapponese in via Fra Galgario 4, Milano, telefono +390291557472

Da qualche tempo a Milano è apparsa una novità interessante per gli amanti della cucina giapponese. Si chiama Kappou Ninomiya ed è un nuovo piccolo, nella zona ovest di Milano.

Il termine kappou indica le tecniche di base della cucina tradizionale giapponese, e ancora che i posti a sedere si trovano nello stesso spazio occupato dalla cucina, mentre Ninomiya è il cognome di chef Yoshikazu, 42 anni, di cui 12 passati in Italia, dopo diverse esperienze in terra natia, tra Oita - la città d’origine - Fukuoka e Tokyo. Messi insieme compongono il nome di questo nuovo bel locale, qualche passo dietro la fermata metro Gambara.

Alla maniera dei ristoranti della madrepatria, sulla porta d’entrata campeggiano bandiere, così si intuisce esserci qualcosa oltre (altrimenti si vedrebbero solo delle vetrate senza insegna al piano terra dell’ennesimo palazzo con le impalcature in costruzione).

CHEF. Yoshikazu Ninomiya 

CHEF. Yoshikazu Ninomiya 

Pollo fritto Karaage

Pollo fritto Karaage

La carta varia tra pranzo e cena, ma i piatti da provare sono in entrambi i casi numerosi: si può stare su un classico teishoku, servito con riso al vapore, zuppa di miso, assaggino del giorno, verdure sotto sale, più l'aggiunta che si desidera. La Ninomiya gozen col pesce crudo, sashimi e sushi è ottima, come anche la kaki fried con le ostriche impanate fritte è squisita.

Un piatto di ramen sarebbe stato di troppo, così abbiamo optato per il contorno, il karaage, fritto di pollo marinato in salsa di soia e aglio, e per un omusubi, la classica polpetta di riso ripiena che si vede in ogni manga: abbiamo assaggiato l'okaka, ripiena di tonnetto essiccato grattugiato. Infine come dessert abbiamo scelto un Matcha tiramisu.  Il consiglio è di accaparrarsi un posticino al bancone, così da godersi lo spettacolo del sushi master che produce nigiri alla velocità della luce.

Si può pasteggiare a birra ma anche a champagne. Il servizio è veloce, ma puntuale, e ogni portata viene gentilmente spiegata, così da poter credere per una breve durata di essere a Oita e non a Milano. Kappou è una bella sorpresa per chi ha voglia di un buon pasto orientale, con un ottimo rapporto qualità/prezzo. Una piacevole variazione rispetto all’offerta classica che abbonda in città.
Teishoku kaki fried

Teishoku kaki fried

Teishoku Ninomiya Gozen

Teishoku Ninomiya Gozen

Matcha tiramisu

Matcha tiramisu


Kappou Ninomiya
via Fra Galgario, 4
Milano
+390291557472
Chiuso domenica sera e l’intero lunedì
Prezzo medio 50 euro (bevande escluse)