Lets IT Art: creatività da gustare

Giovedì 7 luglio a Identità Golose Milano una cena speciale a cura dello chef Eugenio Boer in abbinamento alla creatività di Andrea Marcaccini: piatti e arte si ispireranno reciprocamente in un percorso di bellezza e bontà

05-07-2022
a cura di Identità Golose

«Durante il periodo del lockdown mi trovavo a Parigi e allora, per quanto provassi gusto e piacere nell’arte, quest'ultima non era di certo il mio interesse dominante, quanto invece lo è sempre stato il cibo. Eravamo chiusi nelle nostre case, lontani dagli stimoli esterni – e fu allora che nacque il desiderio di approfondire la mia relazione con l’arte, di trascinarla nella mia vita in maniera più consistente, proprio attraverso il cibo. Così, iniziai a lasciarmi ispirare dai quadri di artisti famosi, o emergenti, sui quali soffermavo il mio sguardo per trasformarli in piatto. Già allora, sapevo bene che il mio talento culinario non mi avrebbe portata da nessuna parte, ma intanto era nata un’idea, la chiave utile per scoprire chef e artisti emergenti».

Ci raccontava così qualche mese fa Federica Rink, ideatrice di Lets IT Art- Dove l’arte incontra il cibo (potete leggere l'intero articolo qui), il progetto creativo per fare di cibo e arte una cosa sola attraverso uno scambio costante di materia e visioni, che interpella nella missione ultima il cuoco e l’artista. Una connessione che ha visto coinvolti chef come Takeshi Iwai o Giancarlo Morelli per citarne alcuni. Ma spieghiamoci meglio: cosa accade esattamente? Si può agire in due modi nella cornice di Lets IT Art.

Prima possibilità: Federica presenta a un cuoco le opere di un artista emergente quindi, il primo, si lascia ispirare per la creazione di un piatto in grado di replicare, attraverso il gusto, la carica espressiva di un quadro.

Seconda opzione: accade l'opposto, vale a dire che un artista emergente, osserva, assaggia, esamina un piatto, l’impatto cromatico, le consistenze e lascia che questi diventano la sostanza della sua prossima opera.

Ed è proprio questo scambio, questa duplice asserzione dell’estro che verrà a espletarsi sotto gli occhi degli ospiti a Identità Golose Milano il prossimo giovedì 7 luglio (orario unico di convocazione, ore 20.00; 4 portate vini inclusi, euro 78.00. Per info e prenotazioni, cliccare qui). Un’occasione unica e imperdibile per conoscere la forza del progetto di Federica e l’iter creativo di due interpreti dell’immaginazione, in un percorso sensoriale che diventa esperienza artistica pura, che riempi gli occhi di meraviglia, e il palato di gusto.

Lo chef Eugenio Jacques Boer

Lo chef Eugenio Jacques Boer

Chiamiamo all’appello, allora, i due protagonisti della serata: l’artista Andrea Marcaccini e lo chef Eugenio Jacques Boer del ristorante Bu:r a Milano. Per cui, nel corso della serata, il piatto iconico di Eugenio sarà interpretato da Andrea nella realizzazione di un quadro e, parallelamente, lo chef si ispirerà a un quadro dell’artista per la creazione di un piatto della degustazione. Ma non finisce qui, perché entrambi gli elementi verranno combinati in una ulteriore composizione “quadro+piatto”: quest'ultima sarà acquistabile sotto forma di immagine NFT tramite il QR code che sarà presente nel menu.

L'artista Andrea Marcaccini

L'artista Andrea Marcaccini

Evasione, astrazione, le forme e il colore potenziano la densità emozionale del cibo e consentono di seguire, sulle scie cromatiche, le virtù dei sapori ancora più cariche, ancora più vive di ciò che sono.

Percorriamo allora l’anteprima del menu ideato da Eugenio per l’occasione, ma non dimenticate di prenotare: l’arte di Andrea Marcaccini e le golosità del Bu:r saranno “all’opera” nello spazio dell’Hub di Via Romagnosi.

Lattuga alla cacciatora: da un lato “insalata”, ma – tranquilli - non è una punizione; il gusto esplosivo e confortevole della cacciatora vi conquisterà al primo boccone e la lattuga diventa in un attimo, un piatto del cuore

Il Risotto di campo: e da un campo dobbiamo partire, dal profumo di un prato fresco, erba e fiori, le primizie di stagione, tutto questo nel risotto che vi farà respirare il buono dell’estate

Filetto ai frutti rossi: la dolcezza acidula dei frutti rossi si sposa alla succulenza del filetto

Rimedio della nonna, ovvero latte, cognac, alloro, miele e limone. Un ricordo, un toccasana, la saggezza familiare in un dessert che esprime tutta l’anima e il calore di casa

Il rimedio della nonna

Il rimedio della nonna

Vi invitiamo a prenotare il vostro tavolo a Identità Golose Milano: appuntamento giovedì 7 luglio alle ore 20.00. Per info e prenotazioni, visitare il sito dell'Hub.


Rubriche

Identità Golose Milano

Racconti, storie e immagini dal primo Hub Internazionale della Gastronomia, in via Romagnosi 3 a Milano