A scuola di Sapori Antichi con la cucina di Michelina Fischetti del ristorante Oasis, a Vallesaccarda, Avellino

Dal 17 al 19 febbraio, l'Hub accoglierà le bontà della famiglia Fischetti: tre cene deliziose per raccontare la genuinità, la tradizione e i profumi dell'Alta Irpinia

15-02-2022
a cura di Marialuisa Iannuzzi
Michelina Fischetti è la chef del ristorante Oasi

Michelina Fischetti è la chef del ristorante Oasis, a Vallesaccarda, in provincia di Avellino, una stella Michelin dal 1999: merito dell'accoglienza avvolgente della famiglia Fischetti; un'ospitalità che sboccia in cucina e circonda l'ospite in sala e, naturalmente, a tavola. Identità Golose Milano è pronta ad accogliere le bontà di Oasis per tre cene, da giovedì 17 a sabato 19 febbraio. Per info e prenotazioni, clicca qui

Spesso siamo alla ricerca di novità in quella pletora di proposte gastronomiche che spuntano di soppiatto tutt'intorno: talvolta, è novità buona e pura, e questo ci illumina, perché desta in noi il pensiero che (forse) non tutto abbia già trovato forma, non tutto abbiamo già provato. Altre volte “novità”, è solo un rimescolare le carte, senza che “la salsa” cambi.

Ma tante volte ancora, non è la novità che inseguiamo, quanto invece la rassicurazione di approdare in un porto sicuro di sapori acquisiti, rivisitati solo dalla cronologia di un assaggio: è la volta della cucina della memoria, e nella sua infallibilità nel catturare il palato, talvolta, ha ancora più forza della stessa novità.

Ora, applicando questa ricerca di conforto, questo "migrare di gola" a una porzione di Campania ancora poco battuta, ma non per questo incolta, spieghiamo la teoria con la pratica, le parole coi fatti e quindi con i Sapori Antichi di Oasis, della famiglia Fischetti, una stella Michelin a Vallesaccarda, in Alta Irpinia (Avellino) dal 1999: per tre sere, infatti, da giovedì 17 a sabato 19 Febbraio (per prenotare la cena, consultare il sito dell'Hub) la chef presenterà al pubblico meneghino un menu di classici dove classico, da Oasis, vuol dire “il piatto che riesce a farti sentire a casa”. Un percorso degustazione che ricalca abilmente la tradizione che, seppure affezionata a ricette e maniere tramandate (nonchè gelosamente custodite), è stata in grado di avvertire la dolcezza del passaggio del tempo, e ne ha raccolto spunti, i suggerimenti per abbracciare una sana contemporaneità, e prepararsi ogni giorno al futuro.

Una storia longeva di genuinità, sia d’animo, che materica: questa è la famiglia Fischetti e la conosciamo, presentando innanzitutto la chef di casa Michelina, “Lina” Fischetti, Carmine, Puccio e Nicola, gli uomini di sala, del vino e dell’accoglienza, e tutt’intorno un coro raccolto sotto un’unica matrice, mamma Giuseppina. Il loro è un senso di ospitalità innato, spontaneo e leggero, soprattutto sincero e i modi, la morbidezza dell’esperienza, il conforto dell’atmosfera è tutto nella cucina di Oasis, territoriale, profumata, trasparente: squisita.

«Abbiamo desiderato presentare alcuni dei classici preferiti di Oasis, piatti che amiamo noi in primis, perché sono quelli con cui siamo cresciuti, - commenta la chef Lina - e piatti amati soprattutto dai nostri ospiti. Li proponiamo a chi arriva da noi la prima volta, e in questo modo, li accogliamo nel nostro mondo, alla tavola di casa nostra, che diventa per un po' anche la loro. E poi è vero che li chiamiamo classici, ma stagione dopo stagione, diventano più maturi, abili di smussare i loro confini: non stravolgiamo, ma esaltiamo, senza la necessità di abbattere, e ripuliamo il gusto per diffondere con più nitidezza l’intensità dei sapori di un tempo».   

Scopriamo quindi il menu, disponibile per tre golose cene in via Romagnosi 3, a Milano, da giovedì 17 a sabato 19 febbraio (per info e prenotazioni, clicca qui):

Castagne del prete, fagioli di Volturara, funghi, croccante di cacao in abbinamento a La Grande Dame 2012 by Yayoi Kusama - Veuve Clicquot

Castagne del prete, fagioli di Volturara, funghi, croccante di cacao in abbinamento a La Grande Dame 2012 by Yayoi Kusama - Veuve Clicquot

Castagne del prete, fagioli di Volturara, funghi, croccante di cacao: da Oasis abbiamo il piacere di proporre sempre una zuppetta di stagione nel percorso degustazione; una portata estremamente appagante, che scalda e che, nel suo profumo, conserva l'origine della nostra storia;

 

Ravioli di burrata ed erbette, manteca campana, tartufo nero d’Irpinia in abbinamento al Greco di Tufo DOCG - Torricino

Ravioli di burrata ed erbette, manteca campana, tartufo nero d’Irpinia in abbinamento al Greco di Tufo DOCG - Torricino

Ravioli di burrata ed erbette, manteca campana, tartufo nero d’Irpinia: una pasta fresca, porosa con un ripieno spumoso, rinfrescato dalle erbette; poi l'esplosione olfattiva del tartufo nero irpino, dalle note intense e terrose – se questo non è conforto;

 

Maiale bianco, papaccelle all’aceto, mostocotto di Aglianico e sentore di arance in abbinamento a Campania Aglianico IGT - Torricino

Maiale bianco, papaccelle all’aceto, mostocotto di Aglianico e sentore di arance in abbinamento a Campania Aglianico IGT - Torricino

Maiale bianco, papaccelle all’aceto, mostocotto di Aglianico e sentore di arance: siamo nel pieno della tradizione, con un piatto sì ricorrente quando si macella il maiale in famiglia - a carne ‘che pepaine - uno filetto di maiale “tagliato” dall’acidità delle pappacelle sott’aceto – i piccoli peperoni rossi tondi – qui, rivestito di una contemporanea eleganza, con la spinta vinosa della riduzione di Aglianico e la freschezza agrumata dell’arancia;

 

Millefoglie, crema casalinga, nocciole avellane, amarene selvatiche in abbinamento al cocktail I UOV YOU con Belvedere Vodka, liquore all’uovo, caffè espresso

Millefoglie, crema casalinga, nocciole avellane, amarene selvatiche in abbinamento al cocktail I UOV YOU con Belvedere Vodka, liquore all’uovo, caffè espresso

Millefoglie, crema casalinga, nocciole avellane, amarene selvatiche: «Questo dolce non necessita d’introduzione alcuna, solo di un assaggio per innamorarsene, tanta è la fragranza della sfoglia, la rotondità tostata delle nocciole avellane, e la crema delicata - commenta Lina- : è il dolce della domenica, perfetto ogni giorno dell’anno».


Rubriche

Identità Golose Milano

Racconti, storie e immagini dal primo Hub Internazionale della Gastronomia, in via Romagnosi 3 a Milano