13-07-2022

Cocktail ready to drink e pizza d’autore: la formula vincente di Freni e Frizioni Draft a Roma

Luca Conzato, Riccardo Rossi e Cristian Bugiada hanno ideato il nuovo format, nel quartiere Prati: rappresenta la naturale evoluzione della storica insegna romana Freni e Frizioni, a Trastevere. Forno e cucina affidati alle cure di Matteo Carducci

Andiamo a Roma per conoscere Freni e Frizioni Draf

Andiamo a Roma per conoscere Freni e Frizioni Draft, nuovo locale che unisce cocktail ready to drink e pizza d'autore

C’è a Roma uno “spettacolo” che va in scena ininterrottamente da 17 anni, facendo registrare sempre il tutto esaurito: ogni sera è infatti possibile ammirare la piazzetta di via del Politeama a Trastevere colma di giovani. Il motivo? I cocktail di Freni e Frizioni, l’insegna dedicata alla mixology ideata nel 2005 da Luca Conzato, piemontese di nascita, romano d’adozione, che dopo una vita spesa nell’inusuale binomio tra arte e ristorazione, ha deciso di portare nella Capitale la premiata formula dell’aperitivo a buffet cambiando gli equilibri e donando grande impulso in tempi non sospetti all’ambito legato a distillati e bartender. La meticolosa cura del format e della proposta di signature cocktail ha permesso a Freni e Frizioni di divenire l’indirizzo di riferimento a Roma per il bere bene, consentendo all’insegna di evolvere e consolidare la propria struttura aziendale anche grazie all’ingresso di nuovi soci, Riccardo Rossi e Cristian Bugiada.

Luca e il suo amore per l’arte (alimentato anche da un passato da ex gallerista), Riccardo con la sua fondamentale esperienza a Londra, Cristian partito dalla Sicilia con pochi soldi tanti sogni e ritrovatosi per una serie di coincidenze da Freni e Frizioni: tre soci con storie estremamente differenti che si sono ritrovati a divenire attori protagonisti della crescita dei cocktail bar (Cristian ha aperto anche La Punta Expendio De Agave, un locale in società tra Freni e Frizioni e il Jerry Thomas). Un percorso segnato, ovviamente, in epoca recente dall’emergenza sanitaria che non ha però frenato lo sviluppo di nuove idee e progetti: da pochi mesi infatti nel quartiere Prati è stato inaugurato un nuovo spazio dedicato ai cocktail “ready to drink” ed alla pizza d’autore. Freni e Frizioni Draft è la naturale evoluzione di un format di successo, un luogo voluto da Luca, Riccardo e Cristian per mettere in pratica una formula che non era possibile attuare a Trastevere.

Il locale

Il locale

Freni e Frizioni Draft è un concept bar focalizzato sulla proposta di drink premiscelati e serviti “alla spina. Ma anche un nuovo indirizzo per la pizza e i lievitati salati di qualità, che guarderà alla vera sostanza e a un pairing pizza-cocktail che si preannuncia intrigante. Grandi protagonisti della proposta del nuovo locale sono i miscelati già pronti, una soluzione a cui il trio lavorava già da alcuni anni: «Abbiamo iniziato a produrli da tempo, pubblicizzandoli anche tramite una pagina social, guardando contemporaneamente ai drink in fusto. Siamo un bar dai grandi volumi, cerchiamo di ottimizzare i tempi preservando sempre l’alta qualità. Parliamo di cocktail sodati adatti a quei bar che come noi lavorano con grandi numeri» sottolinea Riccardo. Una proposta che ha fatto storcere il naso ad alcuni puristi ma la prova d’assaggio sta convincendo anche i più scettici: «Utilizziamo ingredienti di estrema qualità: invece di preparare un singolo cocktail in bicchiere, abbiamo a disposizione un impianto che ci ha consentito di modificare, in meglio, le modalità di servizio. C’erano dubbi sulla tipologia di preparazione, ma mostrare ingredienti e procedimento ha fatto ricredere gli scettici. Nel nostro Paese è sempre viva la cultura del sospetto ed è servito che più persone del settore certificassero la bontà del nostro prodotto innovativo per far vincere alla clientela l’iniziale ritrosia su ciò che non si conosce» sottolinea Cristian, e i primi mesi di lavoro hanno inequivocabilmente evidenziato la qualità dei cocktail di Freni e Frizioni Draft.

Cocktail al Freni e Frizioni Draft

Cocktail al Freni e Frizioni Draft

Draft si presenta al pubblico nel nome della velocità, del dinamismo e di una fruizione rivoluzionaria dei drink alla spina a rapida portata della clientela. Viene ribaltata l'idea canonica della standardizzazione, grazie a un laboratorio con tecnologie all'avanguardia e alla creatività di bartender con esperienza alle spalle. Il nuovo mondo dei drink di Freni parte da una ricerca forsennata su materie prime e tecniche, che permettono ai drink di essere estremamente beverini, ma anche sperimentali. Il tutto fatto in casa, nel laboratorio fulcro, che permette al team di realizzare dei cocktail ready to drink sodati incredibili. Dietro agli ingredienti c'è una grande ricerca, per avere un'esperienza di gusto unica e profonda. Dodici in tutto, a cui si aggiunge anche una selezione di sei birre alla spina. «Possiamo realizzare 5 diversi drink contemporaneamente, 5 fusti per ognuno, per una capacità produttiva totale di 25 fusti ogni 3 ore. Tutto ciò che è disponibile al bancone è preparato nel nostro laboratorio, e siamo convinti che in futuro chiunque si troverà a lavorare con i signature avrà bisogno di organizzare la produzione in questo modo. Ci piace inoltre sottolineare la sostenibilità del nostro progetto, che ci ha permesso infatti di liberarci del vetro» aggiunge Luca.

La pizza

La pizza

«Prati è una zona che consideriamo interessante, anche per noi il passaggio da Trastevere ha comportato alcuni aggiustamenti: da subito abbiamo avuto una clientela più eterogena, dai ventenni alle persone più grandi d’età. La pizza è un prodotto che attrae una clientela trasversale, i cocktail hanno il loro appeal, e Freni e Frizioni ha una sua credibilità. Il mix di questi elementi ci ha consentito di lavorare bene sin dal primo giorno» sottolinea Luca. La vera novità con Draft è infatti l'arrivo di un comparto gastronomico, che si concentra sui lievitati salati e sulla pizza. Forno e cucina sono affidati alle cure del pizzaiolo Matteo Carducci (ex-In Fucina con Edoardo Papa) che ha deciso di puntare su farine macinate a pietra, giusti tempi di lievitazione, rispetto della tradizione, stagionalità massima, ma soprattutto zero fronzoli. Un impasto realizzato con cinque differenti farine, una meticolosa selezione delle materie prime, una pizza croccante al morso e gustosa al palato, la proposta delle “Ripiene” che ha già stravolto le preferenze della clientela, una selezione di fritti che si fa apprezzare per sapore ed esecuzione: questo il risultato dei primi mesi di Carducci da Freni e Frizioni Draft.

Ghiottonerie

Ghiottonerie

Una formula che si rivela vincente superando in maniera eccelsa la prova d’assaggio: i cocktail sono freschi ed equilibrati, hanno un sapore “vivo” e mai piatto, una componente gustativa e olfattiva sempre centrata; i fritti sono golosi e spaziano tra grandi classici e proposte originali, la pizza è indubbiamente un ottimo prodotto, per il cosiddetto “crunch” che tanto piace in quest’epoca, per la riconoscibilità degli ingredienti (di qualità) e per abbinamenti molto armoniosi al palato. Freni e Frizioni Draft è uno spazio caratterizzato anche da scelte stilistiche e di design di rilievo, grazie al lavoro di Luca Conzato e dall'architetta croata Ana Gucig: Draft si sviluppa su più di 300 mq, più un dehors, arredati in stile contemporaneo. Un contenitore modulato che unisce stili diversi, dalla prima sala prevalentemente diurna con il bancone dei cocktail alla spina a un secondo spazio dedicato all’arte ed a soluzioni moderne per quel che concerne i materiali, sino a giungere nell’ultima sala che si sviluppa in lunghezza e che consente di vedere all’opera la brigata di cucina. Un luogo polifunzionale aperto a pranzo e cena che vuol proporre un modo agile di bere (bene) affiancando ai cocktail un menu divertente che esalta la qualità del pairing tra drink e food.


Mondo pizza

Tutte le notizie sul piatto italiano più copiato e mangiato nel pianeta

Luca Sessa

a cura di

Luca Sessa

classe 1975, napoletano di nascita, romano dí adozione. Giornalista, presentatore e moderatore, laureato in Statistica, collabora da free lance con varie testate nazionali. Nel 2018 ha dato vita a Radio Food Live, la prima web radio italiana che racconta ogni aspetto del mondo dell'enogastronomia

Consulta tutti gli articoli dell'autore