Spaghetti all'olio: la ricetta dell'estate di Michele Biagiola

Lo chef del Signori te ne ringrazi di Montecosaro (Macerata) presenta un piatto che è all'olio marchigiano (e dintorni)

03-08-2020
Spaghetti all'olio: il piatto della primavera

Spaghetti all'olio: il piatto della primavera di Michele Biagiola

L’idea è di ripercorrere i sentori dei monovarietali attraverso i vegetali, creando un blend di sensazioni riconducibili alle sfumature dei nostri oli. La pimpinella mi ricorda i frutti secchi e la mandorla è presente in molti dei nostri oli. Il topinambur è riconducibile al carciofo, che si avverte in molti oli marchigiani. La rucola, il suo amaro vegetale, fa pensare a quello dell’olio appena uscito dal frantoio. I caccialepri per la sensazione di erba appena tagliata, un po’ come l'orbetana. La fragola di bosco, la nostra mignola, ha sentori di frutti di bosco. La confettura di pomodoro rappresenta il sapore netto di pomodoro che caratterizza l’Ascolana Tenera.

Spaghetti all'olio omaggio all'olio marchigiano e dintorni

Ricetta per 1 persona

Lo chef Michele Biagiola

Lo chef Michele Biagiola

INGREDIENTI

70 g di spaghetti
Olio extravergine di oliva (blend locale) q.b.
Sale q.b.
1 cucchiaio di ricotta fresca
8/10 estremità tenere di pimpinella
40 g di topinambur (mondato e tagliato a julienne)
4 foglioline rucola
4 foglioline di caccialepri
1 fragola di bosco
La punta di 1 cucchiaino di confettura di pomodoro

la sala del ristorante Signore te ne ringrazi

la sala del ristorante Signore te ne ringrazi

PROCEDIMENTO

Cuocere in abbondante acqua salata gli spaghetti, nel frattempo condire in un’insalatiera il topinambur con sale e abbondante olio. Rovesciare la pasta scolata nell’insalatiera, girare energicamente versando di tanto in tanto poca acqua di cottura fin quando non si ottiene una piacevole mantecatura. Sistemare in un piatto aggiungendo tutti i restanti ingredienti. 

Lo staff del ristorante

Lo staff del ristorante


Rubriche

Ricette d’autore