Professor Oldani

Il cuoco del D'O ha tenuto lezione alla prestigiosa Hec di Parigi. E ci anticipa due progetti importanti

12-03-2015
Davide Oldani, chef del D'O di Cornaredo a Milano,

Davide Oldani, chef del D'O di Cornaredo a Milano, a lezione all’Hec di Parigi, sorta di Bocconi della Ville Lumière (secondo il Financial Times è la migliore Business school d’Europa). Ha illustrato il caso D'O e i concetti di Cucina Pop, dopo averlo fatto un anno e mezzo fa ad Harvard. A ottobre aprirà Food, ristorante a Manila nelle Filippine e tra qualche settimana svelerà i dettagli del suo nuovo grande ristorante a Cornaredo

Ore 16 di questo pomeriggio, Davide Oldani è appena uscito dall’aula dell’Hec di Parigi, sorta di Bocconi della Ville Lumière (secondo il Financial Times è la migliore Business School d’Europa e offre il miglior programma di Executive Education al mondo). Il cuoco di Cornaredo ha illustrato il suo caso aziendale agli studenti del Master of science in strategic management, nell’ambito del corso di “Strategia nei settori creativi”. In circa due ore, ha affrontato temi come la gestione del talento creativo, la creazione di un business model vincente e le strategie di crescita.

La lezione è ruotata tutta attorno al suo concetto di Cucina Pop, frutto in sostanza del desiderio di amalgamare l’essenziale con il ben fatto, il buono con l’accessibile e l’innovazione con la tradizione. I ragazzi hanno rivolto al cuoco tantissime domande sulle scelte passate e sulle strategie future. Un secondo momento importante per lo chef del D’O, un anno e mezzo dopo la lezione tenuta ad Harvard negli Stati Uniti.

«E’ stato davvero emozionante», ci regala due battute al telefono, «Dodici anni fa, quando ho aperto il D’O, mai avrei immaginato che un giorno avrei tenuto lezione in due aule così prestigiose». Un momento d’oro per lui, alle prese con nuovi importanti progetti. Che ci anticipa: «Entro ottobre apriremo un’insegna a Manila, nelle Filippine. Abbiamo appena firmato, sono molto felice. Si chiamerà Food, con la d scritta al contrario». E poi è pronta anche la famosa “Ferrari” di Cornaredo, il ristorante di alta cucina sognato da sempre. «Non farmi dire nulla, ancora qualche settimana e saprete».


Rubriche

Dal Mondo

Recensioni, segnalazioni e tendenze dai quattro angoli del pianeta, firmate da tutti gli autori legati a Identità Golose