I Maestri della Pizza nell'Hub di Identità: mercoledì 14 dicembre con Andrea Godi e i cocktail di Vincenzo Pagliara

Per il nuovo appuntamento del ciclo di cene in collaborazione con Acqua Panna e S.Pellegrino, ospiteremo il pizzaiolo di 400 Gradi a Lecce e il barman di Laboratorio Folkloristico, a Pomigliano D’Arco

12-12-2022
a cura di Identità Golose
Appuntamento con I Maestri della Pizza a Identi

Appuntamento con I Maestri della Pizza a Identità Golose Milanomercoledì 14 dicembre alle 20.00, con le creazioni lievitate di Andrea Godi e i drink miscelati da Vincenzo PagliaraQui per prenotare il vostro posto

Mercoledì 14 dicembre a Identità Golose Milano si terrà l'ottava serata del ciclo Maestri della Pizza, che realizziamo in collaborazione con Acqua Panna e S. Pellegrino. Continua così il percorso gastronomico che ha l’obiettivo di valorizzare e far conoscere il lavoro di alcuni fra i più interessanti e autorevoli artigiani che hanno scelto di dare nuovo impulso al mondo della pizza di qualità, facendoli dialogare con prestigiosi interpreti della mixology contemporanea. 

In questa occasione avremo il piacere di ospitare le pizze del pugliese Andrea Godi, pizzaiolo e titolare della fortunata insegna 400 Gradi di Lecce, con i cocktail di Vincenzo Pagliara, che arriverà in via Romagnosi 3 dal Laboratorio Folkloristico di Pomigliano D’Arco (Napoli). 

«Oggi ho 31 anni e posso dire di aver passato buona parte della mia vita in una pizzeria. La mia, in particolare, l'ho aperta quando di anni ne avevo 24, nel 2015: non ho mai smesso di lavorare con passione, con una grande gioia per quello che sono riuscito a costruire, sono veramente felice»: basterebbero queste poche parole per raccontare la storia di Andrea Godi. Figlio d'arte, cresciuto quindi tra impasti e lievitazioni: «Mio padre ha avuto una pizzeria per circa 15 anni e io da ragazzino gli davo una mano, stavo dietro al bancone, ma senza particolare interesse. Quando poi ho frequentato la scuola alberghiera, ho capito che davvero avevo dentro di me una passione per questo mondo, per la cucina, e per le pizze e i lievitati in particolare. Così ho intensificato la mia presenza in pizzeria, quando ancora andavo a scuola solo nel tempo libero e nella stagione estiva, poi in pianta stabile. Inizialmente ho lavorato su un tipo di pizza croccante, sottile, di stile romano. Poi però ho sentito il desiderio di approfondire la conoscenza della pizza napoletana».

Andrea Godi

Andrea Godi

E poi ancora è arrivato l'incontro con l'approccio di un professionista come Renato Bosco, sperimentando quindi con la biga e altri prefermenti, per tentare di unire questi due mondi. La pizza che oggi propone 400 Gradi è il frutto di questi studi e di questi esperimenti: «Di prove ne ho fatte tante, tra successi e anche qualche disastro. Oggi però la mia pizza racconta la mia visione in modo completo, con un impasto di base fatto con biga, farina di grano tenero tipo 1, 24 ore di fermentazione, investendo sulle attrezzature che mi permettessero di fare al meglio questo lavoro. La ricerca poi è proseguita anche nelle materie prime con cui condire le mie pizze: do sempre la precedenza alle eccellenze locali, selezionando i migliori produttori delle nostre zone, anche se uso anche qualche altra delizia che arriva dal resto d'Italia. Il risultato è un impasto di stile napoletano, con una fermentazione alternativa che dà una consistenza più fragrante, e una forte identità leccese, salentina, pugliese».

Il campano Vincenzo Pagliara invece ha cominciato la sua carriera a Londra, in cocktail bar di primo piano, tra cui il Connaught Bar del Connaught Hotel. Si trasferisce poi in Asia, a Shanghai, lavorando come beverage director per una catena di hotel di lusso e per aprire come socio fondatore Arch, un cocktail bar che unisce tradizioni italiane e cinesi, situato nel famoso e trendy distretto di Jing’An. Ha in seguito mantenuto la connessione con Shanghai, assecondando però anche il desiderio di far ritorno in pianta stabile in Italia, in Campania in particolare, per lanciare un altro progetto, chiamato Laboratorio Folkloristico. Qualcosa in piu di un semplice cocktail bar, uno spazio multifunzionale: workshop area ed emporio durante il giorno, bar sperimentale di sera, con particolare attenzione e focus su prodotti ed eccellenze locali rivisitati in chiave internazionale.

Vincenzo Pagliara

Vincenzo Pagliara

Sarà dunque l'incontro tra due giovani e appassionati professionisti, che in questi anni si sono affermati nei reciproci campi grazie alla loro visione contemporanea e creativa. Ecco il menu che Andrea Godi e Vincenzo Pagliara proporrano al pubblico di via Romagnosi. 

Entrée a cura della brigata di Identità Golose Milano
VERSO SUD
-  mozzarella fior di latte, spuma di fave, scarola brasata, polvere di tarallo pugliese, fili di peperone
In abbinamento: NATALE - Tanqueray Ten Gin, bitter al pomodoro, zafferano Locanda del Gigante, Gassosa Sanpellegrino
TRIP - focaccia di grano duro, cuore di burrata, capocollo di Martina Franca, cappero croccante e succo di melograno
MURGIA - mozzarella fior di latte, castagne, filetto lardellato, funghi cardoncelli, crema di caciocavallo podolico
In abbinamento: JOHNNIE ‘A VERITÀ - Johnnie Walker Black, Lacto - Pera, fino Sherry, caffè verde, Tonica Rovere Sanpellegrino
EVERGREEN - pomodoro prunillo, mozzarella fior di latte, cacioricotta di pecora, basilico, olio extravergine d’oliva
Dessert a cura di Identità Golose Milano: Cremoso al mascarpone, morbido di cioccolato Guanaja 70% Valrhona e gelato al caffè Lavazza La Reserva Tierra Brasile

Il menu sarà proposto al prezzo di 58 euro a persona, con i due cocktail inclusi. Orario unico di prenotazione h20.00. Per prenotare il vostro tavolo, visitate il sito ufficiale dell'Hub.