07-11-2022

Vito Mollica a Identità Golose Milano: la cucina della nonna si fa chic

Il 9 e il 10 novembre, due nuove cene da non perdere all'hub di via Romagnosi: da Firenze a Milano, per una menu goloso, ricco di tecnica e molto aggraziato

Lo chef Vito Mollica basa la sua filosofia di cuci

Lo chef Vito Mollica basa la sua filosofia di cucina sull'utilizzo di materie prime di eccezionale qualità. Per non perdere il menu speciale che ha pensato per le cene a Identità Golose Milano, prenotate il vostro tavolo qui

Da Firenze a Milano per un viaggio di gusto che guarda alle radici della grande cucina italiana, abbellite da una grazia contemporanea. Il 9 e 10 novembre, dalle ore 19.30, Identità Golose Milano avrà il piacere di ospitare lo chef Vito Mollica per due cene speciali nel cuore storico di Milano.

Chef di grande esperienza e di sublime sensibilità, che per molti anni ha deliziato i palati fiorentini alla guida della ristorazione del Four Seasons della città toscana, e del suo ristorante gastronomico Il Palagio, da poco ha iniziato una nuova avventura personale - Chic Nonna - debuttando a Dubai per poi tornare nella città che lo ha consacrato al grande pubblico internazionale.

La sala accogliente di Identità Golose Milano dove, oltre alla proposta giornaliera dei resident chef Andrea Ribaldone e Edoardo Traverso, si possono assaggiare ogni settimana piatti di chef di fama internazionale

La sala accogliente di Identità Golose Milano dove, oltre alla proposta giornaliera dei resident chef Andrea Ribaldone e Edoardo Traverso, si possono assaggiare ogni settimana piatti di chef di fama internazionale

Il ristorante si trova in uno degli edifici più belli della città, Palazzo Portinari Salviati, storico palazzo di via del Corso, dove ebbe casa Folco Portinari, padre di Beatrice, la musa di Dante Alighieri, poi diventato la dimora di Cosimo I dei Medici. La nuova proposta gastronomica occupa le due corti di grande valore artistico al suo interno e che si realizza in tre ambienti distinti: Chic Nonna di Vito Mollica, Salotto Portinari Bar & Bistrot e Sala Beatrice. Tre situazioni distinte all’interno di un percorso multisensoriale, aperto dalla mattina fino a tarda serata, caratterizzato da un costante dialogo tra passato e presente, dove le opere artistiche di valore assoluto del rinascimento fiorentino convivono con il design e dove la proposta gastronomica si adatta alle molteplici esigenze dei Fiorentini e dei turisti.

La stessa immersione in bontà e bellezza si avrà il 9 e 10 novembre a Identità Golose Milano (via Romagnosi 3) con un menu davvero da non perdere. 

L'omaggio alla stagione autunnale è immediato, come vuole il rispetto della natura e degli ingredienti, che devono essere sempre al massimo del gusto: Carpaccio di manzo e branzino, funghi porcini e nipitella, pianta aromatica conosciuta anche come mentuccia, dalla fragranza simile a quella della menta, ma più delicata, come vuola la cucina dello chef. In abbinamento, la freschezza del Franciacorta Brut DOCG San Cristoforo.

Uno dei piatti da non perdere durante le due cene del 9 e 10 novembre sarà la Quaglia farcita di foie gras e sedano rapa in abbinamento al Mediterra Toscana IGT di Poggio al Tesoro

Uno dei piatti da non perdere durante le due cene del 9 e 10 novembre sarà la Quaglia farcita di foie gras e sedano rapa in abbinamento al Mediterra Toscana IGT di Poggio al Tesoro

Ancora intensità autunnale, questa volta con un buon equilibrio di acidità, grazie al Risotto melograno, capriolo e pistacchio, dove il frutto va a smorzare la forza del capriolo. Il tocco finale del pistacchio "arrontonda" il tutto per un finale armonioso. Qui il vino in abbinamento sarà il Soave Classico Doc Casette Foscarin Monte Tondo.

 La bravura di uno chef si musura in gran parte sulla capacità di trattare le carni, lasciandole morbide e succose: Vito Mollica certo non vi deluderà con la Quaglia farcita di foie gras e sedano rapa in abbinamento al Mediterra Toscana IGT di Poggio al Tesoro. Piatto suadente che ormai è un must nella carta dello chef originario della Basilicata.

Questo ricco menu si chiuderà in dolcezza con la Tarte tatin di mele, classico intramontabile della cucina francesce, che sarà accompagano da un calice di Passito di uve di Verdicchio di Matelica DOC di Borgo Paglianetto. Un'assonanza zuccherina che si stempera in qualche sentore ancora verde del Verdicchio.

Vi consigliamo di non perdere questa occasione golosa e di prenotare subito il vostro tavolo qui


Identità Golose Milano

Racconti, storie e immagini dal primo Hub Internazionale della Gastronomia, in via Romagnosi 3 a Milano

Annalisa Leopolda Cavaleri

a cura di

Annalisa Leopolda Cavaleri

giornalista professionista e critico enogastronomico, è docente di Antropologia del Cibo e food marketing all'Università di Milano e all'Università Cattolica. Studia da anni il valore simbolico del cibo nelle religioni e collabora con alcune delle più importanti testate del settore

Consulta tutti gli articoli dell'autore