Magma, la pizzeria che celebra i sapori del Vesuvio

A Torre del Greco un bel locale col meglio dei sapori del vulcano (e l'impegno per contribuire alla lotta antiracket)

23-06-2018
La pizza con pomodori Giagiù, una delle specialit

La pizza con pomodori Giagiù, una delle specialità della pizzeria Magma al Sakura Club a Torre del Greco

Il Sakura Club nasce 47 anni fa a Torre del Greco, città nota nel mondo soprattutto per la lavorazione dei coralli e della madreperla, grazie a una bellissima signora giapponese, tutt’oggi abita nel parco che circonda la struttura. Nel 1998 Ciro Di Giovanni, giovanissimo, arriva in città e inizia a lavorare come responsabile delle piscine del Sakura, ma subito s’ innammora della bellezza del posto, immerso nella pineta marittima, al ridosso  del Vesuvio, con splendida vista sul Golfo di Napoli e dell’isola di Capri. Nel 2013 lo rileva e ,dopo un’accurata ristrutturazione, lo rende ancor più magico: oggi è un luogo in cui sedersi a bere un drink o viaggiare alla scoperta di sapori antichi e genuini.

Lo staff del Magma, al centro il patron Ciro Di Giovanni

Lo staff del Magma, al centro il patron Ciro Di Giovanni

Quest’anno, accanto alla già presente cucina locale a km zero, è nata anche la pizzeria Magma, un progetto innovativo. Spiega Di Giovanni: «Da osservatore, in questi anni ho notato che a una società sempre più distratta a tavola si contrappone una tendenza crescente di ’’voglia di comunità’’. Attraverso l’esperienza culinaria, in realtà creiamo un legame non solo con il cibo, che suggerisce la condivisione, ma con tutto il contesto della nostra terra. Magma aspira a incarnare un nuovo modo di vivere il cibo e la ristorazione; è una sorta di bottega enogastronomica dove i prodotti a scaffale si trasformano in un percorso autentico tra saperi e tradizioni. La mia attenzione, che sfiora la mania, sta proprio nel curare la qualità delle materie prime di stagione e offrire una cucina naturale, che è soprattutto ricerca e anche legame con il territorio».

Vincenzo Veneruso

Vincenzo Veneruso

Magma vuole essere un connubio tra acqua e fuoco, elementi della natura: il fuoco del forno è l’energia del sole per le pizze, mentre la morbidezza dell’acqua della piscina che rilassa il corpo. Il progetto avvicina alla cultura del cibo, alla salvaguardia dell'ambiente, alla conoscenza dei prodotti locali e alla pratica dell’alimentazione salutare, perché si basa sull'agricoltura del Vesuvio, che sopravvive nonostante tutto e richiama la storia, il terreno lavico alle falde del vulcano è rimasto quello fertile esaltato da Plinio il Vecchio.

Pizza Magma

Pizza Magma

Oggi il Vesuvio continua a vantare una produzione ricca, caratterizzata da una varietà di risorse che ha permesso di ottenere prestigiose certificazioni: pomodorini del Piennolo del Vesuvio Dop, vino Lacryma Christi Doc, albicocca vesuviana Pat, ottimo miele dei boschi del Somma-Vesuvio, nocillo, uva catalanesca e ciliegie del Monte, tanto per citarne alcune.

Il rilancio di questi prodotti vesuviani è tra gli obiettivi primari del titolare di Sakura, dove i pomodori la fanno da protagonista, a partire dal pomodoro giallo del Piennolo detto ’o spunzillo, del colore del sole, buccia spessa, polpa soda e sapore dolce. È il Giagiù del Vesuvio, mutazione spontanea dell’ecotipo rosso, la cui riscoperta è diventata una leggenda: per caso un contadino, nonno di una certa Giulia, si accorse della presenza di frutti giallo oro mentre era impegnato nella raccolta tra i campi; così lo chiamò Giagiù, giallo di Giulia.

Pizza Carciofotta

Pizza Carciofotta

Oggi è inserito nell’elenco dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali. Poi c’è il piennolo rosso del Vesuvio e ancora il grande protagonista, il San Marzano, re dei pomodori campani cui è stato dedicato dal Sakura il cocktail San Marzano Sunset, che viene servito al lounge bar sulla terrazza.

Da sinistra, Vincenzo Veneruso e Ciro Di Giovanni

Da sinistra, Vincenzo Veneruso e Ciro Di Giovanni

Il maestro della pizza del locale è Vincenzo Veneruso, che ha sposato il progetto e condisce i suoi dischi con le eccellenze vesuviane e anche di altri territori della Campania. Le sue pizze sono di gran qualità. Segnaliamo dalla carta alcune novità della stagione: la pizza Magma, piccante e saporita, dedicata al Vesuvio ed alla nuova avventura di Ciro Di Giovanni, farcita con nduja di Spilinga, pomodoro San Marzano e fior di latte dei Monti Lattari; la Carciofotta, con carciofo violetto di Castellammare arrostito, fiordilatte di Agerola, pancetta; Orto in condotta con zucchine San Pasquale grigliate, stracciata di bufala, pomodorino giallo del Vesuvio Giagiù e limone del Vesuvio; la Torrese dedicata alla bellissima Torre del Greco, con  prodotti freschissimi e crudi come tonno artigianale, pomodorino del Piennolo del Vesuvio, scarola riccia, olive itrane e capperi di Salina.

Prodotti vesuviani

Prodotti vesuviani

Sempre a sostegno del territorio vesuviano c’è in menu la pizza Radiosiani.com, realizzata con i pomodorini del Piennolo che diventa pizzino Vesuviano, coltivato sul terreno confiscato alla malavita. È condita poi con provolone del Monaco e fiordilatte di Agerola. Non solo una pizza, ma un importante segno di solidarietà verso il lavoro dei ragazzi della cooperativa Siani nel sostenere e diffondere i principi della legalità a Ercolano, dove gli speakers della radio trasmettono da un appartamento a sua volta confiscato ai boss.

In abbinamento sono state scelte delle birre artigianali come SerroCroce, che coltiva direttamente i cereali utilizzati in Alta Irpinia e produce una delle migliori birre artigianali d’Italia tra la quale Granum, con Grano senatore Cappelli autoprodotto. E poi la Vesuvius, nata all’ombra del vulcano. I vini invece sono selezionati con cura tra vignaioli appassionati che sanno raccontare nel bicchiere il territorio di appartenenza, con sincerità e rispetto.


Pizzeria Magma al Sakura Club
via Enrico De Nicola, Torre del Greco
tel. +39 393 2635172
piscineclubsakura.it


Rubriche

Mondo pizza

Tutte le notizie sul piatto italiano più copiato e mangiato nel pianeta