Firenze, gran pizza alla stazione

Fratelli Cuore dedica attenzioni a materie prime e impasti, in un luogo da pasto mordi-e-fuggi

16-12-2016
Tania Mauri racconta per Identità Golose la pizz

Tania Mauri racconta per Identità Golose la pizzeria Fratelli Cuore alla stazione di Santa Maria Novella di Firenze, un indirizzo di qualità in un luogo solitamente riservato al pasto mordi-e-fuggi. Il pezzo è uscito in anteprima per Identità di Pizza, la newsletter che Identità Golose dedica al mondo dei lievitati. Per riceverla regolarmente (e gratuitamente) basta iscriversi qui

A Firenze sono diventati bravi a riqualificare gli spazi dismessi. Nella stazione di Santa Maria Novella, dove c’era la biglietteria internazionale ideata dall'architetto Giovanni Michelucci nel 1933, ha esordito la pizzeria Fratelli Cuore (tel. +39.055.2670264).

Aperta 24 ore su 24, ha un slogan curioso e originale  - Mangiare Bere Baciare – pensato dai proprietari fratelli Caparella che operano nel settore da più di trent’anni e sanno come accontentare i clienti in transito e spesso in stazione alle prese con bassa qualità e piatti monotematici. Loro propongono invece ospitalità e gentilezza, cibo vero e genuino e una pizza di qualità, che, solo dopo otto mesi dall'apertura, ha già ottenuto i primi riconoscimenti.

Daniele Pescatore è il pizzaiolo napoletano che cura il menu con un occhio di riguardo alla pizza cotta nei due forni a legna a vista, come da tradizione partenopea. L’impasto è quello classico con farina Petra tipo 1, realizzato con tecniche di cucina moderna per una pizza golosa e digeribile. I gusti sono mediterranei, le materie prime eccellenti e danno vita a sole otto proposte, com’è usanza nei vicoli di Napoli e «perché preferiamo farne poche ma buone».

Ecco allora la Margherita, la Marinara con pomodoro del Piennolo del Vesuvio e aglio senza anima messo a crudo e tagliato con il tagliatartufi, la Napoli con pomodoro San Marzano dop dell’agro nocerino sarnese, mozzarella fiordilatte, capperi e acciughe San Filippo, la Parmigiana con parmigiana vera, la Prosciutto e Funghi, la Salsiccia e Friarielli con provola affumicata, il Calzone napoletano con le scarole, olive di Gaeta, capperi dissalati di Pantelleria, uvetta, pinoli e il Gatò con mozzarella, provola affumicata, patate, uova, prosciutto cotto, salame, pane tostato e grattugiato


Rubriche

Mondo pizza

Tutte le notizie sul piatto italiano più copiato e mangiato nel pianeta