04-06-2022

Feuerstein Nature Family Resort: nel segno della natura

Tra le cime della Val di Fleres, un rifugio per grandi e piccini: laboratori e servizi ad hoc ambiscono a rendere la struttura il miglior albergo in Europa per famiglie

A poca distanza dal Brennero, in Alto Adige, il F

A poca distanza dal Brennero, in Alto Adige, il Feuerstein Nature Family Resort, è un rifugio di ospitalità che punta a diventare il miglior albergo per famiglie in Europa: al cuore di della sua filosofia, una particolare attenzione agli elementi naturali (nel design, in cucina e nei servizi offerti), ma soprattutto a quelle attività tese a migliorare e rafforzare il rapporto genitori figli

L’ultima novità è il maneggio, un’area completamente nuova di oltre 600 mq, adiacente all’hotel, pensata per grandi e piccini (dai 3 anni di età) appassionati di equitazione, esperti e non. È anche il punto di partenza ideale per dedicarsi a una passeggiate a cavallo tra le cime silenziose della Val di Fleres e godersi altre esperienze come le innovative sessioni FEBS (Fantasia, Esperienza, Movimento, Divertimento), utili a stimolare nei piccoli ospiti la voglia di esplorare e di conoscere gli scenari paesaggistici circostanti.

«Il maneggio è frutto di una promessa fatta alle mie figlie, era un loro sogno», racconta Peter Mader, proprietario del Feuerstein Nature Family Resort, paradiso family friendly a 1.250 metri di altitudine, di fronte al monte Tribulaun, a pochi chilometri dal confine austriaco, non lontano da Vipiteno e dal Passo del Brennero. Il noto imprenditore altoatesino nel 2000 ha acquistato quello che allora era un vecchio maso e lo ha trasformato in un luogo speciale, dove la natura è sempre al centro. Dentro e fuori.

Uno scatto in pieno inverno del resort 

Uno scatto in pieno inverno del resort 

Legno, quarzite argentea, pietra. Aria, acqua, terra, fuoco. I materiali naturali e i cinque elementi si fondono in questo cinque stelle, che sembra integrato nella montagna che lo racchiude, mentre tutt’intorno si scorgono cascate scroscianti e pascoli ricoperti di neve.

Le ampie vetrate panoramiche degli spazi comuni aprono lo sguardo sulla natura circostante e la vista spazia sul laghetto interno al Feuerstein e sugli chalet. A raccontarci la visione della proprietà è Werner Prechtl, general manager della struttura: «Oltre al maneggio una novità della stagione è il sentiero che circonda l’hotel; nel 2025 inaugureremo inoltre una nuova piscina scenografica», ci svela.

Attività e servizi sono dedicati a tutti, bambini, adolescenti e genitori, che possono vivere un momento riservato proprio a quel ritrovarsi tutti insieme, il tempo genitori-figli, declinato in una serie di laboratori creativi durante i quali i bimbi possono giocare insieme alle mamma e ai papà. L’obiettivo è quello di dare al tempo libero un valore aggiunto per tutte le generazioni. Ma l’ambizione del resort è ancor maggiore: «Diventare il miglior albergo in Europa per famiglie e bambini, dove staccare la spina, immergersi nella natura e riconnettersi con sé stessi», spiega il direttore. I presupposti ci sono tutti; non per niente è il più ambito dalle famiglie in cerca di tranquillità, grazie anche a un’attenzione reale alla sostenibilità, che si traduce, in primis nel benessere dei propri collaboratori (140 in totale), coinvolti in momenti di aggregazione, con servizi e appartamenti a loro disposizione, servizi gratuiti e un tempo di lavoro di 5 giorni alla settimana. Senza dimenticare la presenza di “mamma” Doris, una figura dedicata all’ascolto e alla risoluzione dei problemi.

Ma ecco un altro valore aggiunto di questo resort costruito a misura di bambino: ai giovani ospiti, accettati fin dal primo mese di età, è garantita l’assistenza giornaliera (per un totale di 70 ore la settimana) di uno staff di circa 15 operatori (Flammi’s friends) attivi con un approccio pedagogico, che si aggiunge a un programma di attività per i bambini più grandi ispirato al metodo Montessori. Banditi computer o videogiochi, si ha a disposizione un fienile dove lanciarsi a capofitto, un atelier di pittura, un laboratorio del legno, per imparare a costruire con le proprie mani. E ancora, un grande mondo acquatico diviso tra una baby pool per i neonati, una piscina didattica con memory subacqueo e immersione ad ostacoli, più la piscina interna con scivolo.

D’inverno qui si scia in tre ski areas: nei dintorni si trovano il comprensorio di Ladurns a Colle Isarco (15 km di piste, a circa 5 minuti di auto) e, non lontano, quello di Racines e di Monte Cavallo presso Vipiteno, tutti accessibili con il medesimo skipass. In estate, tantissime sono le attività da praticare en plein air: i bambini si muovono in totale autonomia, liberi di giocare, partecipare a tour lungo i sentieri escursionistici da percorrere in mountain bike o a piedi, su percorsi adatti alle carrozzine: Malga Allriss, per esempio, si trova a solo un’ora di camminata dall’hotel. Le vicine città di Vipiteno, Bressanone, Bolzano e Innsbruck si possono visitare in giornata.

Una delle camere della struttura che accoglie anche chalet e suggestive suites

Una delle camere della struttura che accoglie anche chalet e suggestive suites

L’armonia con la natura si riflette nel design e negli arredi delle 93 sistemazioni divise tra camere, suite e chalet, plasmate da tessuti naturali e mobili artigianali che valorizzano il contesto naturale e il lavoro dell’uomo. Elementi come la pietra di quarzo argentato e il legno tipico della Valle, creano un interno caldo e in perfetto stile alpino. Il decor è raffinato e minimal: il design italiano si sposa con materiali naturali locali dando vita ad un’architettura sobria ed elegante, plasmata dalla natura. A curare il progetto sono stati gli studi di architettura Baukraft di Bressanone e Biquadra di Merano, che hanno ricreato la comodità e il calore di un ambiente familiare.

La Mountain Spa

La Mountain Spa

Per i momenti di relax e remise en forme, ci si rifugia nei 3mila mq della Mountain Spa ispirata a un concetto di benessere olistico, che include un’area AdultsOnly. Propone trattamenti che attingono alle energie primordiali che si sprigionano dalle risorse naturali alpine, ovvero acqua, calore, legno e roccia. Lo Yoga Loft panoramico è consacrato ai momenti di intimità spirituale: grazie all’ampia vetrata, si apre nella pace dello scenario circostante. I massaggi e i rituali proposti sono firmati Team Dr. Joseph, brand di prodotti biocosmetici naturali prodotti in Alto Adige. Nella Spa si ritrova la quarzite argentea, che è in camera, appena arrivati, nella brocca dell’acqua. Una pietra primordiale fatta di quarzo e cristalli preziosi, che funge da contrappeso per lo stress quotidiano e l’iperacidità. La quarzite è basica: bevendola dopo averla lasciata nell’acqua per un’ora, combatte l’acidità che accumuliamo nella vita di tutti i giorni.Estremamente rilassante, depurativa, ristabilisce il naturale equilibrio energetico dell’uomo. Come natura vuole.

La chef altotesina Tina Marcelli, al timone di una brigata di cucina di sole donne

La chef altotesina Tina Marcelli, al timone di una brigata di cucina di sole donne

Ad orchestrare la cucina è la chef altoatesina Tina Marcelli, che con una brigata quasi tutta al femminile; Tina punta a recuperare i sapori genuini della valle e le eccellenze dei piccoli produttori locali. Non manca un ristorante gourmet, Artifex, dove la chef elabora a regola d’arte prodotti di stagione provenienti dal territorio, declinati in creazioni originali che rivisitano la consolidata tradizione locale. Per un viaggio di gusto contaminato dalla cucina internazionale che si rispecchia nel motto A casa nel mondo con le radici in Alto Adige. Il tutto in un raffinato gioco di abbinamenti e combinazioni di ingredienti, con un sapiente e personalissimo utilizzo di erbe officinali e aromatiche.

Ecco allora che le erbe dell’orto dell’hotel, varietà come il topinambur, la carota e la rapa rossa sono combinati con estro per dar vita a piatti che sono il punto d’incontro tra i sapori mediterranei ed alpini.

La sala del ristorante Artifex il cui coordinamento è a cura del maître Valentina Lovi

La sala del ristorante Artifex il cui coordinamento è a cura del maître Valentina Lovi

Pregevole la cantina che vanta vini di viticoltori della regione accuratamente selezionati dal maître Valentina Lovi e dal team di sommelier: include i vini di piccole cantine altoatesine come Lieselehof o Manincor, i vini da agricoltura biologica e le linee premium di importanti produttori. Da non perdere le degustazioni settimanali nella cantina che si concludono con l’assaggio di una bottiglia preziosa, di un’annata tra il 1962 e il 1970, della collezione privata del proprietario Peter Mader.

Benvenuti a casa.
www.feuerstein.info/it


Hôtellerie

Radiografia, notizie e curiosità sugli hotel e le locande più importanti in Italia e nel mondo.

Elisabetta Canoro

a cura di

Elisabetta Canoro

Giornalista professionista, è consulente di Identità Golose, vice direttore di The CUBE Magazine e collaboratrice di AD Architectural Digest italia e Panorama. Autrice di guide e di libri editi da WhiteStar e Marco Polo

Consulta tutti gli articoli dell'autore