23-03-2023

Sostenibilità, forza comunicativa e investimenti nell'arte: Pasqua Vini alla conquista dei Millennials

È tempo di bilanci per l'azienda vitivinicola veneta, che segna un +4% sul fatturato e solca spedita i mercati esteri, mentre studia i trend di consumo di vino tra i giovani in Italia, Regno Unito e Stati Uniti

L'arte incontra il mondo del vino: alla prossi

L'arte incontra il mondo del vino: alla prossima edizione del Vinitaly 2023 l’arte italiana accompagnerà i Pasqua con un progetto che vede protagonista la luna. Appuntamento alle Gallerie Mercatali di Verona con “Luna Somnium”, a cura degli artisti Fuse

Umberto Pasqua, con i figli Riccardo e Alessandro, ha scelto Milano per presentare a un ristretto numero di giornalisti i dati di bilancio 2022 e una ricerca commissionata alla società internazionale Toluna per approfondire il tema degli stili di consumo di vino nei giovani.

«Ci è sembrato necessario – chiosa Umberto Pasqua, presidente della Pasqua Vini - analizzare i dati di questa ricerca pensando al consumatore di domani; una visione del nostro Paese confrontato al Regno Unito e agli Stati Uniti d’America. Con la mia famiglia abbiamo sempre guardato al futuro investendo in tecnologia (oltre 6 milioni di euro nell’ultimo anno), sulla filiera di prodotto e sul valore del brand. Certo, con la visione e l’aiuto dei miei figli, puntiamo i riflettori sul tema della comunicazione».

Al centro Umberto Pasqua, presidente della Pasqua Vini, assieme ai suoi figli, Riccardo, CEO dell'azienda (a sinistra) e Alessandro, presidente Pasqua Vini U.S.A. (a destra)

Al centro Umberto Pasqua, presidente della Pasqua Vini, assieme ai suoi figli, Riccardo, CEO dell'azienda (a sinistra) e Alessandro, presidente Pasqua Vini U.S.A. (a destra)

In seguito a questa ricerca intitolata “Millennials e Generazione Z: il rapporto con il mondo del vino” si è giunti a una nuova prospettiva per il futuro. Ben 2.400 giovani intervistati tra uomini e donne nati a cavallo del 1980 e il 2000, tutti divisi equamente tra le tre nazioni, con la caratteristica comune di aver consumato vino almeno una volta nell’ultimo mese. «Osserviamo con molta attenzione i nuovi stili di consumo del vino - afferma Riccardo Pasqua, CEO dell’azienda scaligera- I giovani di oggi bevono in maniera diversa rispetto alle generazioni precedenti con un'attenzione totale rivolta alla sostenibilità. Cercano produttori che abbiano un linguaggio più casual e amano i contenuti creativi. Prediligono i vini rossi in primis, poi vini bianchi e bollicine. L’informazione online risulta vincente, pur non lasciandosi influenzare dai trendsetter digitali».

La cultura enogastronomica degli intervistati fa emergere diversità evidenti: gli italiani preferiscono etichette nazionali, ma sono curiosi rispetto alle novità; gli intervistati del Regno Unito e gli americani si orientano, invece, su etichette più note, sempre propositivi nello scoprire i vini del mondo. «Il consumatore americano – concorda Alessandro Pasqua, presidente Pasqua Vini U.S.A.- è da sempre interessato al mondo dell’arte. Il che è perfetto per le nostre strategie, per cui creatività e innovazione, dalla vigna alla cantina, creano interesse. La nostra Valpolicella, per esempio, è al centro di questi desideri, per un lavoro continuativo che portiamo avanti già da molti anni. Sicuramente il rapporto qualità/prezzo equilibrato è un valore aggiunto da non perdere mai di vista. Il consumo avviene tra le mura domestiche, ma anche al ristorante».

Proprio l’arte italiana accompagnerà i Pasqua al Vinitaly 2023 con un progetto immaginifico che vede protagonista la luna.

Troveremo, infatti, alle Gallerie Mercatali di Verona “Luna Somnium”, a cura degli artisti Fuse, uno studio d’arte multidisciplinare fondato nel 2007 per interpretare fenomeni umani, sociali e naturali, con istallazioni multimediali e tecnologie digitali attraverso luce, spazio, suono e movimento.

Continua Riccardo Pasqua:«Ci troverete al Vinitaly al Padiglione 5 stand E4 per presentare i nostri vini ICONS, le collezioni che rappresentano gli stili di vinificazione più innovativi. Siamo presenti in 72 mercati nel mondo con un'esportazione che raggiunge l’89% del nostro fatturato. Il giro d’affari 2022 si è chiuso a 65,4 milioni di euro, segnando un +4% rispetto all’anno precedente. In corso, un ambizioso ciclo di investimenti fino al 2026 finalizzato a quattro obiettivi: ulteriore incremento della qualità, proseguimento nei progetti di sostenibilità, sostegno della crescita organica multi-geografica e multicanale oltre al potenziamento degli investimenti dell’arte e del nostro mondo del vino».


In cantina

Storie di uomini, donne e bottiglie che fanno grande la galassia del vino, in Italia e nel mondo

Cinzia Benzi

a cura di

Cinzia Benzi

laureata in psicologia, è stata rapita dalla galassia di Identità Golose. Se lo studio del vino è la sua vita, la vocazione di buongustaia è una scoperta in evoluzione

Consulta tutti gli articoli dell'autore