25-07-2023

Roma carnale: alla scoperta de El Porteño Gourmet

La seconda apertura del brand che punta sulla cucina argentina. Diverse le novità: apertura a pranzo, primi piatti e una parrilla di ultima generazione, in un atmosfera che richiama la Buenos Aires degli anni’50

Panqueque dulce de leche

Panqueque dulce de leche

Roma ha un nuovo indirizzo argentino e gourmet. Nei vicoli adiacenti alla zona di Fontana di Trevi, il gruppo di proprietà dei fratelli argentini Alejandro e Sebastian Bernardez e Fabio Acampora ha aperto il secondo indirizzo capitolino del brand El Porteño. Siamo in Via dell’Umiltà e il palazzo che un tempo ospitava la sede del partito di Forza Italia, è diventato la dimora dell’Hotel di lusso Umiltà 36, facente parte di Shedir Collection. Da qui l’intreccio con El Porteno Gourmet, la cui caratteristica rispetto agli altri format del brand (El Porteno ed El Porteno Prohibido) è proprio quella di essere ospitato all’interno di alberghi. Non solo, l’indirizzo gourmet è pensato per essere aperto anche a pranzo, dal lunedì alla domenica e soddisfare così la clientela business.

Carne alla Parrilla

Carne alla Parrilla

Il ristorante mantiene la sua forte identità Argentina sia nella cucina, con la parrilla a vista, da sempre protagonista e centro nevralgico delle attività degli asadores e negli ambienti, che richiamano la Buenos Aires degli anni’50. L’ingresso ospita l’area lounge e la cantina, a seguire una sala ornata da materiali di recupero provenienti da oltreoceano, inclusa una singolare panca dello spogliatoio di una squadra di Rugby del Paese, sport molto amato in Argentina. Poi due ambienti simbolo di questa nuova insegna. La sala dedicata al Polo, dove i sudamericani sono leader nel mondo e una seconda saletta intitolata “sala del Tango”, molto intima e dove è possibile cenare in formula privata.

El Porteno Gourmet Roma

El Porteno Gourmet Roma

Il menu del El Porteno Gourmet è incentrato sulla carne sia Argentina che Internazionale, come il Waygu A5 e il Tomahawk. Immancancabili le empanadas, di carne con pollo sfilacciato e manzo, di verdura con gli spinaci e l’intramontabile yamon e queso, con prosciutto cotto e formaggio. Tutte da accompagnare con una salsa di pomodoro fresca e piacevole.
Se si comincia con i cocktail, ben eseguiti dal barman Niccolò Allori, sono d’obbligo le entrée da aperitivo. Patè di mortadella tartufata, pollo alla scapece, mousse di zucchine con grana e patè di fegatini con pomodori secchi.

Sala del Tango

Sala del Tango

La variante decisiva per il format “gourmet” è l’entrata in menù dei primi piatti, che consentono di creare un match di gusto con la cucina italiana. Se a Milano il risotto con zafferano e animelle è diventano un must, qui a Roma la dedica alla tradizione si compie con gli spaghetti con Patanegra e cremina di formaggi e porri. Su consiglio del direttore di sala Valerio Fusco, che merita una menzione per il coordinamento del servizio e per il suo approccio diretto e conviviale con gli ospiti, assaggiamo il Tagliolino fatto in casa con ragù di Entrana. Una carne tipica dell’Argentina che corrisponde al taglio intercostale del manzo, molto saporito e date le sue caratteristiche, ottimo da stracuocere o in versione bistecca da servire ben cotto. Un sapore e una metodologia di cottura diversa dai consueti canoni europei, ma ne apprezziamo il gusto deciso e dalle note selvatiche.

Tagliatella con ragu di Entrana

Tagliatella con ragu di Entrana

La portata che ci ha conquistato sotto ogni punto di vista sono le animelle saltate con porri e Chardonnay. Qui proviamo una delle pietanze più autentiche della tradizione culinaria di Buenos Aires, ingentilite dai porri che si amalgamano nella rosolatura. Suadenti e decisamente buone.

Nella carta dei vini ci sono etichette made in Argentina che a Roma si possono trovare solo al Porteno. Il sommelier Edoardo Barrucca ha aperto le danze con un Torrontes del 2020. Un vitigno autoctono a bacca bianca la cui particolarità è che viene coltivato sopra i 1500 metri di altezza, nella zona della Salta, una delle più alte al mondo per produzione di vino. Con le animelle un abbinamento giusto grazie alle sue note semi aromatiche.

Duo de Empanadas di carne

Duo de Empanadas di carne

Con la carne si passa al rosso, un Malbec del 2020 prodotto dalla cantina Zuccardi, una delle migliori al mondo. Questo vitigno si trova nella zona con la più alta concentrazione calcarea dell’Argentina, che conferisce al vino fragranze affumicate, oltre  un naso dove prevale il ricordo del sottobosco.

Chiudiamo con un piccolo spoiler. In estate sul tetto dell’Hotel Umiltà 36 verrà inaugurata la terrazza de El Porteno Gourmet. Cocktail, sashimi, tartare di carne e una piccola cucina a vista.

 

El Porteño Gourmet

via Dell’Umiltà 36 - Roma

tel. 06 83 39 34 01

dal lunedì alla domenica dalle ore 12.00 alle ore 24.00  

www.elporteno.it

 


Dall'Italia

Recensioni, segnalazioni e tendenze dal Buonpaese, firmate da tutti gli autori legati a Identità Golose

Leonardo Samarelli

a cura di

Leonardo Samarelli

giornalista pubblicista, classe 1992, una laurea in Scienze Politiche, sin da piccolo ammirava la nonna tra i fornelli. Da lì è nata la scintilla e la passione per il panorama enogastronomico

Consulta tutti gli articoli dell'autore