Giano e Zucchero, anteprima sul nuovo progetto romano di Ciccio Sultano e Fabrizio Fiorani

Il patron e il pasticciere del ristorante Duomo di Ragusa Ibla hanno assunto la regia dell'intera linea di cucina del neonato hotel W Rome. Tutti i dettagli e i piatti

19-01-2022
a cura di Gabriele Zanatta
Da sinistra a destra, Ciccio Sultano (chef), Cesa

Da sinistra a destra, Ciccio Sultano (chef), Cesare Murzilli (resident pastry chef), Fabrizio Fiorani (pastry chef) e Nicola Zamperetti (resident chef) del ristorante Giano che ha aperto ieri al pubblico al piano terra del W Rome hotel di via Liguria 26/36 a Roma. In squadra con loro c'è il sommelier Christian D’Antoni

Ha inaugurato da poche settimane a Roma il primo W Hotel d’Italia. È uno dei brand del marchio Marriott, colosso dell’hotellerie che conta circa 7.800 hotel in 138 paesi del mondo, divisi in 30 marchi. Otto di questi sono brand di lusso: The Ritz-Carlton, Ritz-Carlton Reserve, St. Regis, The Luxury Collection, Edition, JW Marriott, Bvlgari e W Hotels, appunto, il più lifestyle e rebel degli 8. Altre due aperture siglate doppia V seguiranno presto in Italia (Milano nel 2023 e Firenze 2024), ma ora è occorre sottolineare che l'intera ristorazione del neonato complesso di via Liguria (ex Palazzo dell’Antitrust, prima ancora Hotel Ludovisi) porta la firma di due nomi che conosciamo.

Sono Ciccio Sultano da Ragusa e Fabrizio Fiorani da Roma, coppia d'assi costituita già da qualche anno nello sforzo di alzare l’asticella delle ambizioni del Duomo di Ibla. Da dicembre fanno gli straordinari in questo hotel da 162 camere (disponibili in toto a primavera 2022), in una pacifica intersezione di Via Veneto: colazioni, servizi in camera, cocktail bar ma soprattutto il ristorante Giano e la pasticceria Zucchero X Fabrizio Fiorani, inaugurati ieri. Un passo per cui vale la pena rallegrarsi perché, nell'avvincente contesa delle prossime aperture romane di lusso, la cucina d’autore avrà il suo peso e questo lo stanno intendendo sempre più anche le grandi catene dell’hotellerie mondiale.

«Il nome Giano», spiegano Sultano e Fiorani nell’anteprima del progetto, «è per omaggiare la divinità bifronte latina: aveva occhi rivolti al futuro ma anche al passato. Così ragiona l’hotel che ci ospita e così procediamo noi da sempre. Una cucina educata». E qui arriva l’altra piacevole sorpresa: la proposta dell’insegna ammiraglia del W Roma non obbedisce agli schemi affettati del fine dining ma a quelli della cucina siciliana e italiana, «con intrecci tra il borghese e il popolare, piatti domestici ma senza folklore. Con la sostanza che è ben più importante della forma». Un segno dei tempi.

Ciccio Sultano, 52 anni a febbraio, patron a Ragusa del ristorante Duomo (2 stelle Michelin), de I Banchi e Cantieri Sultano e di Pastamara, ristorante del Ritz/Carlton di Vienna

Ciccio Sultano, 52 anni a febbraio, patron a Ragusa del ristorante Duomo (2 stelle Michelin), de I Banchi e Cantieri Sultano e di Pastamara, ristorante del Ritz/Carlton di Vienna

Fabrizio Fiorani, 35 anni, nella pasticceria che porta il suo nome al W Rome. Pasticciere del Duomo di Ragusa. Nel suo curriculum: Enoteca Pinchiorri, Heinz Beck alla Pergola e Luca Fantin a Tokyo, anni in cui fu eletto Miglior pastry chef in Asia secondo la 50 Best Restaurants continentale

Fabrizio Fiorani, 35 anni, nella pasticceria che porta il suo nome al W Rome. Pasticciere del Duomo di Ragusa. Nel suo curriculum: Enoteca Pinchiorri, Heinz Beck alla Pergola e Luca Fantin a Tokyo, anni in cui fu eletto Miglior pastry chef in Asia secondo la 50 Best Restaurants continentale

La linea sviluppa tanti piatti da condividere, dall’antipasto al dolce. Snack, paste, carni e pesci che pare di stare nelle viuzze di Ibla: grissini al miele, sfincioni palermitani, pani e panelle, arancini updated, carpacci di cernia, sarde a beccafico, spaghetti taratata (sdrammatizzati rispetto all’originale di Capitano Bocchieri), polletti ruspanti (con farce e contorni magnifici) e polpi al chimichurri sezionati sotto l'occhio del cliente. A fine percorso, arriva la favolosa girandola sincronizzata dei dessert di Fiorani: Cannoli (con cialda senza strutto), Oliosalegrano e Wow-gelato alla vaniglia (questi ultimi due, oggetto dell’ultima lezione di Identità Milano). Piatti e vini (60% naturali, soprattutto Italia) da gustarsi godendo in santa pace anche nell’attiguo Giardino Clandestino outdoor.

«Sono felice», confessa il pasticciere mentre ci scorta nel locale accanto, il “suo” locale «perché W Roma mi ha concesso l’onore della prima insegna col mio nome». Zucchero X Fabrizio Fiorani è una coloratissima alcova con accesso dalla strada da cui è possibile aspirare al volo un caffè coi fiocchi (dall’avveniristica modbar di Marzocco) oppure uscirsene con kit sottobraccio per farsi il cannolo a casa, le praline, i biscottini, le happy pills e gli occhiali tiramisu del willy wonka di Roma Nord, tornato a casa dopo lungo trottare globale.

Prima o dopo la cena, ci si accomoda al W Lounge per un sip di cocktail Piemonte-Sicilia (sorta di Mi-To ma con vermut e Marsala) o un Herbal Martini. E dalla primavera ci si potrà trasferire all’Otto Rooftop Bar in cima, per bere ma anche assaggiare crudi e cocktail. Sotto, una vista spettacolare sulla Città Eterna. Spazio alle foto.
Particolare di sala di Giano

Particolare di sala di Giano

La colazione al W Rome: maritozzo (con olio nell'impasto al posto del burro, mascarpone e vaniglia), veneziana ripiena di crema alla vaniglia, pan au chocolat, croissant al miele. Tutto a firma Fiorani

La colazione al W Rome: maritozzo (con olio nell'impasto al posto del burro, mascarpone e vaniglia), veneziana ripiena di crema alla vaniglia, pan au chocolat, croissant al miele. Tutto a firma Fiorani

Cena al Giano: snack di aperitivo ("snack" si fa per dire): pane e panelle, sfincione palermitano, arancini pomodoro e mozzarella, sarde a beccafico con salmoriglio

Cena al Giano: snack di aperitivo ("snack" si fa per dire): pane e panelle, sfincione palermitano, arancini pomodoro e mozzarella, sarde a beccafico con salmoriglio

Ventresca di tonno al carbone

Ventresca di tonno al carbone

Pasta con le sarde

Pasta con le sarde

Pacchero fuori Norma

Pacchero fuori Norma

Sgombro alla griglia

Sgombro alla griglia

OlioSaleGrano (i dettagli qui)

OlioSaleGrano (i dettagli qui)

Il Tiramisu di Fiorani

Il Tiramisu di Fiorani

Il bar W Lounge

Il bar W Lounge


Giano al W Rome
via Liguria, 28
Roma

+390642016253
prezzi medi: antipasti 18, primi 16, secondi 30, dessert 12,50 euro
Aperto: sempre a cena e a pranzo solo da venerdì a domenica (a regime, 7 su 7 anche a pranzo)