La Rosetta Cafè Oyster Bar di Massimo Riccioli: bontà marinare nel cuore di Roma

Lo chef-patron de La Rosetta presenta una nuova formula per allietare i pranzi capitolini: tecnica, gusto e cucina "povera" di mare

08-12-2021
Massimo Riccioli, chef-patron del ristorante di ma

Massimo Riccioli, chef-patron del ristorante di mare La Rosetta, Roma. Oggi Massimo porta in tavola una cucina di mare autentica e, a pranzo, presenta una nuova proposta gastronomica che esalata i pesci "poveri" e le grandi ricette della tradizione marinara mediterranea

Trovare un ristorante nel centro di Roma che proponga una cucina di mare autentica non è impresa facile, ma tra le insegne di riferimento che meritano una visita c’è sicuramente La Rosetta, locale voluto da Carmelo Riccioli nel 1966 e che, sin da subito, è stato identificato nell’immaginario collettivo dei romani (e non solo) quale vero e proprio tempio della tradizione marinara della Capitale.

Un appassionato lavoro di ricerca e valorizzazione dei migliori prodotti del mare portato ai giorni nostri da Massimo Riccioli, figlio del fondatore e oggi chef-patron de La Rosetta, che mette il suo talento al servizio della buona tavola, lasciando che il concetto di trattoria evolva. Sfida riuscita, grazie alla rielaborazione artigianale dei sapori, di prodotti sovente considerati “poveri”, ma che invece racchiudono in sé la vera essenza della cucina di mare. Ora, dopo più di 50 anni, La Rosetta compie un nuovo passo con Massimo e si rinnova, senza snaturare la filosofia gastronomica di fondo.

Non a caso, è dal ricordo del Riccioli Café (un format di successo del nostro, risalente agli anni ’90), che Riccioli recupera l'offerta e dà una veste agile e gustosa alla pausa pranzo con La Rosetta Cafè Oyster Bar . È un’idea che trae ispirazione anche dalle nuove modalità di consumo e che propone un percorso gastronomico strutturato su leggerezza, qualità, semplicità e anche convenienza. La cucina de La Rosetta Cafè Oyster Bar privilegia l’utilizzo di pesci poveri, quelli in genere un po’ trascurati dal mercato, ma così tipici della cultura marinara e mediterranea. Pesci che si ritrovano in tante ricette popolari, e a rischio di essere dimenticate, ma che Massimo Riccioli recupera con una personale interpretazione.Un menu corto, ma sempre in evoluzione, per una cucina di mare veloce e sfiziosa, con ostriche, crudi, una buona cantina servita al bicchiere, o cocktail signature in linea con la proposta culinaria.

Una doppia anima, quindi: Cafè dal martedì al venerdì a pranzo, e Ristorante a cena e nei festivi, eppure un solo filo conduttore, Massimo Riccioli, chef e maestro d’accoglienza, perché come spesso gli piace ripetere, «L’ospitalità è un atto d’amore».

Da sempre integralista per quel che concerne la scelta delle materie prime, partendo dalla loro qualità e freschezza, Riccioli ama creare intriganti piatti unici nei quali prende forma il connubio tra pesce e vegetali, un amalgama spesso enfatizzato da una punta di piccantezza che rende riconoscibili le sue proposte. «Il mare è ricco di tesori ignorati che bisogna saper individuare e che, a mio avviso, rappresentano le fondamenta di una cucina di mare autentica, una cucina che necessita di passione, conoscenza e competenza. Troppo facile cercare d’impressionare con ingredienti costosi o che richiedono una lavorazione minima: sono ancora convinto che il vero senso del lavoro di un cuoco risieda nel riuscire a sfruttare pienamente il potenziale di ogni singolo elemento», ci confida Massimo.

Tagliolini all'Amatriciana gialla di ventresca di tonno

Tagliolini all'Amatriciana gialla di ventresca di tonno

Nel menu de La Rosetta Cafè Oyster Bar trovano spazi Crudi (ostriche, ceviche di baccalà, tartare di gamberoni), Sushi (gunkan, nigiri, hosomaki, uramaki) e le classiche tipologie di portata, dall'antipasto al dessert. Il mare è rappresentato nella sua totalità, valorizzato nelle consistenze e nei sapori, come nel caso della Catalana di Gamberi bianchi con Tabouleh al pomodoro ed erbe o nei Filetti di Acciughe del Cantabrico con focaccia e mozzarella, un boccone ruffiano nelle intenzioni ma di gran gusto.

E poi un fritto appagante, sia per qualità delle materie prime che per cottura, i Calamarotti e zucchine, ma è nei Tagliolini all'Amatriciana gialla di ventresca di tonno che ritroviamo tutta l'essenza di Riccioli, un piatto che origina dalla tradizione e che trova, nella capacità tecnica di Massimo, una chiave di lettura moderna. 

Palombo in guazzetto con lenticchie

Palombo in guazzetto con lenticchie

Anche i secondi confermano la validità della fomula grazie ai Filetti di Muggine grigliato, salsa al lemon grass, senape e soya con porri glassati, un caleidoscopio di sapori, quindi il Palombo in guazzetto con lenticchie, un piatto inusuale, ma al tempo stesso centrato, quilibrato.

Non è da meno l’offerta relativa al beverage, rappresentata da una carta dei vini ben assortita, così da poter trovare sempre l’abbinamento giusto con le proposte della cucina.

Ristorante e Café Oyster Bar La Rosetta 
Via della Rosetta, 8
00186 – Roma
Tel.: +39 06 686 1002


Rubriche

Dall'Italia

Recensioni, segnalazioni e tendenze dal Buonpaese, firmate da tutti gli autori legati a Identità Golose