Postrivoro d'ottobre

Il laziale Luca Poli e la campana Fabiana Scarica protagonisti a Faenza del doppio evento goloso

19-09-2016
Fabiana Scarica, classe 1988, ha iniziato la sua c

Fabiana Scarica, classe 1988, ha iniziato la sua crescita nel mondo della gastronomia a 19 anni. Villa Chiara oggi è il suo presente: un casale immerso tra ettari di vigne, orto e campi nelle colline vicino a Vico Equense. Ci sarà lei in cucina per il prossimo appuntamento del Postrivoro di Faenza

I felici, giocosi e golosi incontri del Postrivoro riprendono con un appuntamento tutto italiano, previsto per il weekend del 22 e 23 ottobre: l'evento organizzato a Faenza dall'associazione RAW Magna come sempre affiancherà per due momenti molto speciali uno chef e un sommelier di talento, in questo caso una cuoca giovane e fantasiosa come Fabiana Scarica, che guida la sua Villa Chiara sulle colline di Seiano, vicino a Vico Equense, e un ispirato amante del vino come Luca Poli, sommelier di Pascucci al Porticciolo, a Fiumicino. 

Una cena il sabato sera e un pranzo la domenica per celebrare l’incontro tra due esperienze in un menu irripetibile, che come da tradizione verrà svelato solo sul momento ai 20 commensali che avranno preso posto alla grande tavolata. 

Fabiana Scarica non è ancora trentenne, ma ha già trovato la forza e il coraggio per aprire il suo ristorante Villa Chiara, una struttura con orto e cucina alle spalle di Seiano, una delle frazioni che compongono Vico Equense. Il nome della sua attività è stato scelto pensando alla figlia di quasi dodici anni, che le ha donato la passione della cucina.

Luca Poli

Luca Poli

Giovanissima mamma, Fabiana ha scoperto infatti tra una pappetta e un petto di pollo come non ci sia gesto d’amore più grande di quello del cucinare per qualcuno e ha dato una svolta alla sua vita. E' passata così dai libri di testo del Liceo Classico a quelli tecnici e scientifici dell’ALMA, è riuscita a crescere grazie a numerose esperienze in importanti ristoranti stellati, per poi coronare il sogno di un luogo tutto suo.

Anche il percorso di Luca Poli, per quanto molto diverso, racconta una bella storia di famiglia. Una in cui troviamo una nonna che inizia a preparare il sugo alle otto del mattino della domenica, in cui a tavola ci si stringe per accogliere zii, cugini e ospiti. Sapori, profumi e riti che Poli porta con sé «come fosse un grosso e importante bagaglio che trasporto senza fare la più minima fatica».

Un'immagine della tavola di uno dei passati appuntamenti di Postrivoro

Un'immagine della tavola di uno dei passati appuntamenti di Postrivoro

Memorie che vuole far rivivere ogni sera in quel particolare palcoscenico chiamato sala, che lui definisce una «sintesi di eleganza, armonia e benessere dove tutto converge, dove l’estro e la maestria di uno chef incontra la filosofia e l’amore di un vignaiolo e nostra missione è quella di raccontare la poesia della terra e del mare». Quando racconta che cosa l’abbia spinto a diventare sommelier, Poli cita invece William Benwell: «Il suono morbido di un sughero che viene stappato dalla bottiglia ha il suono di un uomo che sta aprendo il suo cuore».

Per scoprire lo speciale menu e gli abbinamenti che nasceranno da questo incontro, ci sono due possibilità: una cena, la sera del 22 ottobre, e un pranzo il giorno seguente, sempre per soli venti ospiti. Le prenotazioni apriranno il 19 settembre alle 15 e si potranno effettuare direttamente cliccando sui link inseriti qui sopra, o scrivendo una mail a prenotazioni@postrivoro.it e attendendo una risposta di conferma. Gli eventi sono riservati ai soci dell’associazione RAW Magna e hanno una quota di partecipazione individuale di 95 euro. La location è la sede di Borgo Durbecco di Faenza in Piazza Frà Sabba, 5.


Rubriche

Dall'Italia

Recensioni, segnalazioni e tendenze dal Buonpaese, firmate da tutti gli autori legati a Identità Golose