L'appello del Noma: non cancellate le prenotazioni, ma posticipatele

Il ristorante danese chiude per l'emergenza Coronavirus. E chiede a tutti: date una mano al vostro ristorante preferito

15-03-2020
Il tema del Noma ha dato l'arrivederci alla pr

Il tema del Noma ha dato l'arrivederci alla propria clientela con un appello a favore dei ristoranti di tutto il mondo

Il ristorante Noma di Copenhagen ha deciso di chiudere le sue porte, da stasera e almeno fino al 14 aprile. Lancia però un appello ai clienti dei ristoranti di tutto il mondo: "Se desiderate aiutarci, invece di cancellare le vostre prenotazioni sarebbe meglio posticiparle a una data successiva o persino acquistare un buono regalo per dare una mano al vostro indirizzo preferito. Per favore, continuate anche ad appoggiare quei ristoranti, caffetterie, panetterie e negozi di alimentari che rimangono aperti, là dove possibile: le persone che lavorano lì sono i tuoi amici e vicini. Siamo una comunità".

L'appello è lo stesso di Paulo Airaudo, del ristorante Amelia di San Sebastián, che già due giorni fa esprimeva lo stesso concetto sul suo profilo Instagram.

Ma ecco cosa hanno scritto quelli del Noma.

Cari amici,

abbiamo visto tutti le notizie di ieri e le ultime misure per garantire il benessere della comunità. E come molti dei nostri amici e colleghi in tutto il mondo, stiamo affrontando sfide che non abbiamo mai sperimentato prima e stiamo facendo del nostro meglio per cavarcela con unità di spirito ed energia.

Come team che ha il servizio e l'ospitalità nel suo stesso Dna, non vorremmo far altro che continuare a lavorare come al solito: accogliere gli ospiti nella nostra casa, cucinare e nutrirli, nonché offrire loro un momento di fuga da tutto ciò che sta succedendo nel mondo.

Tuttavia, con tutto ciò che già sappiamo e continuiamo via via a conoscere sul virus e viste le prove scientifiche che spingono tutti noi a ridurre i contatti sociali non essenziali, dobbiamo prendere la decisione più difficile e chiudere temporaneamente il ristorante Noma, almeno fino a martedì 14 aprile.

Anche Paulo Airaudo, del ristorante Amelia di San Sebastián, ha lanciato già due giorni fa lo stesso appello del Noma, sul suo profilo Instagram: "Non cancellate le vostre prenotazioni ai ristoranti. Posponetele, e così li aiuterete"

Anche Paulo Airaudo, del ristorante Amelia di San Sebastián, ha lanciato già due giorni fa lo stesso appello del Noma, sul suo profilo Instagram: "Non cancellate le vostre prenotazioni ai ristoranti. Posponetele, e così li aiuterete"

Per quanto lo stare insieme sia al centro di tutto ciò che facciamo, la realtà è che in questo momento, continuare a rimanere aperti non è nel miglior interesse della nostra comunità. Il nostro dovere di diligenza nei confronti del nostro team e degli ospiti è l'unica cosa che conta. Dobbiamo fare la nostra parte per mantenere tutti al sicuro.

Il Noma non sta entrando in modalità panico. Stiamo passando alla modalità famiglia e abbiamo assunto una serie di impegni nei confronti del nostro team e delle loro famiglie. Il nostro team sarà pagato fino alla chiusura del ristorante, questa sera. Continueremo a pagare anche per la sua assicurazione sanitaria privata supplementare, che include l'accesso anche al supporto psicologico per chi ne ha bisogno. E continueremo a cucinare pasti sani e deliziosi che il nostro team potrà portare a casa. Dove possiamo, forniremo anche assistenza finanziaria a breve termine per chi lo necessita.

Chiuderemo le porte del nostro ristorante per un breve periodo, ma non stiamo chiudendo le porte alla vita, all'amicizia, alla comunità o tra di noi. Saremo insieme a ogni passo.

Saranno tempi difficili.

Le sfide che affrontiamo sono le stesse dei nostri amici e colleghi a Copenhagen, in Danimarca e in tutto il mondo. Stiamo con tutti loro e affrontiamo questo momento difficile insieme.

 

«Se desiderate aiutarci, invece di cancellare le vostre prenotazioni sarebbe meglio posticiparle a una data successiva o persino acquistare un buono regalo per dare una mano al vostro indirizzo preferito»

Per supportare il nostro settore, diciamo agli ospiti del Noma e a quelli dei ristoranti in tutto il mondo: se desiderate aiutarci, invece di cancellare le vostre prenotazioni sarebbe meglio posticiparle a una data successiva o persino acquistare un buono regalo per dare una mano al vostro indirizzo preferito. Per favore, continuate anche ad appoggiare quei ristoranti, caffetterie, panetterie e negozi di alimentari che rimangono aperti, là dove possibile: le persone che lavorano lì sono i tuoi amici e vicini. Siamo una comunità.

Desideriamo anche farci portavoce di tutto il nostro settore e chiedere al governo danese sostegno. Ogni piccola cosa sarà utile per aiutare il nostro ambito a rimettersi in piedi. E quando sarà giunto quel momento, non vedremo l'ora di darti il ​​benvenuto a casa nostra, come semprea braccia aperte.

Grazie a tutti, in tutto il mondo, per l'amicizia e il supporto.

Abbiate cura l'uno dell'altro.


Rubriche

Dal Mondo

Recensioni, segnalazioni e tendenze dai quattro angoli del pianeta, firmate da tutti gli autori legati a Identità Golose