IG2023: signore e signori, la rivoluzione è servita

29-01-2023

Il programma della seconda giornata di Identità Milano: gli appuntamenti da non perdere

Entra nel vivo la seconda giornata del Congresso. Scoprite le masterclass e gli eventi di oggi

Dopo un inizio col botto, entra nel vivo la seconda giornata del congresso Identità Milano 2023, che proseguirà fino a lunedì 30 al MiCo di Milano, con un programma ricco di masterclass, momenti emozionanti e incontri per la crescita professionale del nostro settore. I relatori si concentreranno sul tema centrale del congresso, Signore e signori, la rivoluzione è servita

Sala Auditorium

Mattina

Si parte in Sala Auditorium con la lezione Carlo Cracco Luca Sacchi, autori del piatto simbolo di Identità Milano 2023 Avocado, kiwi, coriandolo. Si tratta di un piatto davvero rivoluzionario, basti pensare che il kiwi non cresceva in Italia, mentre oggi siamo i primi produttori al mondo. Lo stesso per l'avocado. È dunque un piatto non-italiano nelle radici ma italiano negli ingredienti, al 100% vegetale, la tendenza da seguire per la sostenibilità. Dopo il benvenuto degli ideatori e curatori di Identità Milano 2023 saranno loro i protagonisti, alle 10.40, con una lezione dal titolo: "Coniglio in bianco. Perché?"

Dopo di loro ecco il primo ospite internazionale, lo spagnolo Angel Leòn, lo "chef del mare", con una lezione dedicata a "La Cocina Marinera del siglo XXII". Lo chef porterà sul palco del nostro congresso la forza delle impetuose onde atlantiche che squassano le basse scogliere della sua El Puerto de Santa María, città portata da lui all'onor del mondo gourmet come sede (ossia cuore e cervello) dell'Aponiente

A seguire la canadese Jessica Rosval, che dialogherà con Errico Recanati sul tema "La rivoluzione del fuoco", rito antico così come tecnica di cottura.

Subito dopo, precisamente alle 12.40, sempre in Sala Auditorium ecco Identità Talk - Rompere le regole in tv: protagonisti e pionieri. In questo un momento centrale del congresso si terrà la lezione di Massimo Bottura, che salirà sul palco insieme a David Gelb e Brian McGinn di Chef's Table.

Pomeriggio

Nel pomeriggio, dalle ore 15.00, spazio ad altri due volti femminili, quello di Antonia Klugmann, triestina con una intelligenza e una delicatezza particolare per il vegetale, che terrà una lezione dal titolo "I Sassi di Pollicino per ritrovare la strada. Cit. L.G." e, subito dopo, quello della colombiana Leonor Espinosa con la sua lezione dedicata alle "Conversazioni sul territorio". Leo, infatti, è la tavola che meglio di tutte esprime il mestizaje, il meticciato di un paese che incrocia suggestioni amazzoniche, andine, caraibiche, pacifiche, arabe, africane, spagnole, indigene.

Dopo di lei alle 16.20 un sestetto d'eccezione per Identità Talk, dedicato a "La nostra rivoluzione stellata": Andrea Aprea, Riccardo MoncoAlessandro Della TommasinaAlessandro Tomberli, Federico Ceretto e Norbert Niederkofler.

Chiuderà la giornata in Auditorium il campione del mondo di pasticceria e cioccolateria Davide Comaschi.

Sala Blu 1

Nelle altre sale: tornerà Identità di Pasta, in Sala Blu 1, n collaborazione con Pastificio Felicetti, anche quest'anno otto lezioni da non perdere. Si comincerà alle 11.00 con "Made in Sannio" la lezione di Giuseppe Iannotti del Kresios, alle 11.45 la riflessione verterà su: "La pasta secca: rivoluzione dell'Identità e mito delle origini" con lo chef Marco Ambrosino, per continuare alle 13.30 con "Ogni azione è una rivoluzione" insieme a Michele Lazzarini di Contrada Bricconi, il suo nuovo ristorante fine dining di montagna.

Alle 14.15, gioco e creatività con Takahiko Kondo e Karime Lopez di Gucci Osteria da Massimo Bottura che ci proporranno "Il cannolo che vuole diventare cannellone", per continuare con le memorie di Dario Pandolfo e la sua "Rivoluzione è tornare a casa", le "Radici future" di Gianluca Gorini e alle 16.30 potremo seguire l'estro e la tecnica di Cristiano Tomei.

Sala Blu 2

In Sala Blu 2 la mattinata sarà dedicata a Identità Dolce, due interventi, che iniziano alle 11.00: Marco Pedron, creativo e sempre fuori dagli schemi, e Luca Montersino che spiegherà agli ospiti la "rivoluzione del senza" per una pasticceria golosa ma al tempo stesso sana.

Il pomeriggio sarà il momento di Identità Vegetali, in collaborazione con Veuve Clicquot. In quattro saliranno sul palco. Si inizierà alle 14.30 con Davide Guidara che rifletterà sul tema "Cook more plants. Nuova cucina vegetale" per continuare alle 15:15 Martina Caruso e la lezione "Un piatto vale più di mille parole". Alle 14.00 lo chef Antonio Chiodi Latini ci porterà nella sua visione dell' "Underground" alla scoperta delle preziosità del suolo e alle 16.45 spazio alle nuove memorie della giovane e talentuosa Karime Lopez

Spazio Arena

Nel nuovo Spazio Arena esordirà infine Golosi di Identità, nuovo format in collaborazione con Fondazione Cotarella: l'intera programmazione dedicata alla discussione su molti temi attuali. Si comincia alle 11.00 con "Le identità dei Territori: il sogno nasce dalla terra", che vedrà la partecipazione di Carmelo Troccoli, Executive director Campagna Amica Foundation Italian Farmer's Markets Association, Francesca Caproni, dottore commercialista e direttore del Gal Trasimeno-Orvietano, Gianluca Polegri, direttore della Divisione Digital Experience del Gruppo Engineering, Gianluca Terranova, tenore e attore italiano,  Olga Urbani, Presidente del Gruppo Urbani Tartufi, Roberta Tardani, sindaco di Orvieto, Roberto Morroni, Assessore alle politiche agroalimentari e alla tutela e valorizzazione ambientale Regione Umbria e Ciro Scamardella di Pipero Roma.

Alle 12.00 appuntamento con "La scienza a tavola" con Bruno Vespa, giornalista e conduttore tv, Luigi Nicolais, professore emerito presso l'Università di Napoli Federico II e presidente Materias, Nicola Di Noia, docente di Scienze e tecnologie alimentari all'università degli studi di Tor Vergata e direttore generale Unaprol, giancarlo perbellini di Casa Perbellini, Riccardo Cotarella, presidente nazionale ed internazionale degli enologi, Silvio Barbero, vicepresidente dell'università di scienze gastronomiche di Pollenzo, Umberto Capitanio, specialista urologo presso l'istituto scientifico San Raffaele di Milano.

Spazio anche alla S.Pellegrino Young Chef Academy alle 14.00. Saranno con noi  Andrea Aprea,Donato AscaniPaolo GriffaGiuseppe IannottiDavide MarzulloJessica RosvalViviana Varese.

La magia dell'ospitalità verrà indagata alle 15.30 da Martino de Rosa, Ceo AtCarmen, per continuare alle 15.45 con altri importanti protagonisti come Andrea Delifni, founder e ceo Blastness, Antonio Barreca, direttore generale di federturismo Confindustria, Elena Alberti, managing director e Cfo della Penske Automotive Italy, Luciano Sbraga, vice direttore generale Federazione italiana pubblici esercizi - Confcommercio. 

La "Magia dell'ospitalità" è il tema dell'intervento anche di Valeria Raimondi, direttore e responsabile Fine Dining Lovers, di quello di  Joxe Mari Aizegadirettore Basque Culinary Center, e di Marta Cotarelladirettrice e cofounder Accademia Intrecci.

Alle 17.00 nello Spazio Arena la riflessione sarà su "Alimentarsi Di Vita: La Forza Della Fragilità". Potremo apprezzare gli interventi di Anna Ogliari, Professore Associato di Psicologia clinica dell'Università Vita-Salute San Raffaele, Aurora Caporossi, founder & presidente dell'associazione Animenta | 100 Forbes Under 30, Laura Dalla Ragione, psichiatra e psicoterapeuta, fondatrice della rete per i Disturbi del comportamento alimentare della Usl 1 Umbria, Margherita Viccardi, membro del Direttivo dell'associazione Mi Nutro Di Vita e autrice del libro Vivere Accanto. Con loro Alessandro Negrini e Fabio Pisani de Il LuogoRuggero Parrotto, direttore generale di Fondazione Cotarella, docente della Business School 24ore, Presidente dell'associazione di Promozione Sociale Ikairos e di Assomentoring. 

Scoprite il programma completo della seconda giornata di Identità Milano 2023 qui


IG2023: signore e signori, la rivoluzione è servita

Identità Golose

a cura di

Identità Golose