18-05-2023

Eccellenza pavese nell'enogastronomia, da Vinarius un premio a tutto il buono del territorio

L'Associazione delle Enoteche Italiane attribuisce il riconoscimento annuale alla provincia di Pavia. Targhe speciali a suoi rappresentanti di spicco nel settore, lo chef Giovanni Ricciardella, il produttore Gioachino Palestro, l’enologo Mario Maffi

Andrea Terraneo, presidente di Vinarius, a sinistr

Andrea Terraneo, presidente di Vinarius, a sinistra, insieme a Carlo Passera di Identità Golose, che ha presentato la serata, durante la cena di gala voluta da Vinarius stessa e da Paviasviluppo al Castello di San Gaudenzio, Cervesina (Pavia)

Dal 7 al 9 maggio scorsi il territorio pavese e le sue eccellenze enogastronomiche e culturali - dai monumenti di Pavia e Vigevano ai prodotti della Lomellina, dal riso Carnaroli da Carnaroli ai migliori vini dell’Oltrepò Pavese (Bonarda e Buttafuoco, Sangue di Giuda e Moscato, Riesling e Pinot Nero) - sono stati protagonisti di una tre giorni organizzata da Paviasviluppo, azienda speciale della Camera di Commercio di Pavia, in collaborazione con le aziende locali di settore e Vinarius, Associazione delle Enoteche Italiane.

Quest’ultima, costituita nel 1981 con lo scopo di promuovere e valorizzare l’enoteca come luogo dove si esercita il commercio specializzato del vino di qualità, riunisce un centinaio di locali distribuiti lungo tutto lo Stivale - dall’Alto Adige alla Sicilia, dal Piemonte alla Calabria, dal Friuli Venezia Giulia alla Sardegna - ed è promotrice di innumerevoli iniziative tra cui il Premio al Vino dell’Anno e il Premio al Territorio che con cadenza biennale vede un ambito geografico premiato non solo in virtù della sua vocazione vitivinicola, ma dell’intera proposta agroalimentare, dello sviluppo sostenibile del territorio, della sua tradizione e della sua storia, oltre che dell’organizzazione dell’accoglienza turistica.

Il 16 gennaio scorso tale premio, giunto alla nona edizione, è stato attribuito proprio alla provincia di Pavia. «Il Premio al Territorio è stata una bella sorpresa e rappresenta anche una grande opportunità per il territorio e per le nostre imprese vitivinicole che si fanno ambasciatrici della qualità delle eccellenze agroalimentari pavesi e fanno da traino alla promozione enogastronomica anche a livello turistico» ha affermato il commissario straordinario della Camera di Commercio di Pavia Giovanni Merlino alla cena di gala tenutasi l’8 maggio scorso presso il Castello di San Gaudenzio, in quel di Cervesina (Pavia).

Nel corso della serata tre targhe sono state poi materialmente consegnate ad altrettanti personaggi altamente rappresentativi del territorio premiato: lo chef del ristorante Cascina Vittoria Giovanni Ricciardella (motivazione: “Giovane e di talento, dimostra con la sua cucina il valore altissimo dei prodotti di questo territorio, tenendo fede alla tradizione con una rilettura moderna dell’ingrediente e delle forme”), il patron della Corte dell’Oca Gioachino Palestro (“Dall’idea di una attività che potesse salvaguardare e promuovere i gesti e le tradizioni negli insaccati d’oca della Lomellina a divenirne un esempio per tanti. Se oggi conosciamo il salame d’oca è anche grazie alla sua visione e alla sua tenacia nel progetto”) e l’enologo Mario Maffi, (“Per il lungo impegno a preservare e divulgare con umiltà e saggezza la qualità delle varietà di vite coltivate nel territorio pavese e dei vini di alto pregio prodotti”).

Lo chef del ristorante Cascina Vittoria Giovanni Ricciardella, al centro, premiato da Giovanni Merlino, commissario straordinario della Camera di Commercio di Pavia, e da Andrea Terraneo, presidente di Vinarius

Lo chef del ristorante Cascina Vittoria Giovanni Ricciardella, al centro, premiato da Giovanni Merlino, commissario straordinario della Camera di Commercio di Pavia, e da Andrea Terraneo, presidente di Vinarius

Il premio a Gioachino Palestro

Il premio a Gioachino Palestro

Il premio a Mario Maffi

Il premio a Mario Maffi

«Il territorio pavese, con la sua ricca storia enologica e per la ricchezza delle sue proposte enoturistiche, è un grande esempio di come il vino possa essere un importante volano di crescita per un’intera area, per questo motivo siamo stati orgogliosi di conferirgli il 9° Premio al Territorio e, soprattutto, di coinvolgere gli associati Vinarius in un importante viaggio di approfondimento proprio nel Pavese. Questo non è solo uno stage, ma un'importante occasione di confronto con gli operatori del settore del territorio premiato, un’occasione di crescita e dialogo che conferma la volontà di Vinarius di creare legami continuativi e di grande reciprocità con le realtà con cui da tempo lavoriamo e interagiamo» ha infine chiosato Andrea Terraneo, presidente di Vinarius.


Dall'Italia

Recensioni, segnalazioni e tendenze dal Buonpaese, firmate da tutti gli autori legati a Identità Golose

Luca Torretta

a cura di

Luca Torretta

Millesimo 1974, una laurea in Ingegneria civile e un’innata passione per cocktails, distillati e vini, che non si stanca mai di scoprire, conoscere e degustare. Instagram luca.torretta

Consulta tutti gli articoli dell'autore