La Zuppiera di Davide Di Fabio è il "Piatto dell'anno" per Identità Milano

Premiati anche Marco Stabile (Identità di Cottura), Massimo Raugi (Sala), Francesco Martucci (Identità di Birra), Andrea Antonini (premio Vent'anni) e Jessica Rosval (Identità Donna)

28-09-2021
Il Piatto dell'anno per Identità Milano 202

Il Piatto dell'anno per Identità Milano 2021: è la Zuppiera di pasta e pesci dell'Adriatico dello chef Davide Di Fabio del ristorante Dalla Gioconda

Lunedì 27. Ultima giornata di Identità Milano e ci avviciniamo al momento in cui le idee maturate nell'incubatore del MiCo di Gattamelata porteranno il loro frutto. E prima della conclusione viene premiato il piatto dell'anno, la bontà della Zuppiera di pasta e pesci dell'Adriatico di Davide di Fabio del ristorante Dalla Gioconda di Gabicce Monte della provincia Pesaro-Urbino. 

 

Per il premio Piatto dell'anno, Zuppiera di pasta e pesci dell'Adriatico dello chef Davide Di Fabio del ristorante Dalla Gioconda. Premia Enrico Piazza, titolare di Piazza

Per il premio Piatto dell'anno, Zuppiera di pasta e pesci dell'Adriatico dello chef Davide Di Fabio del ristorante Dalla Gioconda. Premia Enrico Piazza, titolare di Piazza

«Non vi è dubbio che portare in tavola una zuppiera (che fa tanto cucina delle nonne più amorevoli) sia una scelta per ribadire la forza della convivialità della tavola italiana. E poi, Davide Di Fabio ha iniziato da poco il suo cammino professionale in prima persona e, quindi, a maggior ragione merita tutto il bene che si dice di lui.

 

Per il premio Identità di cottura, lo chef Marco Stabile del ristorante Ora d'Aria di Firenze. Premia Mario Moretti, amministratore delegato di Moretti Forni 

Per il premio Identità di cottura, lo chef Marco Stabile del ristorante Ora d'Aria di Firenze. Premia Mario Moretti, amministratore delegato di Moretti Forni 

PREMIO IDENTITÀ DI COTTURA: MARCO STABILE del ristorante L'Ora d'Aria di Firenze
Premia Mario Moretti, Amministratore Delegato di Moretti Forni
«Chi ama la carne deve essere eternamente grato a questo chef toscano perché ha saputo interpretare e proporre la costata alla fiorentina secondo canoni di sincera ed elevata qualità, rifuggendo dagli stereotipi di una cucina turistica, che mette in ombra la straordinaria cultura gastronomica toscana».

 

Per il premio Identità di Sala, Massimo Raugi, il restaurant manager di Villa Crespi. Premiano Cristina Franceschetti e Alessandro Guidi di Caraiba

Per il premio Identità di Sala, Massimo Raugi, il restaurant manager di Villa Crespi. Premiano Cristina Franceschetti e Alessandro Guidi di Caraiba

PREMIO IDENTITÀ DI SALA: MASSIMO RAUGI di VILLA CRESPI di Orto San Giulio, Novara
Premiano Cristina Franceschetti e Alessandro Guidi, Patron di Caraiba
«Massimo Raugi si distingue nel panorama di responsabili di sala per la riservatezza e per l’intenso desiderio di soddisfare i clienti, consigliandoli e mai imponendo loro delle scelte che non sempre vengono capite».

 

Per il premio Identità Birra, il maestro pizzaiolo Francesco Martucci de I Masanielli di Caserta. Premia Alessia Palmieri di Birra del Borgo

Per il premio Identità Birra, il maestro pizzaiolo Francesco Martucci de I Masanielli di Caserta. Premia Alessia Palmieri di Birra del Borgo

PREMIO IDENTITÀ BIRRA: il maestro pizzaiolo FRANCESCO MARTUCCI de I MASANIELLI, Caserta
Premia Alessia Palmieri, Marketing Manager di Birra del Borgo
«
Da I Masianelli non solo sanno esaltare il pianeta pizza con cotture e varietà nettamente superiori alla media, ma sanno anche abbinarvi la birra, in molti posti una scelta scontata e banale, e che invece diventa un vanto per Francesco Martucci».

 

Andrea Antonini premiato da Camilla Cancellieri e Paolo Marchi

Andrea Antonini premiato da Camilla Cancellieri e Paolo Marchi

PREMIO VENT'ANNI: ANDREA ANTONINI del ristorante IMÀGO dell'Hotel Hassler, Roma
Premia Camilla Cancellieri, Brand Manager Sanpellegrino
«Questo ragazzo è passato dal buio,alla luce della cucina, guidando la brigata di un posto incantevole, la cui bellezza lo avrebbe potuto schiacciare. Andrea, invece, ha dimostrato tanto talento e per questo va premiato».

 

Jessica Rosval premiata da Cristina Ziliani e Paolo Marchi

Jessica Rosval premiata da Cristina Ziliani e Paolo Marchi

PREMIO IDENTITÀ DONNA: JESSICA ROSVAL di CASA MARIA LUIGIA, Modena
Premia Cristina Ziliani, Responsabile Comunicazione Guido Berlucchi
«Con Jessica Rosval, radici canadesi e un lungo presente modenese, si pone l’eterno dilemma se conta più da dove arrivi o dove cresci. Lei, nel dubbio ha saputo imporre la sua personalità interpretando la cucina nelle forme più disparate: alta cucina, ma anche la prima colazione e il bbq della domenica».