16-09-2023

"Vive la France": svelato il tema della 17ª edizione di S.Pellegrino Sapori Ticino

Per questa nuova edizione del Festival dedicato alla valorizzazione del Canton Ticino, omaggio alla Francia attraverso l’enogastronomia d’eccellenza. Tutte le novità rivelate a Identità Golose Milano

L'hub di via Romagnosi a Milano è stato il te

L'hub di via Romagnosi a Milano è stato il teatro della presentazione dell'edizione 2023 dell'evento ha l’obiettivo di portare in Canton Ticino tutto il meglio dell’enogastronomia internazionale: perché il cibo è cultura e fonte di integrazione.

È ormai noto a tutti l’impatto che l’enogastronomia ha in tutti i settori esistenti, nel turismo in particolar modo. L’enogastronomia come parametro di scelta di una destinazione è da considerarsi fattore imprescindibile negli ultimi anni. L’Organizzazione Mondiale del Turismo (UNWTO) ha infatti definito questa categoria di turismo come una delle più dinamiche e in forte ascesa e l’ha inclusa in ciò che viene chiamato turismo culturale. Perché l’enogastronomia è tradizione, storia, conoscenza, cultura.

Dany Stauffacher e Caludio Ceroni

Dany Stauffacher e Caludio Ceroni

E dell’enogastronomia come “ponte tra culture”, Dany Stauffacher, CEO & Founder di S.Pellegrino Sapori Ticino, ne ha fatto il suo mantra. Mosso dal profondo desiderio di valorizzare il grande potenziale turistico del Canton Ticino, sua terra natia, ha deciso di puntare tutto sull’alta cucina internazionale. Ed è così che ha preso vita S.Pellegrino Sapori Ticino, festival alla cui basa l’obiettivo di «supportare e mettere in luce un territorio attraverso l’ospitalità d’eccellenza con la convinzione che l’alta cucina potesse essere determinante, portando in canton Ticino tutto il meglio dell’enogastronomia internazionale per uno scambio proficuo, coinvolgendo tanti ristoranti e produttori. Perché il cibo è cultura e fonte di integrazione».

Andrea Schivazappa, Dany Stauffacher, Claudio Ceroni e Michel Beneventi

Andrea Schivazappa, Dany Stauffacher, Claudio Ceroni Michel Beneventi

Sono passati ben 17 anni da allora e quella porzione di terra a sud della Svizzera è ora tra le più rinomate mete enogastronomiche europee proprio grazie alle sinergie create da S.Pellegrino Sapori Ticino attraverso la fusione tra l’industria alberghiera locale e l’eccellenza dell’enogastronomia internazionale. Di anno in anno il festival ha riscosso sempre maggiore successo tanto da aver ottenuto il premio Food&Travel 2021 come “Miglior evento enogastronomico dell’anno”.

Il tema di quest'anno sarà: "Vive la France!"

Il tema di quest'anno sarà: "Vive la France!"

Ogni festival è sancito da un tema sempre diverso e stimolante per animare il territorio con una serie di appuntamenti esclusivi in alcune delle più belle location locali e con chef ospiti dal grande grandissimo calibro, con il supporto e la collaborazione decennale di partner come Swiss Deluxe Hotels e Les Grandes Tables du Monde.

Lo scorso giovedì 14 settembre, nel corso della conferenza stampa tenutasi a Identità Golose Milano, Dany Stauffacher ha rivelato tutte le novità su questa 17° edizione. Il tema di quest’anno: Vive la France! Un omaggio alla nazione francese alla quale la Svizzera è da sempre profondamente legata, «ma c’è il desiderio di continuare a portare il meglio del Ticino e della Svizzera in Europa e nel mondo, nei mercati turistici di riferimento come la Germania, l’Italia, gli Stati Uniti e i Paesi del Golfo».

Per questa particolare edizione il Canton Ticino non sarà solo oste ma sarà anche ospite della cugina Francia: «Quest’anno a Parigi saremo ospiti dell’Ambasciata di Svizzera in Francia su invito dell’ambasciatore Roberto Balzaretti, racconteremo quanto il nostro Paese può offrire anche nel settore dell’ospitalità e della ristorazione» sottolinea Stauffacher. Ed è per questo che possiamo parlare di un vero e proprio gemellaggio che concretizza in toto l’obiettivo principe di questa manifestazione: «Stabilire un autentico rapporto di scambio culturale: le storie, i personaggi, la conoscenza e i gusti dei Paesi ospiti (…) sono i veri protagonisti, unitamente alle eccellenze del territorio ticinese, con la “cucina d’eccellenza” come comune denominatorie».

Dany Stauffacher insieme ad alcuni chef che hanno partecipato all'evento

Dany Stauffacher insieme ad alcuni chef che hanno partecipato all'evento

Così, dal 24 settembre al 12 novembre prenderà vita un fitto calendario di appuntamenti nelle più suggestive strutture del Ticino. 12 chef protagonisti per un totale di 23 stelle Michelin, tra questi citiamo Mauro Colagreco, padrino dell’evento di quest’anno, Emmanuel Reneaut, Giuliano Sperandio, Christiphe Hay, Lionel Giraud, Marcel Ravin, Frank Putelat, Jérôme Banctel, Gaël & Mickaël Touteaux, Benoît Carcenat, Florent Pietravalle e Georgiana Viou, unica nuova cuoca stellata del 2023 che, il 2 ottobre, sarà protagonista di una cena esclusiva dedicata proprio alle donne, The Ladies Night, presso il Seven Lugano The Restaurant, ospitata dal resident chef Emanuele Bertelli.

È possibile consultare tutta la programmazione nel dettaglio qui.

Insomma, S.Pellegrino Sapori Ticino è un festival che fa parlare tanto di sé. Le chiavi del suo successo? Passione, impegno e grandi investimenti.


Identità Golose Milano

Racconti, storie e immagini dal primo Hub Internazionale della Gastronomia, in via Romagnosi 3 a Milano

Federica Lisi

a cura di

Federica Lisi

pugliese, classe 1995. Laurea in Traduzione Specialistica e Master in Food & Wine Communication all'università Iulm, è una globetrotter alla costante ricerca del prossimo piatto da assaggiare e del nuovo posto da scoprire

Consulta tutti gli articoli dell'autore