27-02-2024

La Guida di Identità alle Pizzerie e Cocktail Bar d'autore è realtà: le parole e le immagini della presentazione

655 insegne in tutta Italia e 94 autori, tra cui 20 chef che hanno firmato altrettante schede: il progetto è stato presentato dal palco del centro congressi di Fondazione Cariplo, davanti a una platea strapiena

26 febbraio 2024, Milano: la prima volta. Foto di

26 febbraio 2024, Milano: la prima volta. Foto di gruppo dei premiati della prima edizione della Guida di Identità Golose alle Pizzerie e Cocktail Bar d’autore
Tutte le foto sono di OnStageStudio

Una sala completamente gremita, vivace e brulicante di addetti ai lavori, di pizzaioli e di mixologist, arrivati da tutta Italia per assistere alla presentazione della prima edizione di una nuova guida. La Guida di Identità Golose alle Pizzerie e Cocktail Bar d’autore è stata battezzata a Milano, lunedì 26 febbraio, nel centro congressi di Fondazione Cariplo, in via Romagnosi 8, a pochi passi dalla sede di Identità Golose Milano

Come ha raccontato Carlo Passera - curatore della prima edizione insieme a Claudia Orlandi - in questo articolo di presentazione, per Identità Golose né le pizzerie né i cocktail bar sono oggetti misteriosi, anzi. Paolo Marchi e tutta la redazione di Identità hanno da molti anni favorito l'incontro e il dialogo tra i pizzaioli e gli chef, partendo dalla convinzione che la pizza non potesse essere considerata inferiore, meno degna di celebrazione della cucina d'autore. E così anche la nostra Guida ai Ristoranti ha accolto fin dalla sua prima edizione, nel 2008, le migliori pizzerie dello stivale. Allo stesso modo, anche l'esplorazione dell'eccellenza del bere miscelato ha trovato spazio sovente su queste pagine, sui palchi del nostro congresso, e in modo stabile dal 2017 sulla già citata guida. 

Nel 2024 è arrivato però il momento di dedicare alla pizza e ai cocktail «uno strumento specifico, che completasse quello che abbiamo già fatto, ma nello stesso tempo avesse una sua peculiarità e autonomia, in modo da poter ancor più e meglio valorizzare l'eccellenza nei due settori»: la Guida di Identità Golose alle Pizzerie e Cocktail Bar d’autore è qui e vi invitiamo a consultarla oggi, ma soprattutto a farla diventare un fedele alleato per i vostri migliori spicchi e brindisi dei prossimi mesi. 

Francesca Romana Barberini, con la grazia e l'incisività che abbiamo apprezzato in molte occasioni, ha condotto la presentazione, aperta dalle parole dei fondatori di Identità Golose: Claudio Ceroni, presidente di MAGENTAbureau, e Paolo Marchi, direttore di Identità

Francesca Romana Barberini tra Claudio Ceroni, a sinistra, e Paolo Marchi

Francesca Romana Barberini tra Claudio Ceroni, a sinistra, e Paolo Marchi

«I tempi erano maturi - ha detto Marchi - per questa novità, che tiene conto dell'evoluzione dell'offerta della pizza e dei cocktail in questi anni. Enzo Coccia poco fa mi ricordava quanto l'avesse reso orgoglioso il fatto che nella prima edizione della nostra Guida quindici anni fa ci fossero le pizzerie insieme ai migliori ristoranti, mentre per molti quella della pizza era una ristorazione di secondo livello. Parliamo insomma di temi già presenti nella Guida ai Ristoranti, ma proprio per questo soffocati da centinaia di altre schede. Volevamo dare a pizze e cocktail un ruolo tutto loro di eccellenza, una collocazione che vuole andare oltre una buona margherita o un convincente gin tonic. Le pagine adesso permettono di avere risposte veloci e articolate, grazie alle quali sono messi in evidenza coloro che sono coinvolti nelle varie fasi di pensiero e preparazione. Dietro ogni bontà vi è il lavoro di tante persone che vanno evidenziate e conosciute».

«Questa è una tappa molto importante ed emozionante di un percorso - ha commentato Ceroni - che ha avuto un altro momento cruciale nel 2009, quando Paolo invitò sul palcoscenico di Identità Milano i migliori pizzaioli italiani, generando un po' di sconcerto nel mondo del giornalismo gastronomico. Ancora oggi c'è chi non se la sente di dare le stelle alle migliori pizzerie italiane, noi invece abbiamo pensato che fosse necessario dare la giusta visibilità alle centinaia di eccellenze che ci sono nel nostro paese, sia nel mondo delle pizzerie che in quello dei cocktail bar, e a volte nell'incontro tra questi due mondi. All’inizio nacque la Guida ai Ristoranti, diversa, senza voti, attenta all’attualità e all’innovazione, per prima proposta in forma gratuita e digitale per raggiungere un pubblico più ampio. Poi, due anni fa, grazie al lavoro di Cinzia Benzi, è arrivata la Guida alle Bollicine del mondo, un nostro modo unico e originale per offrire agli appassionati, con un’app e uno stuolo di collaboratori prestigiosi, uno strumento utile e facile per guidarci nei percorsi tra i vini più interessanti del mondo. Oggi nasce la Guida alle Pizzerie & Cocktail Bar d’autore, e non sarà l'ultima: altre iniziative in questo senso seguiranno, rappresentando una linea editoriale che si è sempre distinta per originalità e attualità».

Dopo il saluto dal palco di Alessia Cappello, Assessora allo Sviluppo Economico e Politiche per il Lavoro, Moda e Design per il Comune di Milano, Claudio Ceroni ha ricordato i partner essenziali per la realizzazione della prima edizione: partendo dai main sponsor Molino Casillo, S.Pellegrino e Casa Marrazzo, proseguendo poi con Bibite Sanpellegrino, Bonaventura Maschio, CHS, Latteria Sorrentina, Levoni, Olitalia - Frienn, Parmacotto Selection e 207 Amaro Locale

L'intervento di Alessia Cappello, Assessora allo Sviluppo Economico e Politiche per il Lavoro, Moda e Design per il Comune di Milano

L'intervento di Alessia Cappello, Assessora allo Sviluppo Economico e Politiche per il Lavoro, Moda e Design per il Comune di Milano

La presentazione della Guida alle Pizzerie & Cocktail Bar d’autore ha offerto inoltre l'opportunità di ricordare altri appuntamenti importanti per Identità Golose: l’8 aprile infatti parte Restaurant Business Management, Master executive realizzato in collaborazione tra Iulm e Identità Golose. La chiusura delle iscrizioni è fissata al 21 marzo e qui trovate tutte le informazioni per partecipare. 

I prossimi appuntamenti di Identità Golose, annunciati dal palco

I prossimi appuntamenti di Identità Golose, annunciati dal palco

Il prossimo 22 aprile presenteremo invece l'edizione 2024, la diciassettesima, della Guida ai ristoranti di Identità Golose. E ancora, il 18 maggio si terrà la seconda Giornata della ristorazione per la cultura dell'ospitalità italiana, un’iniziativa ideata e promossa da Fipe che Identità Golose sostiene già dall'anno scorso e di cui MAGENTAbureau ha la responsabilità di curare la comunicazione. Infine, per arrivare all'appuntamento più prossimo, impossibile non ricordare la diciannovesima edizione di Identità Milano, dal 9 all'11 marzo a MiCo, con il tema Non esiste innovazione senza disobbedienza - la rivoluzione oggi.

I curatori: Claudia Orlandi e Carlo Passera

I curatori: Claudia Orlandi e Carlo Passera

Claudia Orlandi e Carlo Passera, rispettivamente curatrice della sezione cocktail e curatore di quella pizzerie della nuova guida, hanno poi conquistato il centro del palco, per raccontare il lavoro fatto in questi mesi per realizzare l'ambizioso progetto: «655 insegne in tutta Italia, tra cui 405 tra le migliori pizzerie e 253 cocktail bar d’autore, tre insegne hanno una “doppia valenza”, ossia sono insieme pizzerie e cocktail bar. Tra queste svetta la provincia di Milano, con 88 segnalazioni complessive, seguita da quella di Roma, con 63. La Lombardia ha 126 menzioni, il Lazio 67, una cinquantina a testa per Veneto, Toscana, Campania, Sicilia e Piemonte, un gradino sotto Piemonte ed Emilia Romagna. Chiudono la classifica la Valle d’Aosta (2) e il Molise (1). Le schede contengono molte informazioni pratiche e puntano sull'immediatezza della lettura: sono state firmate da una squadra di 94 autori, di cui 20 firme speciali, grandi chef ai quali Identità Golose ha chiesto di raccontare la loro pizzeria del cuore». Quali? Eccoli: 

Marco Ambrosino, che ha raccontato Santa Maradona - Napoli; Cristina Bowerman, che ha raccontato 180G - Roma; Salvatore Camedda, che ha raccontato ReMi - Sassari; Moreno Cedroni, che ha raccontato Nero Caffè - Senigallia (Ancona); Accursio Craparo, che ha raccontato MoVivì - Modica (Ragusa); Davide Di Fabio, che ha raccontato Big Ben - Urbania (Pesaro Urbino); Enzo Di Pasquale, che ha raccontato Impastatori Pompetti - Roseto (Teramo); Anthony Genovese, che ha raccontato Seu Pizza Illuminati - Roma; Alberto Gipponi, che ha raccontato Inedito - Brescia; Gianluca Gorini, che ha raccontato La Gatta Mangiona - Roma 

Paolo Griffa, che ha raccontato iSaulle - Quart (Aosta); Ariel Hagen, che ha raccontato Giotto - Firenze; Maicol Izzo, che ha raccontato Nanninella - Poggiomarino (Napoli); Michelangelo Mammoliti, che ha raccontato Fuori Tempo - Canale (Cuneo); Enrico Marmo, che ha raccontato Senese - Ventimiglia (Imperia); Chiara Pavan, che ha raccontato Berberè - Verona; Nino Rossi, che ha raccontato Bob Alchimia a Spicchi - Montepaone (Catanzaro); Stefano Sforza, che ha raccontato Balik - Torino; Arcangelo Tinari, che ha raccontato La Sorgente - Guardiagrele (Chieti); Antonio Zaccardi, che ha raccontato Dama – Conversano (Bari). 

Il palco del centro congressi di Fondazione Cariplo ha infine ospitato una lunga ed entusiasmante passerella di protagonisti del mondo della pizza e dei cocktail, con le premiazioni di questa prima edizione che trovate riassunte nella foto gallery a conclusione di questa cronaca. Ad aprire la carrellata di premiati, una rappresentanza significativa, prestigiosa, del meglio di entrambi gli orizzonti. 

Prima i Grandi Bartender, con Massimo D'Addezio, da Chorus - Roma, Guglielmo Miriello del Mandarin Garden al Mandarin Oriental Bistrot di Milano, e Dario Comini del Nottingham Forest di Milano: proprio quest'ultimo ha raccolto un sincero applauso dalla platea quando, con l'umiltà e il senso dell'umorismo che spesso contraddistinguono i grandi maestri, ha detto di voler ricevere quel premio «a nome dei tanti giovani di talento che si stanno affermando nel mondo della mixology, che ancora non sono conosciuti perché non sono vecchi come me!». 

A seguire, i Maestri della Pizza, con Simone PadoanI Tigli – San Bonifacio (Verona), Enzo CocciaLa Notizia 53 - Napoli, e Franco PepePepe in Grani – Caiazzo (Caserta). Padoan ha ricordato dal palco come su una delle pareti della sua cucina ci sia da tempo un motto: «La qualità del lavoro inizia dalla qualità del pensiero». Gli hanno fatto eco Enzo Coccia, che ha ricordato il suo incontro di parecchi anni fa con Gualtiero Marchesi e come l'abbia ispirato a interpretare la pizza con la consapevolezza di animare un concetto culturale, e Franco Pepe, che ha invece sottolineato l'importanza di un sempre maggiore confronto tra i protagonisti della pizza italiana, e anche la necessità di un percorso di formazione serio, istituzionale, per i pizzaioli, con l'obiettivo di rendere la pizza un cibo non solo delizioso, ma anche sano. 

Di seguito, gli scatti di OnStageStudio che hanno immortalato tutte le premiazioni della giornata.

GRANDI BARTENDER – in collaborazione con Molino Casillo
Vito Maurogiovanni,  Direttore Commerciale Strategico, ha premiato Dario Comini del Nottingham Forest di Milano, Massimo D’Addezio del Chorus Cafè di Roma e Guglielmo Miriello del Mandarin Garden al Mandarin Oriental Bistrot di Milano

GRANDI BARTENDER – in collaborazione con Molino Casillo
Vito Maurogiovanni,  Direttore Commerciale Strategico, ha premiato Dario Comini del Nottingham Forest di Milano, Massimo D’Addezio del Chorus Cafè di Roma e Guglielmo Miriello del Mandarin Garden al Mandarin Oriental Bistrot di Milano

MAESTRI DELLA PIZZA - in collaborazione con Parmacotto Selection 
Gaia Gualerzi, Marketing Director International Development Coordinator Parmacotto Group, ha premiato Simone Padoan, I Tigli – San Bonifacio (Verona), Enzo Coccia, La Notizia 53 - Napoli, Franco Pepe, Pepe in Grani – Caiazzo (Caserta)

MAESTRI DELLA PIZZA - in collaborazione con Parmacotto Selection 
Gaia Gualerzi, Marketing Director International Development Coordinator Parmacotto Group, ha premiato Simone PadoanI Tigli – San Bonifacio (Verona), Enzo CocciaLa Notizia 53 - Napoli, Franco PepePepe in Grani – Caiazzo (Caserta)

RIVELAZIONE DELL'ANNO Pizzerie - in collaborazione con Acqua Panna e S.Pellegrino
Delia Paolicelli, Brand Manager, ha premiato Simone Nicolosi, Biga - Milano; Roberto Ferrone, Al 384 - Roma; Sandro Cubeddu, Re|Mi – Sassari

RIVELAZIONE DELL'ANNO Pizzerie - in collaborazione con Acqua Panna e S.Pellegrino
Delia Paolicelli, Brand Manager, ha premiato Simone NicolosiBiga - Milano; Roberto FerroneAl 384 - Roma; Sandro CubedduRe|Mi – Sassari

RIVELAZIONE DELL’ANNO – in collaborazione con Bibite Sanpellegrino
Chiara Della Maggiora, Junior Brand Manager, ha premiato Mattia Capezzuoli - W Lounge al W Rome, Roma.

RIVELAZIONE DELL’ANNO – in collaborazione con Bibite Sanpellegrino
Chiara Della Maggiora, Junior Brand Manager, ha premiato Mattia Capezzuoli W Lounge al W Rome, Roma.

ODE AL POMODORO - in collaborazione con Casa Marrazzo
Gerardo Marrazzo e Teresa Marrazzo hanno premiato Fortunato Amatruda, Anima Romita - Crema (Cremona)

ODE AL POMODORO - in collaborazione con Casa Marrazzo
Gerardo Marrazzo e Teresa Marrazzo hanno premiato Fortunato AmatrudaAnima Romita - Crema (Cremona)

PIZZA E COCKTAIL - in collaborazione con Casa Marrazzo
Gerardo Marrazzo e Teresa Marrazzo hanno premiato Jack Prisco - Prisco Pizza & Spirits - Napoli e Matteo La Spada - Orso in Duomo, Messina

PIZZA E COCKTAIL - in collaborazione con Casa Marrazzo
Gerardo Marrazzo e Teresa Marrazzo hanno premiato Jack PriscoPrisco Pizza & Spirits - Napoli e Matteo La SpadaOrso in Duomo, Messina

MIGLIORE SELEZIONE SPIRITS
Jimmy Bertazzoli, Aguardiente a Marina di Ravenna

MIGLIORE SELEZIONE SPIRITS
Jimmy BertazzoliAguardiente a Marina di Ravenna

APERTURA DELL’ANNO Cocktail
Leonardo Leuci, Jerry Thomas Bar Room, Roma

APERTURA DELL’ANNO Cocktail
Leonardo LeuciJerry Thomas Bar Room, Roma

OLTRE LA PIZZA
Luca Pezzetta, Clementina – Fiumicino (Roma)

OLTRE LA PIZZA
Luca PezzettaClementina – Fiumicino (Roma)

NOVITÀ DELL'ANNO Pizzerie - in collaborazione con Latteria Sorrentina
Giovanni Amodio, Vice Presidente, ha premiato Richard Abou Zaki e Pierpaolo Ferracuti, Controluce - Porto S. Elpidio (Fermo)

NOVITÀ DELL'ANNO Pizzerie - in collaborazione con Latteria Sorrentina
Giovanni Amodio, Vice Presidente, ha premiato Richard Abou Zaki Pierpaolo FerracutiControluce - Porto S. Elpidio (Fermo)

CREATIVITÀ Pizzerie - in collaborazione con Levoni
Marella Levoni, Direttrice Comunicazione, ha premiato Massimiliano Prete, Sestogusto - Torino, Pier Daniele Seu, Seu Pizza Illuminati - Roma (ha ritirato il premio Marco Di Iasio), Daniele Campana, Campana Pizza in Teglia - Corigliano Calabro (Cosenza)

CREATIVITÀ Pizzerie - in collaborazione con Levoni
Marella Levoni, Direttrice Comunicazione, ha premiato Massimiliano PreteSestogusto - Torino, Pier Daniele SeuSeu Pizza Illuminati - Roma (ha ritirato il premio Marco Di Iasio), Daniele CampanaCampana Pizza in Teglia - Corigliano Calabro (Cosenza)

CREATIVITÀ Cocktail
Giovanni Allario, Moebius a Milano

CREATIVITÀ Cocktail
Giovanni AllarioMoebius a Milano

PIZZA FRITTA - in collaborazione con Olitalia
Andrea Marchelli, Direttore Marketing, ha premiato Catello Buononato, Da Catello - Vicenza

PIZZA FRITTA - in collaborazione con Olitalia
Andrea Marchelli, Direttore Marketing, ha premiato Catello BuononatoDa Catello - Vicenza

L’ARTE DEL RICEVERE – in collaborazione con Distillerie Bonaventura Maschio
Anna Maschio, Distillatrice, ha premiato Antonio Ferrara, bar manager del The Bar all’Aman Venice, Venezia

L’ARTE DEL RICEVERE – in collaborazione con Distillerie Bonaventura Maschio
Anna Maschio, Distillatrice, ha premiato Antonio Ferrara, bar manager del The Bar all’Aman Venice, Venezia

PIZZA E MEDITERRANEO - in collaborazione con 207 Amaro Locale
Alejandro Mazza, Educational & Advocacy Manager Pernod Ricard Italia, ha premiato Gioacchino Gargano, Saccharum - Altavilla Milicia (Palermo)

PIZZA E MEDITERRANEO - in collaborazione con 207 Amaro Locale
Alejandro Mazza, Educational & Advocacy Manager Pernod Ricard Italia, ha premiato Gioacchino GarganoSaccharum - Altavilla Milicia (Palermo)

BIODIVERSITÀ D'ITALIA Pizzerie
Denis Lovatel, Denis - Milano
Tommaso Vatti, La Pergola - Radicondoli (Siena)
Vincenzo D’Apote, La Cruna del Lago - Lesina (Foggia)

BIODIVERSITÀ D'ITALIA Pizzerie
Denis LovatelDenis - Milano
Tommaso VattiLa Pergola - Radicondoli (Siena)
Vincenzo D’ApoteLa Cruna del Lago - Lesina (Foggia)

BIODIVERSITÀ D’ITALIA Cocktail
Federico Diddi - Sal8 Bar Agricolo a Poggio ai Santi, San Vincenzo (Livorno)

BIODIVERSITÀ D’ITALIA Cocktail
Federico Diddi - Sal8 Bar Agricolo a Poggio ai Santi, San Vincenzo (Livorno)

ECCELLENZA A TAVOLA         
Francesco Bedussi, Bedussi - Brescia

ECCELLENZA A TAVOLA         
Francesco BedussiBedussi - Brescia

STORIE DI PIZZA
Renam Asirelli, La Marì – Forlì

STORIE DI PIZZA
Renam AsirelliLa Marì – Forlì

DRINK LIST ORIGINALE – in collaborazione con CHS Group
Marco Asta, Consulente Commerciale, ha premiato Martina Bonci, Gucci Giardino 25, Firenze

DRINK LIST ORIGINALE – in collaborazione con CHS Group
Marco Asta, Consulente Commerciale, ha premiato Martina BonciGucci Giardino 25, Firenze


Primo piano

Gli appuntamenti da non perdere e tutto ciò che è attuale nel pianeta gola

Niccolò Vecchia

a cura di

Niccolò Vecchia

Giornalista milanese. A 8 anni gli hanno regalato un disco di Springsteen e non si è più ripreso. Musica e gastronomia sono le sue passioni. Fa parte della redazione di Identità Golose dal 2014, dal 1997 è voce di Radio Popolare 
Instagram: @NiccoloVecchia

Consulta tutti gli articoli dell'autore