Sai cos'Ŕ...l'isola di Texel?

Lo chef olandese Jef Schuur ha realizzato un grande sogno: conquistare la stella Michelin nel luogo dove Ŕ nato

12-05-2017

Jef Schuur e Nadine Mögling: coppia nella vita e nel lavoro, alla guida del ristorante Bij Jef sull'isola di Texel, a nord di Amsterdam

Nella classifica dei ristoranti più difficili da raggiungere, ma dove spingersi ripaga il palato, il ristorante stellato Bij Jef si piazzerebbe ai primi posti. «Non c'è unicità, non esiste un senso nelle cose, c'è un armonioso contrasto nella texture e nei sapori dei miei piatti», racconta lo chef Jef Schuur.

Sull'isola di Texel, incontaminato e verde spazio di terra battuto dai venti a nord di Amsterdam, sembrano fluttuare piatti dai sapori tanto arditi quanto calcolati, unione perfetta di carne, pesce e vegetali. Ha realizzato il suo sogno: raggiungere l'ambita stella sull'isola nella quale è nato e cresciuto, dopo tante esperienze in altri stellati olandesi. Chi nasce su un'isola, in mezzo al tempestoso mare del nord, non può che appartenerle e, alla fine, non può che ritornarvi. 

Una questione di famiglia...

Una questione di famiglia...

Ama la sua isola e la varietà di quello che offre ai propri abitanti: gli agnelli che pascolano liberi, della preziosa varietà texelana, ottimi per la carne e i formaggi, le verdure dell'orto, i pesci che vengono pescati nel mare di Wattenmeer, il mare interno di quella che è l'isola più vicina ad Amsterdam, all'interno di un folto arcipelago di isolotti disposti ad arco; un mare decisamente più calmo rispetto a quello del Nord, sull'altro lato dell'isola.

Quando la compagna di vita e di avventura di Jef vi accoglie con il suo caloroso e biondo sorriso, non si può non pensare che non sia valsa la pena di attraversare uno spicchio di mare per lasciarsi cullare dalla scelta enologica di Nadine Mögling: Jef e Nadine, la coppia d'oro giovane, un pò folle e testardamente appassionata. 

Aragosta con crema di cavolfiore, affumicata olio d'oliva, carota e limone

Aragosta con crema di cavolfiore, affumicata olio d'oliva, carota e limone

La fusione di armoniosi contrasti di gusto e consistenza: Bij Jef in una frase. Tra gli antipasti vttoria indiscussa per l'Aragosta con crema di cavolfiore, affumicata olio d'oliva, carota e limone, ma ben si batte anche il Granchio del Mare del Nord con il pomodorno marinato e riduzione di frutti di mare e anice stellato. Una spezia per gli arrosti con il pesce? Si sposa benissimo. Come l'Halibut al lardo di Colonnata con la crema di melanzane e cetrioli.

Si passa poi direttamente ai secondi, quindi ad esempio all'agnello texelano (da non confondere con il meno nobile e comune texano), quello da latte letteralmente “delle zone più belle”, che forse ha una carne migliore data la piacevolezza della vista, dal Vitello, topinambur, gel di uva passa e lo scalogno fermentato, dal Manzo di Texel con coda di bue brasata e tartufo nero

Il famoso agnello di Texel

Il famoso agnello di Texel

Jef Schuur fa parte anche della prestigiosa schiera di Les patrons cuisiniers, una sorta di Jeunes Restaurateurs d'Europe solamente olandese, associazione di chef e ristoratori che da 25 anni promuove il loro spirito imprenditoriale. Tra i tanti interpreti delle bellezze gastronomiche di Texel Jef Schuur è senz'altro il più visionario e il più aperto alle contaminazioni: dell'isolano ha soltanto i natali.

Bij Jef
Herenstraat 34, 1797 AJ Den Hoorn
Texel, Paesi Bassi
+31.222.319623
Menu degustazione: 4 portate 75 euro, 5 portate 85 euro, 7 portate 100 euro, (135, 160, 190 con abbinamento vini)


Rubriche

Dal Mondo

Recensioni, segnalazioni e tendenze dai quattro angoli del pianeta, firmate da tutti gli autori legati a Identità Golose