19-09-2023

TheFork Awards 2023: presentata oggi la quinta edizione. La finale sarà il 24 ottobre a Milano

Palazzo Mezzanotte ospiterà la serata conclusiva: per la prima volta saranno presenti tutti i 43 ristoranti selezionati dai 54 top chef che compongono la giuria. Davide Oldani firmerà il menu della cena di gala

Così come si è chiusa la quarta edizione (qui la cronaca della serata conclusiva), quindi con molti sorrisi e con la convinzione di aver contribuito e partecipato a un progetto speciale e importante, nello stesso modo si è aperta la quinta volta dei TheFork Awards by Identità Golose. Un premio con un'identità molto forte, ideato e curato da TheFork, la più importante piattaforma di prenotazioni online, e da Identità Golose, che valorizza e premia i nuovi talenti della ristorazione made in Italy. 

Lanciata nel 2018, l’iniziativa si è affermata come primo traguardo e trampolino di lancio per i ristoranti più promettenti del nostro panorama gastronomico. L’obiettivo infatti è identificare e valorizzare le migliori nuove aperture o nuove gestioni, che vengono selezionate e segnalate da una grande giuria composta da molti dei più importanti chef italiani. Per la stagione 2022-2023 i TheFork Awards hanno potuto contare sul contributo autorevole di 54 top chef protagonisti della ristorazione italiana.

Sul sito www.theforkrestaurantsawards.it, a partire da oggi, è possibile scoprire la lista dei 43 ristoranti; sempre da oggi, fino al 10 ottobre incluso, gli utenti di TheFork sono chiamati a votare la loro insegna preferita. Il ristorante che si aggiudicherà il maggior numero di preferenze otterrà il People’s Choice Award. Inoltre, votando si partecipa al concorso dedicato all’iniziativa e si potranno vincere due posti all’esclusiva cena di gala o una delle 50 Gift Card TheFork da 50 euro in palio. Proprio la serata di gala costituisce la fase conclusiva dell’iniziativa: l’evento di premiazione vero e proprio che quest’anno avrà luogo il 24 ottobre presso Palazzo Mezzanotte a Milano.

Claudio Ceroni

Claudio Ceroni

«Ho il piacere di annunciare una novità molto importante per questa quinta edizione», ha detto Claudio Ceroni, presidente di MAGENTAbureau, aprendo la conferenza stampa a Identità Golose Milano. «Quest'anno infatti avremo il piacere di ospitare durante la nostra serata di gala tutti e 43 i ristoranti selezionati dalla giuria di top chef, a confermare nel modo più chiaro lo spirito di questo premio, in cui tutti i nominati sono già dei vincitori. E' questa l'identità che caratterizza i TheFork Awards by Identità Golose, un progetto che si distingue per la sua forte eticità, oltre che per l'attualità che rappresenta: ogni anno, grazie alla selezione da parte dei nostri giurati, questo premio offre un censimento significativo delle novità nella ristorazione italiana. Noi vogliamo sostenere queste nuove aperture, dando loro la visibilità di un palcoscenico digitale prestigioso su cui i riflettori saranno accesi per più di un mese». 

Ha preso poi la parola Almir Ambeskovic, CEO di TheFork, ideatore del premio insieme a Claudio Ceroni e Paolo Marchi: «Volevamo un premio che fosse sempre nuovo, che anche dopo 50 edizioni raccontasse delle novità che si muovono nel mondo della ristorazione, e ci siamo riusciti. E' un grande orgoglio vedere crescere ogni anno questo progetto, che dopo aver ottenuto già due anni fa il sostegno del Comune di Milano, che ringrazio, quest'anno ha anche il patrocinio del Ministero del Turismo. Insomma, i TheFork Awards sono nati come un'iniziativa nostra e di Identità Golose, ma sempre di più stanno diventando un patrimonio di tutto questo settore».

Almir Ambeskovic

Almir Ambeskovic

A ribadire l'appoggio del Comune di Milano, l'intervento video di Alessia Cappello, Assessora allo Sviluppo Economico e Politiche del Lavoro: «La ristorazione non solo è un’eccellenza italiana, ma rappresenta per l’economia di una città come Milano un asset importante: significa lavoro, crescita economica, oltre a essere una forza trainante per il turism. Il settore, tra Covid e rincaro di energia e materie prime, ha attraversato anni complicati, ma i nostri ristoratori hanno dimostrato una resilienza e una capacità di innovarsi eccezionale. Eventi come i TheFork Awards by Identità Golose sono importanti per sostenere e valorizzare il settore della ristorazione, stimolando la crescita e l'innovazione».

Carlo Carollo

Carlo Carollo

La resilienza di questo comparto, la sua capacità di adattarsi alle grandi difficoltà di periodo, il coraggio e lo spirito imprenditoriale dei suoi protagonisti, sono stati al centro dell'intervento di Carlo Carollo, Country Manager di TheFork Italia: «Promuovere la cultura della ristorazione è una missione importante per TheFork, dimostrata con la creazione, già diversi anni fa, di un osservatorio sulle nuove aperture. I ristoranti sono piccole imprese che operano in un mercato dalla fragilità intrinseca, per come è esposto alle turbolenze della domanda e dell'offerta e all'alta intensità dei costi fissi. Lo abbiamo visto in questi anni, il settore ha subito più di uno shock e oggi deve fronteggiare una spinta inflattiva notevole. Ma l'animus imprenditoriale dei ristoratori non si è mai sopito: i numeri dell'ultimo quadrimestre del 2023 sono i più alti da tre anni a questa parte e vogliamo leggere questi dati come il consolidarsi di una vera ripresa. Il momento di una nuova apertura è molto importante e complesso, per come la nuova insegna deve affacciarsi su un mercato non facile: i dati delle nostre ricerche dicono che la metà dei clienti della ristorazione preferisce non andare a cena in un ristorante nuovo, preferisce scegliere esperienze già rodate. Invece gli utenti di TheFork hanno una propensione al nuovo più spiccata: circa l'80% delle prenotazioni fatte dalla piattaforma sono per ristoranti in cui gli utenti non sono mai stati».

Ma non solo. Il valore delle segnalazioni della giuria dei TheFork Awards by Identità Golose viene confermato da altri dati presentati da Carollo, che mostrano come su 243 ristoranti nominati nelle scorse quattro edizioni, 110 hanno ricevuto successivamente una menzione nella Guida Michelin, e 31 di questi hanno ottenuto una stella (in un solo caso, le stelle sono state due). Soltanto pensando all'edizione 2022, sono state ben sette le stelle assegnate nella successiva Guida Michelin. 

Paolo Marchi

Paolo Marchi

Paolo Marchi, fondatore di Identità Golose, ha ricordato come non sia «semplice individuare le nuove aperture, in un panorama sempre più ricco e vario, dove le novità interessanti nascono in contesti molto diversi tra loro: un tempo sarebbe stato impensabile mettere sullo stesso piano una pizzeria con un ristorante di lusso. Inoltre, oggi è molto più difficile aprire un nuovo ristorante di quanto non fosse un tempo: per questo è importante segnalare e sostenere le novità, ma è altrettanto importante riconoscere chi, poi, prosegue il proprio cammino con costanza, come succede nel caso dei riconoscimenti arrivati dalla Michelin».

Infatti, a confermare le parole di Marchi, va sottolineata nella selezione di questa quinta edizione la combinazione di generi e stili di cucina dei locali nominati: panetterie con cucina, pizzerie, cucina & cocktail, ristoranti d'hotel e cantine importanti, steak house, cucine internazionali, etniche o di contaminazione, bistronomie d'autore e locali potenzialmente prossimi all’ottenimento di una stella Michelin. I 43 ristoranti per i TheFork Awards 2023 risiedono geograficamente in diverse parti d’Italia, coprendo tutto il territorio nazionale: 21 insegne al Nord, 13 al Centro e 9 sparsi tra il Sud e le Isole. Un mix di nuovi indirizzi di punta e format diversi di chef già stellati (Caceres, Proietti Refrigeri, Giacomello, Tokuyoshi, Parini), locali di chef già ben noti tra i buongustai (Di Pasquale, Ambrosino, Visciola, Monti), in alcuni casi perché già sous di chef affermati (Hagen, De Agostinis, Gatti, Capitaneo) e volti completamente nuovi o quasi.

Benedetta Parodi

Benedetta Parodi

Per scoprire i 43 nuovi ristoranti protagonisti della quinta edizione dei TheFork Awards by Identità Golose visitate il sito ufficiale del premio: saranno gli utenti a votare la loro insegna preferita e il ristorante che si aggiudicherà il maggior numero di preferenze otterrà l’esclusivo People’s Choice Award, consegnato durante la serata di gala del 24 ottobre, a Palazzo Mezzanotte, Milano. Una serata che sarà anche ricca di bontà, grazie al menu che sarà firmato per l'occasione da Davide Oldani. A condurre la serata, così come nel 2022, è confermata la graditissima presenza di un'icona della tv italiana come Gerry Scotti, grande amico di Identità Golose e dei TheFork Awards.  

In quella occasione, sarà presentato anche l'Influencers’ choice award, premio assegnato dalla Talent Agency Realize Networks, grazie ai voti di una giuria di cinque food influencer guidati da Benedetta Parodi: «Ognuno dei giurati - ha spiegato la conduttrice - si esprimerà in base alle proprie caratteristiche e ai propri interessi. Ciascuno di noi ha delle competenze specifiche nel campo della comunicazione, che useremo per selezionare il ristorante che verrà premiato per il 2023». Appuntamento dunque per la grande e gioiosa festa del 24 ottobre.


Dall'Italia

Recensioni, segnalazioni e tendenze dal Buonpaese, firmate da tutti gli autori legati a Identità Golose

Niccolò Vecchia

a cura di

Niccolò Vecchia

Giornalista milanese. A 8 anni gli hanno regalato un disco di Springsteen e non si è più ripreso. Musica e gastronomia sono le sue passioni. Fa parte della redazione di Identità Golose dal 2014, dal 1997 è voce di Radio Popolare 
Instagram: @NiccoloVecchia

Consulta tutti gli articoli dell'autore